HOMEPAGE / Famiglia e Matrimonio / Bonus nonni 2019 (con requisiti nipoti): come funziona, requisiti, quanto vale

Bonus nonni 2019 (con requisiti nipoti): come funziona, requisiti, quanto vale

2 nonni contenti del loro bonus nipotiIl bonus nonni è fra i numerosi emendamenti di modifica alla Legge di Bilancio 2018, “Alternativa popolare” aveva proposto una misura economica a sostegno delle famiglie: il bonus nonni.
Le parti politiche e sindacali in Italia sono costantemente impegnate in dibattiti accessi e aspre polemiche per studiare nuove misure economiche ed emendamenti per modificare la manovra finanziaria. In fondo da diversi anni la situazione economica italiana, nonostante gli sforzi fatti dai governi che si sono succeduti nel tempo, i sacrifici dei cittadini e delle famiglie e i piccoli passi in avanti, resta abbastanza critica e preoccupante per il futuro.
Uno stallo finanziario da cui uscire al più presto con misure che puntano a dar respiro alle famiglie e ad incentivare nuovi investimenti imprenditoriali.  Vediamo allora nei paragrafi successivi cos’è il bonus per i nonni, quali sono le agevolazioni e quali i requisiti previsti da una misura mai definitivamente confermata e dunque non attualmente in vigore.

Bonus per i nonni che si occupano dei nipoti

Nelle intenzioni dei proponenti questo bonus fiscale è una misura da introdurre nel sistema fiscale italiano per riconoscere uno sconto Irpef per le spese affrontate dai nonni in favore dei nipoti. Vale a dire si tratterebbe di estendere la detrazione al 19% prevista per i figli anche ai nipoti, parenti in linea retta. Questo perché il ruolo dei nonni in una famiglia riveste sempre maggiore importanza e nel nostro Paese il numero di nonni impegnati quotidianamente nell’accudire i loro nipoti è in costante crescita.

Oggigiorno sono tantissimi i nonni che di fronte a reali difficoltà familiari pagano le rette scolastiche e sostengono altri tipi di spese per i loro nipoti, tra cui quelle mediche. Spese regolarmente documentate che meriterebbero lo stesso trattamento fiscale riconosciuto alle spese sostenute per i figli. Riconoscere l’importanza di una figura determinante in ambito familiare come quella del nonno sarebbe quindi un segnale importante per le famiglie e un piccolo aiuto economico.

A chi spetta il bonus nonni

Qualora andasse mai in vigore, funzionerebbe probabilmente secondo le seguenti modalità:

  • il bonus in pratica sarebbe riconosciuto ai nonni che sostengono delle spese in favore dei parenti in linea retta. Siccome i nipoti rientrano nella categoria dei parenti in linea retta, ai nonni di conseguenza spetterebbe la detrazione del 19%, così come avviene oggi per le spese sostenute per i figli.
  • Naturalmente, in fase di studio, è stato individuato anche il campo delle spese ammissibili, cioè i costi detraibili con questa eventuale nuova misura. Tra le spese ammesse al bonus rientrerebbero i costi per le attività sportive per i nipoti di età compresa tra i 5 e i 18 anni, le spese sanitarie, le spese scolastiche, universitarie e assicurative.

Requisiti del bonus per i nonni

Per capire meglio la natura del bonus nonni, facciamo un passo indietro e vediamo qual è la situazione attuale. Ad oggi, infatti, secondo la normativa vigente, i nonni possono regolarmente detrarre le spese sostenute in favore dei nipoti solo in determinate condizioni. A riportate i requisiti utili per la fruizione delle detrazioni ci ha pensato la circolare del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) n. 95 del 2000.

Secondo questa circolare, i nonni possono portare le spese in detrazione solo in caso di convivenza con i nipoti o quando li sostengono con assegni alimentari. In poche parole, attualmente, i nonni possono fruire delle detrazioni per i nipoti esclusivamente quando questi ultimi sono a carico, convivono con loro e non percepiscono un reddito maggiore a 2.840,51 euro. Condizioni evidentemente ritenute troppo restrittive da parte di chi vorrebbe una misura più elastica mirata ad allargare la platea dei possibili beneficiari.

Il bonus punta dunque a un’interpretazione decisamente più elastica della misura a favore dei nonni, in quanto la misura proposta prevede l’estensione dello sconto Irpef alle spese scolastiche, sanitarie e sportive sostenute per i nipoti. Infatti, con l’eventuale entrata in vigore del bonus nonni per beneficiare delle detrazioni non ci sarebbe più bisogno di specifiche condizioni.

A quanto pare siamo ancora lontani da una possibile definitiva approvazione e la questione sembra un po’ accantonata. L’aggravio di spesa previsto per le casse del Bilancio dello Stato ha evidentemente frenato la nuova misura proposta da Alternativa popolare. Per finire, i tempi per vedere riconosciuto ai nonni lo sconto fiscale previsto per i figli sembrano ancora piuttosto lontani…

Valuta l'articolo
[Totale: 5 Media: 3.4]

About Promy

Promy
Giovane ma intrapredente laureato in Economia, segue temi economici di interesse generale con lo scopo di aiutare tanti italiani a districarsi fra temi spesso ostici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.