Detrazione fiscale Assicurazioni: ricevute da conservare

Per consentire la detrazione fiscale ai fini IRPEF dei premi pagati perpolizze assicurative sarà necessario procedere, al pari delel altre voci di costi detraibili, alla conservazione di una documentazione attestante l’effettiva spesa sostenuta.

Nel caso delle polizze tuttavia non si ha una ricevuta vera e propria o una fattura rilasciata per esempio per la detrazione delle spese mediche, ma solo il testo di polizza firmato.

Ci siamo già occupati di come funziona la detrazione fiscale delle polizze di assicurazioni. Qui invece approfondiamo cosa dobbiamo fare per proteggere il nostro diritto ed evitare possibili accertamenti da parte dell’Agenzia delle entrate.

Come fare allora a provare il sostenimento del costo ed eventualmente produrlo in caso di richieste di informazioni da parte dell’agenzia delle entrate per evitare possibili accertamenti fiscali?

La Circolare del 25 giugno 2021 fa il punto anche su questa domanda e nel seguito trovate una tabella esplicativa che ci può venire in aiuto con dei chiarimenti.

Nel caso infatti di polizze di assicurazioni che coprono il rischio di infortuni o disabilità individua la seguente documentazione può variare in conservazione del fatto che è necessario provare lo status del soggetto beneficiario

TipologiaDocumenti
Premi relativi alle assicurazioni  sulla vita e contro gli infortuniRicevute di pagamento dei premi o dichiarazione dell’assicurazione attestante il pagamento dei suddetti premi mediante sistemi di pagamento “tracciabili” L’utilizzo di sistemi di pagamento “tracciabili” può essere attestato mediante l’annotazione in fattura, ricevuta fiscale o documento commerciale, da parte del percettore delle somme che effettua la prestazione di servizio In mancanza di tale documentazione: ricevuta del versamento bancario o postale, ricevuta della carta di debito o credito, estratto conto, copia bollettino postale o del MAV e dei pagamenti con PagoPA o con applicazioni via smartphone tramite Istituti di moneta elettronica autorizzati Copia contratto di assicurazione o attestazione rilasciata dalla compagnia di assicurazione da cui risultino i requisiti richiesti Se si tratta di contratti stipulati o rinnovati fino al 31/12/2000, dalla documentazione rilasciata dall’assicurazione deve risultare che non è consentita la concessione di prestiti nel periodo di durata minima

Documentazione da controllare e conservare

TipologiaDocumenti
Premi relativi alle assicurazioni finalizzate alla tutela delle persone con disabilità graveRicevute di pagamento dei premi o dichiarazione dell’assicurazione attestante il pagamento dei suddetti premi mediante sistemi di pagamento “tracciabili” L’utilizzo di sistemi di pagamento “tracciabili” può essere attestato mediante l’annotazione in fattura, ricevuta fiscale o documento commerciale, da parte del percettore delle somme che effettua la prestazione di servizio In mancanza di tale documentazione: ricevuta del versamento bancario o postale, ricevuta della carta di debito o credito, estratto conto, copia bollettino postale o del MAV e dei pagamenti con PagoPA o con applicazioni via smartphone tramite Istituti di moneta elettronica autorizzati Copia contratto di assicurazione o attestazione rilasciata dalla compagnia di assicurazione da cui risultino i requisiti richiesti Se dalla documentazione rilasciata dalla compagnia di assicurazione non risulta la condizione di disabilità del beneficiario, autocertificazione che attesta che il beneficiario del contratto di assicurazione è un disabile in situazione di gravità, ai sensi dell’art. 3, comma 3, della l. n. 104 del 1992, accertata con le modalità di cui all’art. 4 della medesima legge, in possesso della relativa documentazione

Documentazione da controllare e conservare

TipologiaDocumenti
Premi relativi alle assicurazioni finalizzate alla tutela delle persone con disabilità graveRicevute di pagamento dei premi o dichiarazione dell’assicurazione attestante il pagamento dei suddetti premi mediante sistemi di pagamento “tracciabili” L’utilizzo di sistemi di pagamento “tracciabili” può essere attestato mediante l’annotazione in fattura, ricevuta fiscale o documento commerciale, da parte del percettore delle somme che effettua la prestazione di servizio In mancanza di tale documentazione: ricevuta del versamento bancario o postale, ricevuta della carta di debito o credito, estratto conto, copia bollettino postale o del MAV e dei pagamenti con PagoPA o con applicazioni via smartphone tramite Istituti di moneta elettronica autorizzati Copia contratto di assicurazione o attestazione rilasciata dalla compagnia di assicurazione da cui risultino i requisiti richiesti Se dalla documentazione rilasciata dalla compagnia di assicurazione non risulta la condizione di disabilità del beneficiario, autocertificazione che attesta che il beneficiario del contratto di assicurazione è un disabile in situazione di gravità, ai sensi dell’art. 3, comma 3, della l. n. 104 del 1992, accertata con le modalità di cui all’art. 4 della medesima legge, in possesso della relativa documentazione
TipologiaDocumenti
Premi relativi alle assicurazioni aventi per oggetto il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidianaRicevute di pagamento dei premi o dichiarazione della compagnia assicurativa attestante il pagamento dei suddetti premi mediante sistemi di pagamento “tracciabili” L’utilizzo di sistemi di pagamento “tracciabili” può essere attestato mediante l’annotazione in fattura, ricevuta fiscale o documento commerciale, da parte del percettore delle somme che effettua la prestazione di servizio In mancanza di tale documentazione: ricevuta del versamento bancario o postale, ricevuta della carta di debito o credito, estratto conto, copia bollettino postale o del MAV e dei pagamenti con PagoPA o con applicazioni via smartphone tramite Istituti di moneta elettronica autorizzati Copia contratto di assicurazione o attestazione rilasciata dalla compagnia di assicurazione da cui risultino i requisiti richiesti compreso il pagamento con modalità tracciabili

