IMU e TASI 2021 in caso di Decesso e successione: chi paga e quanto

prima casa successione donazioneVediamo in caso di decesso del proprietario di casa chi deve pagare la TASI e l’IMU 2021 tra gli eredi chiamati alla successione per non incorrere in sanzioni tributarie.
Nel caso di decesso del contribuente proprietario di una o più unità locali con annesse pertinenze l’obbligo del versamento delle imposte (o tasse come spesso le chiamate voi) ricade inevitabilmente in capo agli eredi ma bisogna capire quando scatta esattamente per determinarne anche le scadenze.




I pagamenti risultano essere due in quanto abbiamo l’obbligo del versamento IMU e TASI relativo a:

  • L’imposta di competenza fino al giorno di apertura della successione a carico del de cuius;
  • L’imposta che scatta dal giorno di apertura di successione fino alla prima scadenza successiva.

Se dovessimo fare un esempio, nel caso di un decesso al 31 ottobre si dovrà provvedere a versare l’imposta del contribuente deceduto dal primo luglio fino alla data di apertura della successione che supponiamo avvenga il primo novembre. L’erede dovrebbe poi versare dal primo novembre a immaginiamo fino al 16 dicembre.

Logico che il defunto non potendo pagare a posteriori l’imposta dovranno versarla gli eredi in relazione alla propria percentuale (nel caso per esempio di tre fratelli: un terzo a testa). Il diritto di abitazione matura indipendentemente dall’accettazione dell’eredità.


Il momento scatta dall’apertura della successione (leggete a tal proposito la Guida alla Successione per aiutarvi) a tal proposito nell’articolo linkato trovate le tempistiche e le Modalità di apertura della successione.

Casa utilizzata dal coniuge ancora vivo

Non è infrequente il caso in cui il coniuge proprietario sia il primo a passare a miglior vita. Al coniuge superstite spetta il diritto di abitazione e ci si pone la domanda se debba pagare IMU e TASI. La risposta è che dovrà considerarsi come titolare del diritto di abitazione per cui l’IMU godrebbe dell’agevolazione prevista per l’abitazione principale qualora sia utilizzata dal coniuge vivente come dimora abituale e abbia ivi stabilito la residenza legale mentre per la TASI sembrerebbe doversi procedere al pagamento.  Il coniuge superstite pagherà il saldo per il defunto marito fino al giorno di apertura della successione e la moglie o coniuge superstite la restante parte.

Da quando gli eredi pagano IMU e TASI

Nel caso di acquisto di un immobile per successione ossia abbiate ricevuto per eredità un immobile il pagamento dell’IMU e della TASI dovrà avvenire non a partire dalla data di apertura della successione ma dal giorno della morte del de cuius.

Accettazione dell’eredità con beneficio di inventario

Nel caso in cui accettiate l’eredità con beneficio di inventario i debiti vantati dal fisco dovranno essere onorati nei limiti delle somme realizzate dalla vendita dei beni che entrano nella successione. Questo per dirvi che non rischierete di vedervi aggredire il patrimonio personale per una cartella del de cuius. Sicuramente se siete cugini di terzo grado e vi chiamano per accettare l’eredità fatevi una domanda: come mai nessuno prima di me l’ha accettata? Potrebbe essere utile capire e chiarire se vi sono pendenze o debiti da onorare e quanto valgono. A tal proposito comunque ho scritto un articolo dedicato proprio alla gestione delle cartelle di pagamento del defunto per orientarvi nella loro gestione (insomma non pagatele subito ma prima leggete e nel caso sentite un dottore commercialista).

Possiamo dire che succede un pò quello che si ha anche nel caso di acquisto o vendita di immobile in corso d’anno ai fini IMU e TASI

Non entro nel merito del calcolo delle imposte che potete trovare ai link che vi segnalo nel seguito.

