Calcolo IMU e 2021 in caso di Vendita o Acquisto Casa, terreno durante l’anno e cambio di aliquota

riunioneVediamo in sintesi il calcolo dell’IMU  nel caso in cui abbiate venduto o acquistato casa durante l’anno, al fine di versare l’effettiva quota spettante. Ci aiuteremo con degli esempi di calcolo pratici per capire come si effettua il pagamento con modello F24 o bollettino e se vi sono degli adempimenti, al pari di quelli che vigevano per le precedenti imposte sugli immobili.
Non entro nel merito del calcolo delle imposte che potete trovare ai link che vi segnalo nel seguito.




In estrema sintesi una volta che avete calcolate le imposte su base annuale dovrete rapportarle al periodo di effettivo possesso (o detenzione come nel caso della TASI). Vi ricordo che le regole di determinazione del tributo sono leggermente diverse tra IMU e TASI, ed è questa la ragione per cui vi segnalo gli altri articoli.

Esonero Saldo IMU 2021

Sono esonerati dal versamento del saldo IMU 2020 gli immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali,
nonché gli immobili degli stabilimenti termali.

Beneficiano dell’agevolazione sul saldo anche tutti gli opifici e unità locali rientranti nella categoria catastale D utilizzati da
imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive
nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni.

Sono esonerati anche le unità locali classificate come categoria catastale D/3 e destinate a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli;

Escluse dal pagamento del saldo anche gli immobili destinati a discoteche, sale da ballo, balere, night-club e simili.

Esclusi dal saldo anche gli immobili della categoria catastale D/2 e quindi alberghi, residence, pensioni, agriturismi, villaggi turistici, ostelli, rifugi, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, case vacanze, bed & breakfast, residence e campeggi.

L’esonero spetta anche per le relative pertinenze.

Novità dalla Legge di Bilancio 2020

A far data dal 01/01/2020, la Tasi viene abolita ma di fatto confluisce nell’IMU per cui non si ravvederanno riduzioni del  costo per questi due tributi a saldo complessivo. L’acconto IMU infatti dovrà essere versato in misura pari al 50% da calcolare sulla somma tra IMU e TASI versata nel 2019.

>>> Sintesi Novità IMU 2020

L’imposta comune come sapete si calcola in base agli effettivi mesi di possesso o di effettiva detenzione o anche titolarità del diritto reale sul bene. Il mese si calcola per intero a partire dal 16esimo giorno. I giorni devono essere in pratica almeno 15.
i prego di non scrivermi domande del tenore “se ho siglato l’atto di acquisto alle ore X ed ho venduto alle ore Y cosa succede?” perchè il calcolo come ribadito si effettua per giorni solari.

Esempio di possesso dal primo gennaio al 16 settembre

In questo caso i mesi di possesso saranno pari a 9 per cui presa l’intera imposta la dovrete dividere per 12 e moltiplicare per 9.


Qualsiasi variazione si riflette nel calcolo

Lo stesso criterio vale anche nel caso in cui muta lo status soggettivo del contribuente o la destinazione del bene immobile per esempio da seconda casa ad abitazione principale. In questo caso il calcolo sarà interessato da un cambio di aliquota oe/0 dalla mancata o ridotta applicazione della detrazione forfettaria per le abitazioni principali.

Mi viene in mente anche il caso di un terreno che diventa edificabile. In questo caso il difficile sarà capire quando effettivamente edificabile, cosa che non ricordo bene lo ammetto, in quanto il momento in cui il terreno diviene edificabile è un preciso giorno. Se non erro l’individuazione del momento preciso di cambio di stato del terreno, i.e. di calcolo dell’imposta lo trovate nell’articolo… trovato:

Quando un terreno diviene edificabile

Dichiarazione annuale IMU TASI

Vi ricordo infatti di leggere l’articolo dedicato all’obbligo di presentazione della dichiarazione IMU TASI entro l’anno successivo a quello in cui avete acquistato, venduto o variato qualsiasi unità locale valevole al versamento dei tributi IMU e TASI, al pari di quello che avveniva per la dichiarazione ICI. La scadenza è fissata al 30 giugno di ogni anno per cui occhio a non dimenticarvi.

Se siete in ritardo c’è il Ravvedimento operoso

Se siete in ritardo con le scadenze potrete fruire del ravvedimento operoso IMU TARI TASI. La parola evidenziata vi rimanda all’articolo di approfondimento. In tal modo ridurrete, se on quasi azzererete le sanzioni previste del 30% sugli omessi o errati versamenti.

Articoli correlati a TASI e IMU:

Aliquote IMU e TASI

Vi segnalo come inserito in premessa alcuni articoli correlati che possono esservi utili.

Versamento Saldo IMU: scadenza e modalità 

Definizione Fabbricato inagibile e riflessi fiscali

Tabella Deduzione Fiscale IMU ai fini IRES

La deduzione fiscale dell’IMU ai fini IRES versata vale sia per i lavoratori autonomi, liberi professionisti o imprese limitatamente agli immobili strumentali per natura (esempio uffici A10, capannoni, laboratori, opifici ) o anche per destinazione (casa-studio). In questo ultimo caso occhio all’utilizzo promiscuo.

PERIODO D’IMPOSTA

2019 2020 2021 2022

dal

2023

DEDUCIBILITÀ

IMU

50% 60% 70% 100%

La legge di bilancio 2020 tuttavia ha rivisto la percentuale di deduzione dell’IMU ai fini IRES portandola al 50% per quello che concerne il calcolo delle imposte sul bilancio 2020.

Indeducibilità ai fini IRAP

Tuttavia il decreto crescita ribadisce che “la medesima imposta è indeducibile ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive

Deduzione IMU ai fini IRES e IRAP


Valuta l'articolo
[Totale: 57 Media: 2.5]

22 Commenti

  1. Buongiorno ho comprato casa il giorno 01/03/2021 quando dovrei pagare l’IMU? Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 57 Media: 2.5]
error: Questo contenuto è protetto