Prescrizione Accertamento TARI: impugnazione per nullità

La prescrizione dell’accertamento fiscale sulle cartelle di pagamento aventi ad oggetto la TARI ossia la tassa sui rifiuti è soggetta esiste ed esercita la sua efficacia. Vediamo quali sono i termini ordinari di prescrizione delle cartelle di pagamento, accertamenti fiscali e avvisi di liquidazione della tassa sui rifiuti emessi dalle aziende municipalizzate che si occupano sia della raccolta die rifiuti sia della quantificazione delle tasse da versare.

Termini prescrizione TARI: quando scade

Gli accertamenti fiscali aventi ad oggetto la TARI sottostanno agli ordinari termini di prescrizione imposti dal legislatore. Nel seguito vediamo quali sono ed entro quale scadenza il comune, l’amministrazione finanziaria o l’agenzia della riscossione possono effettuare la notifica pena l’annullabilità dell’atto.

Parliamo di annullabilità per cui è necessario procedere all’impugnazione da far valere dinnanzi al giudice o richiedere l’annullamento direttamente all’ente che ha emesso l’atto-.

Ci preme infatti segnarle che la notifica di un atto, decorsi i termini prescrizionali  di notifica lo rendono privo di manifestare i suoi effetti a patto però che il contribuente lo impugni entro i termini (solitamente 60 giorni dalla notifica).

A titolo di esempio il Comune può notificare un accertamento sulla TARI relativo all’imposta dovuta nel 2015 al più entro il 31 dicembre del 2021. Entro tale data infatti il Comune può effettuare il recupero dell’imposta non versata o versata in modo parziale a causa di un errore.

Vi ricordiamo inoltre che per essere dovuto la TARI è necessario che il fabbricato, locale, magazzino, negozio o altra unità locale deve essere “suscettibile di produrre rifiuti urbani” così come disciplinato dall’articolo 1, comma 641, della Legge n. 147/2013.

Il presupposto per l’applicazione della tassazione sui rifiuti è il possesso e non la proprietà di un bene. Questo vuol dire che non è detto che sia il proprietario a dover pagare la TARI ma potrà essere anche l’inquilino, affittuario, usufruttuario.

E’ sufficiente infatti la mera detenzione, uso utilizzo o anche solo possesso del locale.

TARI come non pagarla

Se proprio non volete pagare la TARI penso che oramai lo sanno anche i sassi: staccate le utenze che possono essere luce o acqua.

Nel seguito trovate la tabella con la prescrizione ordinaria prevista per gli accertamento fiscali

Tabella prescrizione Accertamento


Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]
error: Questo contenuto è protetto