HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Tasse sui Terreni agricoli o edificabili ma non affittati

Tasse sui Terreni agricoli o edificabili ma non affittati

terrenoIl proprietario o possessore del terreno devono versare l’imposta Irpef già solo per il fatto di detenerlo e qui vediamo quanto pesa e come si effettua il calcolo secondo le regole del reddito dominicale. Questo elemento si aggiunge ai già cospicui costi e spese di gestione e manutenzione a cui è sottoposto il proprietario che si vedrà applicare anche una tassazione a titolo di imposta Irpef, da dichiararsi nel modello 730 o per le società a livello di Ires da dichiararsi nel modello Unico.

A chi è intestato il terreno non edificabile

Bisogna prima di tutto fare una distinzione per i terreni posseduti dalle persone fisiche, in quanto qui affrontiamo solo il caso in cui non rientrino nell’ambito della attività imprenditoriale, professionale o agricola del proprietario, altrimenti il terreno avrebbe un diverso trattamento fiscale. Nel caso invece, e capita spesso, si sia entrati in possesso tramite successione o sia abbia acquistato un terreno, il mero possesso genera reddito fondiario soggetto a tassazione secondo il reddito dominicale o anche reddito agrario.

Il reddito fondiario infatti può essere generato sia dal reddito dominicale derivante dal possesso dei terreni è che è oggetto di specifico articolo di approfondimento sia dai redditi agrari derivanti dai terreni sia dai fabbricati.

Esenzioni e esclusioni dalla tassazione dei terreni

Sono esclusi prima di tutti i terreni che costituiscono pertinenza di fabbricati urbani ex articolo 27, comma 2 e 31 comma 4 del Tuir come anche i terreni dati in affitto per usi non agricoli, i terreni destinati ad usi agricoli, i terreni utilizzati per fini di interesse collettivo come parchi per esempio, i terreni che invece generano reddito di impresa o imprese commerciali o che costituiscono terreni strumentali per l’esercizio della professione di lavoro autonomo (perchè sono tassati in capo alla società che li sfrutta) ed in ultimo le cave (anche se non so quanti di voi possiedono una cava)

Esclusioni dalla tassazione di alcuni terreni

Non sono soggetti alla tassazione dominicale o agraria per cui non generano il reddito fondiario diverse fattispecie di terreni prima tra tutti quelli che costuiscono giardini pubblici o parchi o che costituiscono pertinenze di fabbricati urbani o immobili privati oppure i terreni concessi in locazione o affitto non per svolgere attività agricole.

Non generano reddito nemmeno quelli che costutuiscono terreni di attività commerciali come nel caso dei terreni delle società immobiliari che saranno immobili merce ma anche nel caso di immobili (stiamo parlando sempre di terreni) che sono per esempio il terreno intorno alla sede legale della società oppure che lo sono per destinazione (e che costituiscono beni strumentali di attività commerciali) ed i terreni che cono destinati all’esercizio di attività agricole purchè nei limiti dello sfruttamento descritto dall’articolo 32 del Tuir ossia al massimo nei limiti del reddito medio ordinario ritraibile dal terreno. Non sono soggetti a tassazione neanche quelli che classificati come “cave”, purchè concessi a terzi in dipendenza di un contratto di locazione.

Chi deve dichiarare il reddito fondiario del terreno

Sono obbligati i proprietari del terreno o coloro che su di esso vantano un diritto reale, come il diritto di superficie, usufrutto, enfituesi o uso o anche il censo o la colonia perpetua, queste due ultime fattispecie si riscontrano e caratterizzano proprio in questo ambito.

Il reddito dominicale

Questo è disciplinato dall’articolo 26 e 27 del TUIR e potete comprenderne quanto vale leggendo l’articolo dedicato al calcolo del reddito dominicale dei terreni in modo da rnedervi conto quanto vale anche solo il mero possesso senza lo sfruttamento o l’avvio di una attività agricola, fattspecie che come vedremo determina un differente livello di tassazione.

Come indicarli nella dichiarazione dei redditi

Potete leggere a tale scopo l’aticolo dedicato all’ indicazione dei terreni nel 730 o nel modello Unico per la dichiarazione dei redditi. Potete anche approfondire altre tipologie di tassazione come nel caso dell’IMU sui terreni.
Oppure la tassazione applicata in caso di donazione di terreni a figli o familiari o dell’imposta sostitutiva sulla cessione di terreni.

Fattispecie particolari: la nuda proprietà

Nel caso di nuda proprietà il soggetto che indicherà una quota paete di reddito derivante dalla prprietà non sarà la nuda proprietaria del terrneo o del fabbricato ma il proprietario. Lo stesso anche nel caso di usufrutto o altro diritto reale.

Se volete Vendere i vostri terreni

Vi segnalo da subito la guida alla tassazione dei terreni sulla vendita.

Tasse sui canoni derivanti dall’affitto di terreni per usi non agricoli

Se volete regalare dei Terreni

Chiamateci :-)….a patto che i costi di manutenzione e gestione e messa a norma non siano elevati :-))) Non è raro che la regione imponga delle regole di manutenzione e getione dei terreni che rendano di fatto non conveniente il mero possesso per cui se non lo sfruttate economicamente potreste incorrere in costi superiori ai proventi che ne potrebbero derivare laciandoli incolti.

IMU e TASI sui Terreni Agricoli

Potete leggere anche l’articolo di approfondimento dedicato al pagamento della TASI e dell’IMU sui terreni che sono stati oggetto di modifiche dopo la Legge di stabilità 2016 e a partire dal 2016

Valuta l'articolo
[Totale: 11 Media: 2.5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.