2 per mille: cos’è, beneficiari e Elenco Codici Donazioni a Partiti Politici 2023

0
36874

Cos’è il 2 per mille

Il 2 per mille è una percentuale dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) dovuta allo Stato che il contribuente può destinare a Partiti Politici o associazioni del mondo no profit culturale.

Il 2 per mille è un contributo volontario pertanto è possibile anche non destinare alcuna quota.

A chi destinare il 2 per mille?

Il contribuente può destinare una il due per mille delle proprie tasse a favore di

  • uno dei partiti politici iscritti nella seconda sezione del registro di cui all’articolo 4 del decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149.
  • un’associazione culturale iscritta in un apposito elenco istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri (art. 97-bis, D.L. n. 104/2020). Questa possibilità anche per il 2023 non è stata ripristinata.

Elenco Partiti Politici Beneficiari 2 per mille 2023

Nel seguito l’elenco dei codici da utilizzare per la compilazione della sezione relativa alla detrazione fiscale IRPEF sulle donazioni ai Partiti Politici

Troverete nella prima colonna la denominazione con cui il partito politico si è registrato ed il codice da utilizzare nella dichiarazione dei redditi

PARTITO POLITICO CODICE
Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista Z40
Azione S48
Centro Democratico A10
Coraggio Italia A52
Democrazia Solidale – Demo. S A41
Europa Verde – Verdi B30
Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale C12
Italia al Centro C53
Italia dei Valori C31
Italia Viva C46
Lega Nord per l’Indipendenza della Padania D13
Lega per Salvini Premier D43
Movimento Associativo Italiani all’Estero – MAIE E14
Movimento 5 Stelle E54
Movimento Politico Forza Italia F15
Noi con l’Italia E50
Partito Autonomista Trentino Tirolese K18
Partito Democratico M20
Partito Socialista Italiano R22
+ Europa R45
Possibile S36
Radicali Italiani S47
Sinistra Italiana T44
Stella Alpina U37
Sud chiama Nord U55
Südtiroler Volkspartei W26
UDC – Unione di centro Y29
Unione Sudamericana Emigrati Italiani Z38
Union Valdôtaine Y27

Donazioni ai Partiti politici: come funzionano

Il contribuente può destinare una quota pari al due per mille della propria imposta sul reddito a favore di uno dei partiti politici iscritti nella seconda sezione del registro di cui all’articolo 4 del decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149, e il cui elenco è trasmesso all’Agenzia delle Entrate dalla “Commissione di garanzia degli statuti e per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti politici”.

Per esprimere la scelta a favore di uno dei partiti politici destinatari della quota del due per mille dell’Irpef, il contribuente deve apporre la propria firma nel riquadro della scheda, indicando nell’apposita casella il codice del partito prescelto. La scelta deve essere fatta esclusivamente per uno solo dei partiti politici beneficiari.

Per vedere come funziona a e come si calcola la detrazione potete leggere l’articolo gratuito che trovate qui nel seguito.

Donazione ai partiti politici: come funziona e quanto si risparmia con l’erogazione liberali ai partiti politici

Gianluca Rossi è Dottore Commercialista regolarmente iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano. Esperto in consulenza finanziaria, fiscale e contabile, tiene anche corsi di formazione dei praticanti, trattando le tematiche della contabilità e fiscalità italiana. Lavora per Studio Rossi & Partners dal 2014, occupandosi prevalentemente di 730 e stesura dichiarazioni fiscali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.