Analizziamo la detrazione nel 730 dei costi per la frequenza di corsi in palestra, ginnastica posturale, yoga o simili in modo da rispondere con dei chiarimenti ad alcune domande frequenti dei lettori. Tra le varie spese e costi che sosteniamo per la frequenza alle palestre o a corsi di ginnastica o yoga  spesso ci si domanda se queste possano essere finalizzate a vere e proprie spese sanitarie anche al fine di portarle in detrazione nella dichiarazione dei redditi modello 730 o modello unico per risparmiare qualcosa e qui si chiarisce se ciò è possibile.

Il principio di base per la detrazione delle spese mediche
Le spese mediche o sanitarie sono considerate tali o quando c’è una patologia (diagnosticata da personale competente), quando rappresentano un dispositivo medico (marcato CE), o quando sono indispensabili alla riabilitazione del paziente (sempre mediante prescrizione medica).
In tal senso emerge subito come la presenza di una prescrizione medica sia fondamentale.

La detrazione delle spese per la freqenza di palestre, corsi di yoga, ginnastica posturale e simili
La ginnastica in sè e per se o la retta di iscrizione ad una palestra come anche chiarito dalla circolare 19 del 2012 dell’Ade non può rappresentare in sè una spesa sanitaria che possa essere detratta ai fini delle imposte nel 730 o nel modello Unico in base all’articolo 15 del Tuir in quanto è destinata più che altro alla cura del corpo e la sua funzione si colloca in un momento antecedente al manifestarsi di una patologia.

In tal senso verrebbe da chiedersi allora se altri corsi possano godere delle agevolazioni fiscali in termini di detrazioni nel 730 in quanto ad esempio la ginnastica posturale, che viene prescritta molto spesso a seguito di specifici traumi ma anche in età adulta per eliminare vere e proprie patologie dalla lordosi alla scoliosi, potrebbe essere dedotta.

Avevamo visto nell’articolo dedicato alla generalità delle detrazioni delle spese mediche e sanitarie molti casi specifici ma questo ancora ci mancava: in effetti sarebbe stato comodo potersi detrarre le spese delle palestre dei figli o il proprio corso di yoga ma purtroppo sono dell’avviso che non si possa fare. Potete sempre aiutarvi con uno dei due articoli dedicati a quali spese mediche posso portare in detrazione nel 730.
Ulteriore spunto che vi posso dare per cercare di rintracciare e distinguere ciò che è deducibile o detraibile è che se per esempio parliamo di prestazione potete fare riferimento all’elenco generale delle spese e trattamenti medici specialistici che servono da guida per poter individuare la corretta detrazione.

Vi ricordo di leggere l’articolo generale dedicato all’elenco delle detrazioni nel 730 dedicato alla detrazione delle spese mediche nel 730, ma anche quello dedicato alla detrazione dei costi per l’acquisto di dispositivi medici.

IN ultimo vi segnalo anche l’articolo dedicato allo scontrino parlante che desta sempre qualche problema nel suo utilizzo.