Guida IMU

Guida TASI

 Nuovo articolo dedicato all’ IMU e TASI per Residenti all’estero con Immobili in Italia

Novità dalla Legge di Bilancio 2020

A far data dal 01/01/2020, la Tasi viene abolita ma di fatto confluisce nell’IMU per cui non si ravvedranno riduzioni del  costo per questi due tributi a saldo complessivo. L’acconto IMU infatti dovrà essere versato in misura pari al 50% da calcolare sulla somma tra IMU e TASI versata nel 2019.


Valuta l'articolo
[Totale: 138 Media: 2.4]

31 Commenti

  1. Salve dopo la morte di mio padre nel 2016 e successione nel 2017 io e i mie fratelli, 3 totali come figli ,e mia madre risultiamo per o rispettivi 2/9 e 3/9 coeredi di due appartamenti. In uno vive mia madre e nell altro mia sorella.Ho scoperto che la sorella che vive li paga l imu a nome di mio padre deceduto e che ha chiesto rimborso per le mie quote versate perché dice che io non devo pagare.Ma è possibile una cosa del genere? Grazie

  2. Buongiorno, siamo tre fratelli che hanno ereditato casa dei genitori, uno abita ed ha residenza in questa casa, a chi spetta pagare la tassa IMu? Grazie

  3. Salve,volevo sapere se dopo la morte dei mie genitori,immobile dove vivevano insieme a mio fratello( ancora oggi vive lì) , bisogna pagare IMU da parte mia?

  4. Buonasera se l’immobile ereditato è l’unico in mio possesso non avendo altre proprietà immobiliari è da considerarsi primo immobile e quindi esente da imu anche se non vi risiedo?

  5. buongiorno, mia madre che è deceduta 11 anni fa e ha lasciato un immobile e un conto postale. Noi siamo 7 fratelli e ad oggi non abbiamo fatto nessuna dichiarazione di successione a causa di mancanza di interesse a farla. Io abito nell immobile e vorrei effettuare dei lavori di ristrutturazione ma è necessario pagare tutti i tributi prima di poter richiedere il bonus per la ristrutturazione non so a chi rivolgermi per calcolare l IMU da pagare e a che nome pagarlo (mio o di mia madre che non c è più. Spero che possiate aiutarmi. grazie

  6. mio padre è venuto a mancare a gennaio 2019 ed era proprietario di una seconda casa.
    noi figli abbiamo inoltrato la successione a dicembre 2019 ,ma per un errore commesso da chi l ha fatta , si è conclusa a dicembre 2020.
    vorrei sapere se c è da pagare l imu su questo.bene, a nome di mio padre p.ognuno.in.percentuale sulle proprie quote?

  7. Buonasera,
    mi trovo nella stessa situazione del sig. Luca. Mia mamma é morta ad ottobre 2021 e nella casa vive mio padre. Non sono d’accordo con la sua risposta.
    L’imposta dovuta a titolo di IMU in relazione ad immobili caduti in successione é dovuta non dal proprietario ma dal coniuge de cuius in quanto titolare del diritto di abitazione previsto dall’art. 540 del cod.civile a favore del coniuge superstite. CTP Reggio Emilia sez. II 07.04.2017. Purtroppo non trovo sentenze emesse da CTR/Cassazione sull’argomento.

  8. Mio padre è morto,mia madre vive nella casa che avevano in comunione dei beni..io sono all estero da 20 anni..devo pagare imu ?

  9. Buongiorno, mio padre è deceduto nel 2018, in vita oggi vi è mia madre, che è proprietaria al 100% della casa Mio padre invece era solo usufruttuario al 100%.
    Oggi mi vedo recapitare a distanza di anni, una raccomandata dal comune dove è ubicato l’immobile, che intima di pagare TASI E TASSA ACQUA, in quanto un erede di mio padre (ma attualmente in quella casa vi abita la moglie) io ho residenza in tutt’altra città.
    Devo fare ricorso? È leggittimo il pagamento richiesto? oppure come io penso, deve pagare la moglie al 100% ? In quanto anche ora vi abita ed è proprietaria? Grazie è importante.
    Marino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 138 Media: 2.4]
error: Questo contenuto è protetto