HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Agevolazioni Fiscali CASA 2020 2019: Ristrutturazione, Risparmio Energetico, Mobili, Bonus verde

Agevolazioni Fiscali CASA 2020 2019: Ristrutturazione, Risparmio Energetico, Mobili, Bonus verde

Nel seguito una breve sintesi delle agevolazioni fiscali che sono state introdotte, modificate, rinnovate e prorogate con l’approvazione della Legge di Bilancio 2018 entrata in vigore il 29 dicembre 2017. Troverete interessanti chiarimenti e soprattutto i link di collegamento agli articoli di approfondimento a seconda della tipologia di lavoro a cui siete interessati.

Detrazione fiscale Risparmio energetico

È prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione del 65% per le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici che riguardano quindi le spese sostenute dal condominio.

Per le spese sostenute dal primo gennaio 2018 la detrazione fiscale finalizzata all’acquisto e/o posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto passa dal 65% al 50%.

Viene prevista l’esclusione del prezzo sostenuto per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe A di prodotto.

La stessa agevolazione fiscale viene prevista anche le spese sostenute per gli impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30 mila euro.

Quali restano al 65%

Si salva solo la detrazione fiscale per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A di prodotto e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi V, VI oppure VIII o con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro o con generatori d’aria calda a condensazione che resta confermata al 65% anche per il 2018.

Novità dalla Manovra di Bilancio 2020: proroghe e bonus facciate

Al fine di favorire gli investimenti sul patrimonio edilizio, anche per aumentare la resilienza e sostenibilità  sono prorogate le agevolazioni fiscali e gli incentivi sulle ristrutturazioni attraverso:

  • Proroga al 31 dicembre 2020  della detrazione per gli interventi di ristrutturazione edilizia al 50 per cento (da suddividere in 10 quote  annuali).
  • Proroga al 31 dicembre 2020 della detrazione al 50 o 65 per cento per gli interventi di efficienza energetica come l’installazione di pannelli solari, di impianti dotati di caldaie a condensazione almeno in classe A con sistemi di termoregolazione evoluti, di micro-cogeneratori,  di dispositivi per il controllo da remoto degli impianti (da suddividere in 10 quote annuali), anche per gli immobili degli Istituti autonomi  per le case popolari
  • Proroga per il 2020 della detrazione per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica elevata finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione 4
  • Introduzione per il 2020 di una detrazione dell’90% per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici  (“Bonus facciate“)

Con la Legge di Bilancio 2018 viene anche introdotta una novità in merito alla tempistica di trasmissione o scadenza entro cui effettuare la comunicazione all’ENEA per gli interventi che consentono la detrazione fiscale per il risparmio energetico.

Per il 2018 la scadenza sarà 90 giorni dall’entrata in funzione del potale finanziaria 2018 del 30 marzo per cui per i lavori  conclusi nel periodo 1 gennaio – 29 marzo > scadenza 27 giugno 2018.

A regime valgono i 90 giorni dalla fine lavori o dal collaudo. Anche per l’amministratore di condominio, limitatamente per  i lavori svolti nello stabile, dovrà prendere questa come data da cui far decorrere i 90 giorni, indipendentemente dal fatto che i condomini abbiano pagato o no la quota.

Importante: Dalla fine del 2018 è introdotta una nuova criticità in quanto per gli interventi finiti dal 1° gennaio al 21 novembre 2018, l’invio va fatto entro il 19 febbraio 2019 (nei primi 11 mesi si fa il 91% delle opere) mentre per quelli terminati dal 22 novembre in poi, si contano di volta in volta i 90 giorni.

Novità dalla Manovra 2019

Approvata la Proroga delle detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica, ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di mobili. 1. Al decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 – Detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, sono apportate le seguenti modificazioni: a) all’articolo 14: 1) ai commi 1 e 2, lettera b), le parole: «31 dicembre 2018» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2019»;

2) al comma 2, lettera b-bis), al primo periodo, le parole: «sostenute dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018» sono sostituite dalle seguenti: «sostenute dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019» e, al terzo periodo, le parole: «sostenute dal 1° gennaio 2018» sono sostituite dalle seguenti: «sostenute dal 1° gennaio 2019»;

3) al comma 2-bis, le parole: «sostenute nell’anno 2018» sono sostituite dalle seguenti: «sostenute nell’anno 2019»; b) all’articolo 16: 1) al comma 1, le parole: «31 dicembre 2018» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2019»;

2) al comma 2, le parole: «1° gennaio 2017» sono sostituite dalle seguenti: «1° gennaio 2018», le parole: «anno 2018» sono sostituite dalle seguenti: «anno 2019», le parole: «anno 2017», ovunque ricorrono, sono sostituite dalle seguenti: «anno 2018» e le parole: «nel 2018» sono sostituite dalle seguenti: «nel 2019»

Nuova Detrazione Risparmio energetico

Nuova agevolazione fiscale invece per l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, fino a un valore massimo della detrazione di 100 mila euro, a condizione che gli interventi producano un risparmio di energia primaria pari almeno al 20%. Non sono chiarite le modalità con cui questa percentuale debba essere garantita se tramite una asseverazione ex ante da parte del produttore o tramite perizia successiva. Sarei per la prima ipotesi al pari di quanto avviene per la trasmittanza degli infissi.

