HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Immobili di lusso ai fini delle agevolazioni Fiscali sulla casa ed i Fabbricati

Immobili di lusso ai fini delle agevolazioni Fiscali sulla casa ed i Fabbricati

immobili di lussoNell’ambito delle agevolazioni fiscali si fa sempre riferimento al concetto di casa o abitazione di lusso come una delle condizioni per vedere se concedere un beneficio fiscale ai fini delle imposte di registro, o ai fini dell’Iva o per godere di altri benefici fiscali anche per le imposte ipotecarie e catastali.

Significato “abitazione di lusso“?

Definizione abitazione di lusso

L’abitazione di lusso è definita così se ha almeno quattro delle seguenti caratteristiche:

  • una superficie superiore ai 160 mq non contando terrazzi, balconi, mansarde, soffitte, box, posti e auto;
  • terrazzi e balconi per una superficie superiore ai 65 mq;
  • più di un ascensore per scala, oppure scale di servizio (non di emrgenza), quando hanno ascensori o montacarichi di servizio su palazzine di meno di 4 piani;
  • soffitti più alti di 330 cm.

Altre caratteristiche da considerare nel computo sono la presenza di scale interne più alte di un metro e 70 rivestite di materiali pregiati o lavorate in modo pregiato, oppure le porte del pianerottolo in massello pregiato, o lastronato, in legno intagliato scolpito, intarsiato o con decorazioni.

Quando leggete gli annunci immobiliare, ed è capitato al sottoscritto, talvolta trovate scritto invece he immobile signorile, immobile di lusso, il che potrebbe ingenerare confusione in chi come me sa cosa si cela dietro questa definizione ai fini del pagamento di imposte di registri, ipotecarie e catastali. Parliamo di un differenziale del 7% sull’imposta di registro che si potrebbe tradurre in diverse migliaia di euro.

Gli interni di una casa di lusso

Insieme alle caratterisitche viste sopra nel computo delle quattro deve considerarsi anche negli interni delle case, abitazioni, fabbricati o immobili, vi siano infissi di pregio che superino il 50% della superficie complessiva della casa o anche che il pavimento sia costitutito per la maggior parte della sua superificie da materiali di pregio come parquet.
Lo stesso per le pareti la cui superficie deve essere rovestita di tessuti o lavorata in modo pregiato, per una superifiche superiore al 30% del totale.
Oppure ancora vi siano anche soffitti a volta, a cassettoni o decorati con stucchi (escluse piccole sagome di distacco tra pareti e soffitti).

Esterni delle case e delle abitazioni di lusso

Rispetto all’esterno caratteristica di lusso sono le piscine e i campi da tennis, se di palazzine con meno di 15 appartamenti.
In tal modo potete farvi un’idea per capire ai fini fiscali se potete godere di determinate agevolazioni, per esempio le agevolazioni fiscali prima casa, o se potete godere delle aliquote iva al 4% o al 10% agevolate del settore immobiliari tanto per quello che concerne l’acquisto di abitazioni di interventi di manutenzione e restauro del patrimonio edilizio.

Si considerano quindi non di lusso quelle abitazioni che hanno meno di 4 delle caratteristiche indicate sopra oppure che non sono realizzate su aree destinate a parco privato o a ville, e altre che vi consiglio sempre di riscontrare con il Decreto Ministeriale  del 2 agosto n. 2969.

Nel seguito il testo della norma:

a)      superficie dell’appartamento: superficie utile complessiva superiore a mq. 160, esclusi dal computo terrazze e balconi, cantine, soffitte, scale e posto macchina;

b)      terrazze a livello coperte e scoperte  e  balconi:  quando  la  loro superficie utile complessiva supera mq. 65 a servizio di una singola  unità immobiliare urbana;

c)      ascensori: quando vi sia più di un ascensore per  ogni  scala,  ogni ascensore in più conta per una caratteristica se la scala serve meno  di  7 piani sopraelevati;

d)      scala di servizio: quando non sia prescritta da leggi, regolamenti o imposta da necessità di prevenzione di infortuni od incendi;

e)      montacarichi o ascensore di servizio: quando sono a servizio di meno di 4 piani;

f)       scala principale: a) con pareti rivestite di materiali pregiati  per un’altezza superiore a cm.  170  di  media;  b)  con  pareti  rivestite  di materiali lavorati in modo pregiato;

g)      altezza libera netta del  piano:  superiore  a  m.  3,30  salvo  che regolamenti edilizi prevedano altezze minime superiori;

h)      porte di ingresso agli appartamenti da scala interna:

  1. in  legno pregiato o massello e  lastronato;
  2. di  legno  intagliato,  scolpito  o intarsiato;
  3. con decorazioni pregiate sovrapposte od impresse;

i)        infissi interni: come alle lettere a), b), c)  della  caratteristica

j)        anche se tamburati qualora la loro superficie complessiva superi il  50% (cinquanta per cento) della superficie totale;

k)     pavimenti: eseguiti per una superficie complessiva superiore al  50% (cinquanta per cento) della superficie utile totale  dell’appartamento:

  1. in materiale pregiato;
  2. con materiali lavorati in modo pregiato;

l)        pareti: quando per oltre  il  30%  (trenta  per  cento)  della  loro superficie complessiva siano:

  1. eseguite con materiali e lavori  pregiati;
  2. rivestite di stoffe od altri materiali pregiati;

m)    soffitti: se a  cassettoni  decorati  oppure  decorati  con  stucchi tirati sul posto o dipinti a mano, escluse le piccole  sagome  di  distacco fra pareti e soffitti;

n)      piscina: coperta o scoperta, in muratura, quando sia a  servizio  di un edificio o di un co   mplesso di edifici  comprendenti  meno  di  15  unità immobiliari;

o)     campo da tennis: quando sia a  servizio  di  un  edificio  o  di  un complesso di edifici comprendenti meno di 15 unità immobiliari.

Qui di seguito inoltre la Tabella caratteristiche abitazioni di Lusso

Articoli correlati:
Detrazione lavori ristrutturazione e manutenzione Agevolazioni Fiscali Prima Casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.