Quanto Risparmio con il Bonus Mobili e Arredi: Esempio Calcolo Risparmio

Nel seguito vediamo quanto si risparmia con il bonus mobili e arredi anche alal luce delle ultime novità introdotto dalla legge di bilancio 2021 e dagli ultimi decreti. 

Bonus Mobili e Arredi 2021

La Testo approvato della Manovra di Bilancio 2021 in vigore dal primo gennaio 2021 prevede la proroga del bonus mobili, arredi ed elettrodomestici anche per il 2021 con qualche novità.

Viene infatti previsto che il limite massimo di spesa attualmente fissato a 10 mila euro salga a 16 mila euro.

La percentuale di detrazione fiscale valida ai fini IRPEF resta invece invariata al 50% del costo sostenuto ed effettivamente rimasto a carico del contribuente.

Per quello che concerne la tipologia di mobili ed elettrodomestici questi dovranno essere di categoria o classe energetica non inferiore ad A+. Per elettrodomestici si intende qualsiasi apparecchiatura dotata di etichettatura.

Quando si parla di classe energetica mi riferisca naturalmente agli elettrodomestici anche se sta prendendo piede anche la certificazione di alcuni rivestimenti, anche se al momento mi sento di escludere la categoria merceologica che comunque continua ad essere agevolata ma tramite la detrazione fiscale sulla ristrutturazioni edilizie.

Nulla cambia rispetto al passato per quello che concerne la previgente formulazione dell’agevolazione fiscale in oggetto. Per cui restano fermi i soggetti che possono beneficiare del bonus e le tipologie di interventi ammessi.

Ulteriore novità 2021 riguarda la cessione del Bonus Mobili e arredi o la possibilità di esercitare direttamente lo sconto in fattura riducendo di tanto il costo effettivo dell’intervento e l’esborso finanziario.

Novità 2021: cessione o sconto in fattura del credito

Approvati i modelli e le ostruzioni per la compilazione e l’utilizzo tanto della cessione del credito quanto per la richiesta dello sconto in fattura aventi sempre ad oggetto i crediti derivanti dalle detrazioni fiscali.

Guida Compilazione modello Cessione del credito e sconto in fattura

Bonus Mobili e arredi quanto si risparmia in pratica

Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, la
detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro (16 mila euro dal 2021), riferito,
complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi
elettrodomestici.

La detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote
annuali di pari importo.
La detrazione non utilizzata in tutto o in parte non si trasferisce né in caso di decesso del contribuente né in caso di cessione dell’immobile oggetto di intervento di recupero edilizio.

Questo vale anche quando con la cessione dell’immobile sono state trasferite
all’acquirente le restanti rate della detrazione delle spese di recupero del patrimonio edilizio.

Il contribuente potrà continuare a usufruire delle quote di detrazione non
utilizzate anche se l’abitazione oggetto di ristrutturazione è ceduta prima che sia
trascorso l’intero periodo per usufruire del bonus.
Per gli acquisti di mobili ed elettrodomestici effettuati nel 2019 e riferiti a lavori
realizzati nel 2018, o iniziati nel 2018 e proseguiti nel 2019, la detrazione deve essere calcolata su un importo complessivo non superiore a 10.000 euro, al netto delle spese sostenute nel 2018 per le quali si è già fruito dell’agevolazione.

Logicamente maggiore sarà lo scaglione di reddito maggiore sarà il risparmio di cui si potrà beneficiare. Immaginate in fatti un contribuente che si colloca nel primo scaglione di reddito che subisce una tassazione del 23% rispetto ad uno che si colloca nell’ultimo scaglione del 43%. 

Il consiglio che vi posso dare quindi è quello di spostare sul soggetto della famiglia che ha il reddito più alto il sostenimento del costo per sfruttare al massimo il beneficio fiscale ottenibile dalla detrazione fiscale IRPEF. Ricordatevi sempre di farvi intestare la fattura facendo inserire il codice fiscale.

Visualizza Esempio Detrazione Fiscale Bonus Mobili e Arredi

Nel seguito trovate la guida che spiega in sintesi come funziona il bonus e che risponde a tutte le atre domande e richieste di chiarimenti. In questa guida gratuita troverete i passi da seguito dall’acquisto alla compilazione del 730. La guida ovviamente è gratuita e spero vi dia informazioni utili.

Bonus Mobili Arredi e Proroga 2021: la Guida su come funziona, come richiederlo e quanto risparmio risparmio

Esempio Calcolo Detrazione Fiscale Sostituzione Caldaia

Esempio Calcolo Detrazione Fiscale Sostituzione Infissi 

>>> Poi non scordate di leggere la guida con tutte le detrazioni e deduzioni fiscali da inserire nella vostra dichiarazioni dei redditi in modo da risparmiare il più possibile sul pagamento delle tasse dell’anno.

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]
error: Questo contenuto è protetto