Interventi per il risparmio energetico 2019 2020: quali godono della detrazione fiscale al 65%

Agevolazioni fiscali sui lavori condominiali

Per le spese relative agli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica spetta una detrazione maggiorata all’80%, se gli interventi determinano il passaggio a una classe di rischio inferiore, ovvero dell’85%, se gli interventi determinano il passaggio a due classi di rischio inferiori. In tal caso, la detrazione è ripartita in 10 quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare delle spese non superiore a 136 mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

Costi di manutenzione ordinaria e straordinaria deducibilità fiscale : ristrutturazione, risanamento conservativo e altri

IACP

Gli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) possono beneficiare di tutte le detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica (e non più solo di quelle sulle parti comuni che danno diritto a detrazioni maggiorate del 70% e del 75%). Questi potranno sfruttare le agevolazioni fiscali anche per gli interventi antisismici. Le detrazioni potenziate previste per gli interventi antisismici possono essere fruite anche dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp)

Bonus ristrutturazioni edilizie

La detrazione fiscale per gli interventi di ristrutturazione e recupero del patrimonio edilizio è prevista la proroga anche per il 2018 e la percentuale resta ferma al 50% per gli interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio.

Proroga 2018 Bonus mobili e arredi prorogato

Alla fine è stato prorogato il bonus mobili e arredi anche per il 2018 ma solo per interventi di ristrutturazione iniziati dal primo gennaio 2017.

Bonus Mobili Arredi e Proroga 2020: la Guida su come funziona, come richiederlo e quanto risparmio risparmio

Nuovo Bonus verde

Prevista la nuova possibilità di detrarre le spese per gli interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, per gli impianti di irrigazione e per la realizzazione pozzi e di coperture a verde e di giardini pensili. La detrazione spetta nella misura del 36% per importi corrisposti fino ad un massimo di 5 mila euro.

 

Detrazione Irpef Spese ristrutturazione pagate dall’Inquilino: chi ha diritto e come indicarle nel 730

Bonus Mobili e arredi su più immobili: detrazione per arredamento seconda casa

 

 

 

Valuta l'articolo
[Totale: 20 Media: 3.3]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

6 commenti

  1. Avatar

    Buonasera vorrei sapere se posso usufruire degli incentivi o agevolazioni per una nuova istallazione di scaldabagno a gas

  2. Tasse-Fisco

    Gli infissi non consentono la detrazione in base alla distinzione tra manutenzione ordinaria o straordinaria ma in base al fatto che consentono una risparmio energetico; parliamo budini di due agevolazioni diverse. La novità interviene sulla classificazione degli interventi definibili come manutenzione ordinaria (sui quali mi permetto anche di sgranare gli occhi) e non su quella del risparmio energetico. Mi preoccuperei pertanto sempre di verificare il rispetto delle condizioni per quella detrazione

  3. Avatar
    Paola Martinelli

    Buongiorno,
    devo sostituire finestre in legno con finestre in PVC, l’ufficio tecnico del Comune mi ha detto che non devo presentare pratica edilizia, poichè in seguito al 2 marzo 2018 la sostituzione di serramenti, anche con materiali diversi, rientra negli interventi del glossario di edilizia libera e quindi di manutenzione ordinaria.
    A questo punto però posso usufruire ugualmente della detrazione fiscale prevista? Oppure essendo intervento di manutenzione ordinaria non ne posso usufruire?

  4. Avatar

    le spese per realizzazione di terre armate o le micropalificazioni per dissesti idrogeologici sono detraibili ? il privato cittadino puo’ accedere a qualche forma di incentivo statale o regionale ?

  5. Tasse-Fisco

    va bene ditta acquisto infissi

  6. Avatar

    Devo sostituire dei vecchi infissi in legno con degli infissi in pvc. Aprendo la pratica di ristrutturazione, posso mettere come impresa la ditta da cui acquisto gli infissi, oppure devo aprire la pratica con un’impresa edile?

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Questo contenuto è protetto