Certificazione Dividendi e Proventi erogati: chi, come e entro quando farle

dividendi

Certificazioni dei dividendi e dei proventi equiparati deliberati ed erogati: chi deve predisporre la certificazione attestante l’erogazione e l’eventuale applicazione di ritenute a titolo di imposta. Come effettuarla ed entro quali scadenze. Sono alcune domande a cui cerchiamo di fornire una risposta sintetica.

In un precedente articolo ci siamo occupati delle caratteristiche principali delle distribuzioni dei dividendi mentre qui ci occupiamo di approfondire le certificazioni dei dividendi e dei proventi equiparati.

Faremo riferimento prima di tutto a chi sono i soggetti obbligati al rilascio di queste certificazioni, cosa hanno ad oggetto le certificazioni dei dividendi quali sono le modalità come trasmetterli. Vedremo come comportarsi nel caso di certificazioni dei dividendi distribuiti ai soggetti non residenti nel territorio dello pubblica italiana.

Certificazione dei dividendi chi deve farla

I soggetti obbligati al rilascio della certificazione sono prima di tutto le società ed enti emittenti contenuti nell’articolo 73 comma uno lettera a e B del testo unico delle imposte sui redditi cd. TUIR.
Sono obbligati anche le banche e gli intermediari finanziari che distribuiscono dividendi in quanto aderiscono al deposito accentrato gestito da Monte titoli S.p.A.
Lo stesso dovranno fare anche i rappresentanti fiscali in Italia degli intermediari di cui sopra e quindi anche gli intermediari non residenti che aderiscono a sistemi di deposito accentrato che sono esteri ma che sono comunque aderenti al Monte titoli S.p.A.

Sono soggetti anche le imprese di investimento e gli agenti di cambio nonché gli associati in partecipazione e ogni altro soggetto classifica come sostituto d’imposta e che si frappone fra soggetto emittente e destinatario del dividendo.

Un caso particolare riguarda le società fiduciarie che dovranno rilasciare le certificazioni dei dividendi dei proventi limitatamente nei confronti degli effettivi proprietari e beneficiari del the del dividendo.

Certificazione dei dividendi e dei proventi equiparati che cos’è e cosa contiene


In questa certificazione l’Agenzia Entrate e l’inserimento di alcune informazioni prima fra tutte l’anagrafica del soggetto emittente il dividendo, la quantificazione degli utili derivanti dalla partecipazione sia nel caso di soggetti siano italiani o residenti all’estero. La natura del dividendo che potrà essere in denaro o anche in natura, e anche la genesi sia derivante dal possesso di titoli azionari o di altri strumenti iniziali similari oppure derivanti da associazioni in partecipazione o di cointeressenza.

Nella certificazione sarà necessario inserire anche questi dividendi e quindi sarà riportato il dividendo lordo la ritenuta e dividendo netto.

Ci saranno anche i dati relativi all’anagrafica del soggetto che rilascia effettivamente il dividendo e quindi non solo i dati del soggetto emittente.
Nel caso in cui vi sia nel procedimento di distribuzione anche l’intermediario non residente qui in mezzo anche i dati dello stesso.

Certificazione dividendi quale modello e modulo compilare

Nel seguito trovate i moduli e modelli da compilare per procedere alla trasmissione della certificazione. Nel seguito trovate il link con il download.

Certificazione dividendi casi particolari soggetti esteri non residenti


Nel caso di soggetti non residenti la certificazione viene ugualmente rilasciata in quanto soggetta a ritenuta a titolo d’imposta anche se misura convenzionale

Tassazione dei Dividendi: persone fisiche società capitali azioni e partecipazioni

Guida alla Distribuzione dei dividendi: delibera, imposta di registro, ritenuta e certificazione

Tabella Tassazione Dividendi sinottica sintesi

Soggetto percipientePartecipazioneResidenza Soggetto percipienteRitenuta
Persona fisica senza partita IVAQualificataITA26%
Persona fisica senza partita IVANON QualificataITA26%
Persona fisica con partita IVA che agisce come impresaQualificataITANO
Persona fisica con partita IVA che agisce come impresaNON QualificataITANO
Persona fisica senza partita IVAQualificataESTEROCONVENZIONE ITA – PAESE ESTERO
Persona fisica senza partita IVANON QualificataESTEROCONVENZIONE ITA – PAESE ESTERO
Società di capitaliQualificataITATassazione IRES sul 5%
Società di capitaliNON QualificataITATassazione IRES sul 5%
Società di personeQualificataITADividendo tassato per il 58,14%
Società di personeNON QualificataITADividendo tassato per il 58,14%
Società di capitaliQualificataESTEROConvenzione o 1,2%
Società di capitaliNON QualificataESTEROConvenzione o 1,2%
Società di capitaliSENZA ESIMENTESOCIETA’ PARTECIPATA ESTERATassazione IRES sul 5%
Società di capitaliCON ESIMENTESOCIETA’ PARTECIPATA ESTERATassazione IRES SUL 50% OLTRE EVENTUALE CREDITO IMPOSTE ESTERE
Società di capitaliSENZA ESIMENTESOCIETA’ PARTECIPATA ESTERA FISCALITA’ PRIVILEGIATATassazione IRES SUL 100%

Tabella Tassazione Dividendi (xls)

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]
error: Questo contenuto è protetto