Importante

Tuttavia a mio modesto avviso è bene sapere che anche in assenza di tali documentazione qualora il solito CAF dovesse richiedervi la ricevuta potete sempre opporre un estratto conto bancario e dirgli che le compagnie di assicurazioni sono obbligate alla trasmissione dei dati all’anagrafe tributaria proprio dei premi incassati per ciascun anno di imposta indicando il codice fiscale o la partita iva del soggetto avente diritto alla detrazione fiscale.

Questo significa che l’agenzia delle entrate non può disconoscere una informazione o una detrazione fiscale se il contribuente si limita a produrre evidenza del premio pagato anche solo con un errato conto bancario in cui sono evidenziati i versamenti alla compagnia di assicurazioni e la polizza originaria.

Ricordiamoci infatti che l’agenzia delle entrate in forza dell’art. 6, comma 4, della l. 212/2000 (Statuto del contribuente) non può richiedere al contribuente documenti o informazioni già necessariamente in possesso dell’Amministrazione.

Non solo, ma l’amministrazione, ai sensi dell’art. 18, n. 2, della l. 241/90 è tenuta d’ufficio ad acquisire o produrre il documento in questione o copia di esso.

Infine è bene sapere che le compagnie di assicurazioni, proprio al fine di evitare possibili contestazioni da parte del fisco che si potrebbe trovare dati discordanti tra quanto indicato dal contribuente e quanto comunicato all’anagrafe tributaria prevede la trasmissione di estratti conto annuali dive sono riepiloghiate le somme che sono state trasmesse all’agenzia delle entrate sulla base degli importo ricevuti dal primo gennaio al 31 dicembre. Senza troppi approfondimenti mi limiterei a indicare quelli anche in caso di scostamento di pochi euro per no doversi trovare costretti a gestire una richiesta di informazioni con inutili dispendi di tempo e costi.

CODICE DESCRIZIONE RIGO CODICE DESCRIZIONE RIGO
1Spese sanitarie E1 21Erogazioni liberali alle societa ed associazioni sportive dilettantistiche da E8 a E12
2Spese sanitarie per familiari non a carico E2
3Spese sanitarie per persone con disabilitaE3 22Erogazioni liberali alle societa di mutuo soccorso
4Spese veicoli per persone con disabilita E4 23Erogazioni liberali a favore delle associazioni di promozione sociale
5Spese per l'acquisto di cani guida E5
6Totale spese sanitarie per le quali e' stata richiesta la rateizzazione nella precedente dichiarazione E6 24Erogazioni liberali a favore della societa di cultura Biennale di Venezia
7Interessi per mutui ipotecari per acquisto abitazione principale E7 25Spese relative a beni soggetti a regime vincolistico
8Interessi per mutui ipotecari per acquisto altri immobili da E8 a E12 26Erogazioni liberali per attivitu00e0 culturali ed artistiche
9Interessi per mutui contratti nel 1997 per recupero edilizio 27Erogazioni liberali a favore di enti operanti nello spettacolo
10Interessi per mutui ipotecari per costruzione abitazione principale 28Erogazioni liberali a favore di fondazioni operanti nel settore musicale
11Interessi per prestiti o mutui agrari 29Spese veterinarie
12Spese per istruzione diverse da quelle universitarie 30Spese sostenute per servizi di interpretariato dai soggetti ricosciuti sordi
13Spese per istruzione universitaria 31Erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado
14Spese funebri 32Spese relative ai contributi versati per il riscatto degli anni di laurea dei familiari a carico
15Spese per addetti all'assistenza personale 33Spese per asili nido
16Spese per attivitu00e0 sportive per ragazzi (palestre, piscine e altre strutture sportive) 35Erogazioni liberali al fondo per l'ammortamento di titoli di Stato
17Spese per intermediazione immobiliare 36Premi per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni
18Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede 37Premi per assicurazioni per rischio di non autosufficienza
20Erogazioni liberali a favore delle popolazioni colpite da calamitu00e0 pubbliche o eventi straordinari 99Altre spese detraibili

Calcolo detrazione Spese mediche oggetto di rimborso assicurativo

Elenco Spese detrazioni e deduzioni fiscali

Detrazione Fiscale per i figli a carico: quando vale e quanto si risparmia

Polizza Assicurative per la famiglia: quali scegliere

Polizze vita e caso morte, miste: come funzionano e quale conviene

Nel seguito il file di calcolo se vi volete esercitare con questo calcolo molto semplice partendo dal reddito loro annuo imponibile fino ad arrivare all’imposta netta post detrazione fiscale.

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]
error: Questo contenuto è protetto