HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Chi gode delle detrazioni fiscali per la ristrutturazione di casa nel 2017

Chi gode delle detrazioni fiscali per la ristrutturazione di casa nel 2017

In questo articolo si individua chi può godere delle detrazioni Irpef sulla ristrutturazione edilizia di casa: troverete anche gli articoli di collegamento alle varie aree tematiche in modo da avere un quadro di sintesi dell’agevolazione fiscale.

Quali sono i soggetti che possono usufruire della detrazione fiscale sulle spese di ristrutturazione effettuate sulla casa o appartamento? Questo aspetto è fondamentale per verificare l’ambito soggettivo di applicazione del beneficio, e venire incontro alle numerose domande che riceviamo (ricordo sempre che potete seguirci con un semplice MI PIACE su Facebook).

In primis possiamo considerare come potenziali fruitori tutti i contribuenti che sono soggetti al versamento dell’Irpef, per cui per fare un esempio tutti i titolari di una delle 6 tipologie di redditi soggetti a tassazione, di capitale, fondiario, lavoro dipendente, autonomo, diversi ecc.

Residenti in Italia e non
Questo vale sia per coloro che si considerano residenti fiscalmente nello  Stato Italiano sia no. Ulteriore condizione che vada rispettata è che chi chiede la detrazione deve anche aver sostenuto la spesa anche se approfondiremo dopo questo concetto.

Si deve essere necessariamente proprietari della casa per beneficiare delle detrazioni fiscali sulla ristrutturazione?
La detrazione fiscale sulla casa spetta non solo ai prorpietari ma anche ai titolari di diritti  reali, come i nudi proprietari, titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), locatari o comodatari, soci di cooperative divise e indivise, soci delle società semplici, imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce, il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile. Per familiare vi ricordo che si intende il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado.

Preliminare di vendita di casa e detrazioni fiscali sulla ristrutturazione
Nel caso in cui si stia procedendo all’acquisto di casa e si intendano effettuare i lavori di ristrtturazione, è utile sapere che l’acquirente dell’immobile potrà beneficiare della detrazione fiscale dal momento in cui entrerà in possesso dell’immobile, stante la preventiva firma del compromesso di vendita (e che sia stato registrato). Questo perché quando andrete ad effettuare il bonifico parlante sulle spese di ristrutturazione (pena la decandenza dell’agevolazione ve lo ricordo!) l’agenzia delle entrate potrà incrociare il fatto che voi state chiedendo l’agevolazione con il fatto che diverrete proprietari, altrimenti vi potrebbe inviare una richiesta di informazioni.

Vi segnalo inoltre gli altri articoli correlati alla ristrutturazione come quello che vi spiega la differenza tra manutenzione ordinaria e straordinaria,  oppure quello deidcato al vero e proprio elenco dei lavori di ristrutturazione, o quello sui lavori di condominio che consentono di fruire delle detrazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.