Codice Tributo Donazioni Registrazione Atti pubblici, scritture private

0
371

L’agenzia delle entrate ha stabilito il codice tributo per il versamento dell’imposta di registro sulla registrazione di donazioni, atti pubblici, e scritture private autenticate,

Risoluzione 2 dicembre 2020, n. 76

L’Agenzia delle Entrate con questa risoluzione introduce dei codici tributo ad ho che sarà possibile utilizzare per procedere al versamento mediante modallo F24 telematico o presso la vostra banca o tramite home banking.

anto premesso, per consentire il versamento delle somme di cui trattasi, tramite modello F24, si istituiscono i seguenti codici tributo:

  • 1560” denominato ATTI PUBBLICI –Imposta di registro;
  • 1561” denominato “ATTI PUBBLICI –Sanzione pecuniaria imposta di registro– Ravvedimento“;
  • 1562” denominato ATTI PUBBLICI – Imposta di bollo”;
  • 1563” denominato “ATTI PUBBLICI – Sanzione imposta di bollo– Ravvedimento”;
  • 1564denominato “ATTI PUBBLICI –Interessi”;
  • 1565denominato “ATTI PUBBLICI – Imposta ipotecaria“;
  • 1566 denominatoATTI PUBBLICI – Imposta catastale“;
  • 1567” denominato “ATTI PUBBLICI Tassa ipotecaria“;
  • 1568” denominato “ATTI PUBBLICI –Sanzione imposte ipotecarie e catastali  Ravvedimento;
  • 1569” denominato “Imposta sulle donazioni”;
  • 1570” denominato “Sanzione imposta sulle donazioni – Ravvedimento”.

In sede di compilazione del modello F24, i suddetti codici tributo sono esposti nella sezione “Erario, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati“, con l’indicazione nel campo “anno di riferimento” dell’anno di formazione dell’atto, nel formato “AAAA”.

Per consentire il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute a seguito degli avvisi di liquidazione emessi dagli uffici dell’Agenzia delle entrate, è istituito il nuovo codice tributo “A198” per l’imposta sulle donazioni e per le restanti somme sono utilizzati i vigenti codici tributo di cui alle risoluzioni n. 16/E del 25 marzo 2016n. 57/E del 18 luglio 2018n. 9/E del 20 febbraio 2020 n. 73/E del 19 novembre 2020, di seguito indicati, appositamente ridenominati:

  • “A196” ridenominato “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI –ATTI GIUDIZIARI – Imposta di registro somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A197” ridenominato “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI –ATTI GIUDIZIARI – Sanzione Imposta di registro Imposta sulle donazioni – somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A146” ridenominato “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI –ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI –Imposta di bollo somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A148” ridenominato “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Sanzione Imposta di bollo somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A152” ridenominato “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Interessi – somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A140” ridenominato “ATTI PUBBLICI –ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI  Imposta ipotecaria – somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A141” ridenominato “ATTI PUBBLICI –ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI  Imposta catastale– somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A142” ridenominato “ATTI PUBBLICI – SUCCESSIONI – Tassa ipotecaria – somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A149ridenominato “ATTI PUBBLICI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Sanzioni Imposte e tasse ipotecarie e catastali –somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A151” ridenominato “ATTI PUBBLICI – ATTI PRIVATI – SUCCESSIONI – Tributi speciali e compensi – somme liquidate dall’ufficio”;
  • “A198” denominato “Imposta sulle donazioni  somme liquidate dall’ufficio”.

In sede di compilazione del modello F24 i suddetti codici tributo sono esposti nella sezione “Erario“, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati“, riportando, inoltre, nei campi specificatamente denominati, il “codice ufficio“, il “codice atto” e l'”anno di riferimento” (nel formato “AAAA”), indicati nell’atto emesso dall’ufficio.

Si precisa che le spese di notifica relative ai suddetti avvisi sono versate con il vigente codice tributo “9400 – spese di notifica per atti impositivi”.

I nuovi codici tributo saranno operativi a decorrere dal 7 dicembre 2020.

Entrata in vigore
I codici tributo potranno essere utilizzati per i versamenti presentati o trasmessi dal 7 dicembre 2020.

Il codice tributo per il versamento delle somme sugli avvisi di
liquidazione emessi dagli Uffici dell’Agenzia delle Entrate è il codice tributo “A198“. Questo servirà per il versamento dell’imposta sulle donazioni.

Restano validi i codici tributo invece stabiliti dalle Risoluzioni n. 16/2016, n. 57/2018, n. 9/2020 e n. 73/2020.

Guida Pratica Imposta sulle Donazioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.