Detrazione Fiscale Ozono Terapia IRPEF: Domanda e chiarimenti

Detrazione IRPEF OZONO Terapia

Forniamo una risposta alla domanda inerente la detrazione fiscale IRPEF per le spese sostenute per trattamenti di ozono terapia da inserire nella propria dichiarazione dei redditi o dei familiari a carico.

Sempre più spesso si parla di zono terapia e di altre tipologie particolari di trattamenti. Il problema è al qualificazione della prestazione ai fini della possibile detrazione o deduzione fiscale. Sappiamo infatti che il costo delle terapia di ozono può variare dalle 50 alle 100 euro a seconda della struttura e della tipologia e durata di trattamento e che può durare a a lungo. In media 5/10 sedute a seconda del tipo di patologia e dell’intensità del dolore o fastidio.

Parliamo quindi di spese che possono superare anche il migliaio di euro su base annua se non di più e questo può portare il contribuente a domandarsi come risparmiare, facendo anche riferimento alla possibilità di considerare questa terapia come un costo detraibile fiscalmente nella propria dichiarazione dei redditi.

Detrazione Terapia OZONO ai fini IRPEF

La risposta alla domanda è fortunatamente positiva. Le spese cono qualificabili come spese sanitarie e come tali beneficiano dello stesso trattamento fiscale.

E’ richiesta una prescrizione medica per associare la patologia riscontrata dal medico (non per forza curante) al trattamento. Inoltre vi consiglio di farvela fare anche qualora abbiate una assicurazione medica a cui chiedere il rimborso in quanto la richiedono sempre.

Prima di arrivare alla fine dell’articolo vi segnalo anche altri articoli correlati in modo che possiate verificare anche che non abbiate la possibilità di portare in detrazione (non deduzione mi raccomando) anche altre spese come quelle che trovate nel seguito

Tabella Spese mediche detraibili nel 730 

Detrazione spese fisioterapia, laserterapia, kinesiterapia, massoterapia

Detrazione occhiali da vista

Detrazione Fiscale alimenti

Detrazione Fiscale materassi antidecubito

Detrazione fiscale Spese familiari a carico

Spese Sanitarie non detraibili fiscalmente: esclusioni

Detrazioni fiscali per i soggetti celiachi

Detrazione fiscale occhiali da vista

Detrazione spesa sanitaria: come funziona e quali novità in vista

Spese sanitarie non detraibili

Come effettuare il pagamento

Non vi fate abbindolare da chi vi dice che se pagate in contanti e no richiedete fattura vi fanno lo sconto in quanto quasi sempre vi tolgono solo l’IVA con l’aria di chi vi sta facendo un favore quando in realtà loro non solo non pagano l’IVA ma pagherebbero di IRPEF (a meno che non siano nel regime dei minimi) un’imposta del 30/40% per cui non contribuite alla crescita dell’evasione fiscale anche perchè vi conviene non farlo oltrechè essere contrario ala legge.

Al fine di considerare come requisito anche la necessità di effettuare il pagamento con strumenti tracciabili pena l’inammissibilità della detrazione fiscale. Questo requisito viene richiesto per quasi tutte le spese mediche a partire dal 2020. Il pagamento pertanto deve essere tracciabile.

Che significa pagamento tracciabile?

Significa che dovrà essere effettuato mediante carte di debito, di credito e carta prepagata, assegno bancario e circolari. La regola del pagamento tracciabile non vale per il pagamento dei medicinali o dei dispostivi medici che possano essere anche solo fatti in contanti ma va richiesto lo scontrino parlante ossia riportante il codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento o di un suo familiare a carico.

Documentazione da controllare e conservare

TipologiaDocumenti
Prestazioni mediche specialistiche, perizie medico legali– Ricevuta fiscale o fattura rilasciata dallo specialista – Ricevuta relativa al ticket se la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale
Esami di laboratorio– Ricevuta fiscale o fattura rilasciata dall’ospedale, dal – – centro sanitario o dallo specialista che ha effettuato la prestazione – Ricevuta fiscale o fattura relativa al ticket se la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale- Per le tecniche di PMA è necessario che dal documento di spesa risulti l’iscrizione della struttura nell’apposito Registro istituito presso l’Istituto Superiore di Sanità
Radiografie, tac, ecografie, endoscopie, indagini laser, elettrocardiogrammi, ecc.
Indagini di diagnosi prenatale
Dialisi e trasfusioni
Inseminazione artificiale e crioconservazione degli ovociti e degli embrioni
Sedute di logoterapia
anestesia epidurale
Cobaltoterapia, iodoterapia, ecc.
Cure termali– Ricevuta relativa al ticket se la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale- Prescrizione medica e ricevuta attestante l’importo della spesa sostenuta se le cure sono rese direttamente dalla struttura termale
Prestazioni professionali di cui al DM 29/03/2001– Ricevuta fiscale o fattura della spesa sostenuta rilasciata dal professionista sanitario da cui risulti la relativa figura professionale e la descrizione della prestazione sanitaria resa.- Documentazione fiscale in forma di ticket se la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale.
Spese di assistenza specifica sostenute per:- assistenza infermieristica e riabilitativa (es: fisioterapia, kinesiterapia, laserterapia ecc.);- prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona;- prestazioni rese da personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo;- prestazioni rese da personale con la qualifica di educatore professionale;- prestazioni rese da personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale.– Ricevuta fiscale o fattura della spesa sostenuta anche in forma di ticket se la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale. – Se la fattura è rilasciata da soggetto diverso da quello che ha effettuato la prestazione: attestazione che la prestazione è stata eseguita direttamente da personale medico o paramedico o comunque sotto il suo controllo
Prestazioni di massoterapia– Ricevuta fiscale o fattura della spesa sostenuta con indicazione della prestazione resa e dell’attestazione del possesso del diploma di massofisioterapista con formazione triennale conseguito entro il 17 marzo 1999
Trattamenti di mesoterapia e ozonoterapia– Ricevuta fiscale o fattura della spesa sostenuta rilasciata da medico o da personale abilitato dalle autorità competenti in materia sanitaria- Prescrizione medica che ne attesti la finalità  sanitaria
Dermo pigmentazione– Ricevuta fiscale o fattura della spesa sostenuta rilasciata dalla struttura medica autorizzata- Prescrizione medica che ne attesti la finalità sanitaria
Prestazioni di chiropratica (chiroterapia) eseguite in centri all’uopo autorizzati e sotto la responsabilità tecnica di uno specialista– Prescrizione medica – Ricevuta fiscale o fattura della spesa sostenuta rilasciata da un centro all’uopo autorizzato

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]
error: Questo contenuto è protetto