Acquisti con carta di credito: quando spetta la detrazione o la deduzione fiscale nella dichiarazione dei redditi

0
44

Il tema della competenza delle detrazione o della deduzione fiscale per gli acquisti effettuati con carta di credito a fine anno apre un tema da non sottovalutare per non rischiare di vedersi disconosciuta la detrazione fiscale in anno dall’agenzia delle entrate.

Sappiamo infatti che tutti gli oneri e le spese che danno diritto alla deduzione dal reddito danno diritto al beneficio fiscale solo se imputati nella dichiarazione secondo un principio di cassa. Per principio di cassa si intende nell’esercizio in cui sono sostenuti fisicamente ossia quando il contribuente ha effettuato la spesa.

La deduzione fiscale IRPEF spetta solo per gli oneri e le spese indicati nel TUIR o in altre disposizioni di legge. 

Inoltre sono deducibili o detraibili solo gli oneri e le spese indicati nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui sono stati sostenuti e idoneamente documentati

Il problema che ingenera il dubbio nei contribuenti e quindi le domande in cerca di risposta sono se, nel caso dell’addebito della carta di credito solitamente introno al 13 o 16 del mese successuv a quello di effettuazione della spesa la competenza di quel costo sia da considerarsi nell’anno in cui è stata strisciata la carta e quindi effettuato l’acqsuito o in quello di arrivo dell’estratto conto. Basti pensare agli acquisti effettuati a dicembre per comprendere l’ampiezza del problema.

Fortunatamente ci viene in soccorso l’agenzia delle entrate che in un apposita risoluzione che trovate qui da scaricare fornisce una risposta chiara

Gli oneri e le spese abbattono il reddito complessivo nel periodo d’imposta in cui sono stati effettivamente sostenuti (principio di cassa). In caso di utilizzo della carta di credito, rileva il momento in cui è stata utilizzata la carta e non assume nessuna rilevanza, invece, il diverso e successivo momento in cui avviene l’addebito sul conto corrente del titolare della carta, momento che può quindi collocarsi anche in un periodo d’imposta successivo (Risoluzione 23.04.2007 n. 77/E).

Nonostante questa risposta si potrebbe anche ammettere che il contribuente che si scordi di portare in detrazione fiscale un costo non è giusto che si veda preclusa la possibilità di farlo anche perchè il fisco ha beneficiato di un anno di quella detrazione o deduzione non esercitata….ma questa è un’altra storia che qualcuno non vuole ascoltare….

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.