Scadenze fiscali settembre 2023

0
458

Anche settembre è un periodo particolarmente importante dal punto di vista fiscale, con una serie di appuntamenti da segnare in agenda: oltre ai consueti versamenti di imposte, contributi, vi sono il termine ultimo per la comunicazione sulla rottamazione delle cartelle e gli ultimi giorni disponibili per la presentazione del modello 730 (che in realtà, come vedremo in seguito, ha come scadenza effettiva il primo lunedì di ottobre).

Secondo il calendario aggiornato dell’Agenzia delle Entrate, gli adempimenti previsti partono dal 15, mentre la maggior parte dei versamenti è concentrata sostanzialmente per il 18., Prima di vedere in dettaglio tutte le scadenze, ecco una tabella riepilogativa delle date più importanti.

DataAdempimenti
15 settembreEmissione/registrazione fatture differite di beni e servizi   Registrazione corrispettivi e proventi conseguiti da ASD, ONLUS e pro-loco   Registrazione operazioni effettuate da parte dei soggetti che operano nel commercio al minuto
18 settembreLiquidazione e versamento IVA   Rata saldo IVA   Versamento IRPEF e addizionali comunali/regionali   Tobin Tax   Versamento IRAP e IRES   Terza rata imposta sui redditi
20 settembreInvio comunicazione dati Canone TV
25 settembrePresentazione elenchi INTRASTAT
28 settembrePresentazione cartacea tardiva del modello “Redditi Persone Fisiche 2023
30 settembreVersamento imposta di bollo fatture elettroniche   Presentazione domanda indennità “Bonus Alluvione”   Rottamazione quater soggetti alluvionati   Presentazione modello 730/2023 (slittato al 2 ottobre)

15 settembre

La prima data utile dello scadenzario fiscale di questo mese prevede tre adempimenti fiscali:

  • l’emissione e la registrazione delle fatture differite su beni consegnati e spediti ad agosto e fatture sulle prestazioni di servizi, sempre del mese precedente, da parte dei soggetti IVA;
  • la registrazione dei corrispettivi e dei proventi conseguiti dall’attività commerciale da parte delle associazioni sportive dilettantistiche, delle ONLUS e delle Pro-loco sotto regime fiscale agevolato (relative come sempre al mese precedente);
  • la registrazione delle operazioni effettuate ad agosto (per cui è stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale) da parte dei soggetti che operano nel commercio al minuto e assimilati e che non hanno l’obbligo della trasmissione telematica dei corrispettivi.

18 settembre

Come accennato all’inizio, il 18 settembre è il giorno più caldo per quanto concerne i versamenti, ben 148 secondo quanto segnalato dall’Agenzia delle Entrate sul proprio sito. Tra i principali troviamo:

  • liquidazione e versamento dell’IVA di agosto;
  • rata saldo IVA 2022;
  • versamento IRPEF e addizionali regionali e comunali;
  • versamento imposta sugli intrattenimenti;
  • versamento della Tobin Tax;
  • versamento rata sul canone Rai trattenuta ai pensionati;
  • versamento IRES e IRAP.

Sempre in tale data, i soggetti ISA dovranno saldare la terza rata delle imposte sui redditi, secondo quanto previsto dal piano di proroga del decreto di luglio (DL 51/2023).

20 settembre

In questa giornata le imprese elettriche dovranno comunicare i dettagli relativi ai canoni TV addebitati, accreditati, riscossi e riversati nel mese di agosto.

25 settembre

Il 25 del mese è l’appuntamento per la presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT sulla cessione dei beni e servizi nei confronti dei soggetti UE da parte degli operatori intracomunitari. La scadenza riguarda sia i soggetti con obbligo mensile che trimestrale.

28 settembre

Questo è l’ultimo giorno utile per la presentazione cartacea tardiva del modello “Redditi Persone Fisiche 2023”, ossia per tutti coloro che non hanno l’obbligo dell’invio telematico della dichiarazione e non hanno presentato la documentazione entro il 30 giugno. La busta dovrà essere presentata presso gli uffici postali e contenere, oltre alla dichiarazione, la scheda per la scelta della destinazione del 2, del 5 e dell’8 per mille dell’IRPEF.

30 settembre

Il calendario fiscale di settembre 2023 si chiude con alcuni importanti appuntamenti:

  • è l’ultimo giorno disponibile per il versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse nel secondo trimestre 2023 (aprile-maggio-giugno), obbligatorio per importi totali superiori a 5 mila euro (in caso di importi inferiori, il versamento potrà essere prorogato al 30 novembre);
  • entro questa data è ancora possibile inoltrare la domanda di indennità per il cosiddetto “Bonus alluvione”, disponibile per i lavori autonomi, i professionisti, i co.co.co  e i rappresentati commerciali. L’invio dovrà essere effettuato all’INPS soltanto in modalità telematica, attraverso il portale dell’ente di previdenza;
  • Rottamazione quater per quanto riguarda i soggetti alluvionati (relativa al periodo gennaio 2000 – 30 giugno 2022).

Ricordiamo, infine, che entro il 2 ottobre (tenendo conto che il 30 settembre è di sabato, quindi la scadenza slitta al mese successivo) i contribuenti dovranno presentare la dichiarazione dei redditi (il 730/2023) attraverso CAF, professionisti abilitati o tramite l’invio della dichiarazione precompilata. Fino al l 25 ottobre, invece, sarà possibile integrare o correggere errori sulla documentazione.

Per chi vuole avere maggiori dettagli sui singoli adempimenti, sulle modalità di presentazione delle richieste o di pagamento, è disponibile come sempre lo scadenzario fiscale dell’Agenzia delle entrate sul sito ufficiale dell’ente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.