HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Moltiplicatori Calcolo Imposta Registro e Successione su Terreni e Fabbricati

Moltiplicatori Calcolo Imposta Registro e Successione su Terreni e Fabbricati

Nel seguito troviamo la sintesi dei moltiplicatori per il calcolo dell’imposta di successione e registro per i terreni, fabbricati, case, appartamenti e ogni altra unità locale. Il calcolo semplificato dell’imposta di registro sui trasferimenti che avvengono per successione morti causa di beni immobili di diversa natura catastale avviene con l’utilizzo di appositi moltiplicatori catastali.

Questi moltiplicatori di fatti riducono l’imposta di successione che si pagherebbe se si dovesse applicare al prezzo indicato nell’atto dal notaio tel quel. Questa forma di agevolazione fiscale consente una riduzione dell’imposta di pagare e si applicano tanto nei trasferimenti inter vivos quanto in quelli mortis causa ossia come avviene nel caso della successione o della donazione di case, appartamenti o fabbricati.

Qui per semplicità parliamo di unità locali i modo da semplificarci la vita.

Moltiplicatore imposta di registro Terreni

Nel caso dei terreni non parliamo di rendita catastale ma di reddito dominicale o del reddito agrario la cui definizione e modalità di calcolo e determinazione sono stati oggetto di uno specifico articolo di approfondimento. In calce all’articolo lo troverete insieme ad altri argomenti di approfondimento correlati.

Il moltiplicatore da applicare al reddito dominicale del terreno oggetto di successione rivalutata che entra nella successione sarà pari a:

75 x 25% x 20% = 112,50

Per farvi un esempio se prendiamo per semplicità un’unità locale con una rendita catastale di mille euro il coefficiente di moltiplicazione sarà 112,50 per cui la base imponibile su cui applicare l’aliquota e ottenere, così, il valore dell’imposta di registro da versare esattamente sarà pari a 112.500 euro. Tuttavia nel caso di terreni pertinenziali ai fabbricati il moltiplicatore sarà pari a 103,125.

Moltiplicatore imposta di registro Categoria C1

Il moltiplicatore da applicare alla rendita catastale rivalutata che entra nella successione sarà pari a:

34 x 5% x 20% = 42,84%

Se prendiamo sempre come esempio la rendita catastale di prima di 1.000 euro la base imponibile u cui applicare l’imposta di registro sarà pari a 42,840 euro.

Successione di un ufficio A10

Nel caso di fabbricati di categoria catastale A10 ossia immobili residenziali ad uso ufficio avremo che il coefficiente di moltiplicazione sarà dato dalla seguente formula

50 + 5% + 20% = 63

Riprendendo l’esempio di prima la base imponibile per l’imposta di registro sarà quindi pari a 63 mila euro

Successione di Opifici Categoria catastale D

Nel caso di fabbricati di opificio il moltiplicatore per il calcolo della base imponibile dell’imposta di registro sarà pari a al risultato della seguente formula.

50 + 5% + 20% = 63

Riprendendo l’esempio di prima la base imponibile per l’imposta di registro sarà quindi pari a 63 mila euro

Questa formula vale anche nel caso dei fabbricati della categoria B e D.

Moltiplicatore imposta di registro Categoria E

Il moltiplicatore da applicare alla rendita catastale rivalutata che entra nella successione sarà pari a:

34 x 5% x 20% = 42,84%

Se prendiamo sempre come esempio la rendita catastale di prima di 1.000 euro la base imponibile u cui applicare l’imposta di registro sarà pari a 42,840 euro.

Moltiplicatore imposta di registro Altri fabbricati diversi dai precedenti

Laddove non abbiate trovate il moltiplicatore specifico della vostra unità locale potete fare riferimento alla categoria residuale che prevede la costruzione del moltiplicatore sulla base della seguente formula di calcolo

100% + 5% + 20% = 126.

Moltiplicatore imposta di registro prima casa

Per il moltiplicatore relativo alla successione della prima casa vi rimando allo specifico articolo di approfondimento dove troverete anche altri interessanti chiarimenti che valgono per l’imposta di successione. Qui posso anticiparvi però che il valore del motiplicatore è pari a 115,5.

Nel seguito trovate lo sviluppo di quanto scritto finora con l’aiuto di una tabella sintetica che ripercorre per ciascuna categoria la rivalutazione ed il moltiplicatore da adottare.

Categoria catastale Rendita catastale/Reddito Dominicale Moltiplicatore Rivalutazione 1 Rivalutazione 2 Base imponibile
Terreni 1000 75 25% 20%  112.500
Fabbricati C1 1000 34 5% 20%  42.840
Fabbricati E 1000 34 5% 20%  42.840
Fabbricati A10 1000 50 5% 20%  63.000
Fabbricati B 1000 50 5% 20%  63.000
Fabbricati D 1000 50 5% 20%  63.000
Altri fabbricati 1000 100 5% 20%  126.000
Prima casa 1000 100 5% 10%  115.500

Se alla base imponibile andiamo ad applicare una delle aliquote vigenti per la determinazione dell’imposta di registro sulla base della tipologia del successore avremmo l’effettivo imposta di successione da versare.

Ma questo è l’oggetto della Guida Gratuita al calcolo dell’imposta di registro che trovate nel seguito.

Imposta di registro Box, Posti auto, garage e Cantine: base imponibile, valore catastale e aliquota

Calcolo Valore Catastale del Terreno per l’imposta di registro: quanto vale e come fare

 

Valuta l'articolo
[Totale: 10 Media: 4.2]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.