Come chiudere il conto di Banca Intesa San Paolo

Intesa San Paolo logo orizzontaleVolete chiudere il vostro conto? In quest’articolo vi illustreremo la guida per chiudere un conto corrente Intesa San Paolo. Come richiedere la chiusura del conto Banca San Paolo:
Si può richiedere la chiusura di un conto corrente Intesa San Paolo soltanto per forma scritta e secondo 3 modalità:

  • presso la filiale nel quale si è aperto il conto, o presso un’altra filiale della stessa banca;
  • per posta solo alla filiale dove è stato aperto il conto. La raccomandata con ricevuta di ritorno non è obbligatoria, ma di certo rende più comoda e veloce l’operazione di chiusura;
  • presso un’altra banca (con residenza italiana) in cui il soggetto è correntista, che richiederà la chiusura alla filiale Intesa San Paolo dove è intrattenuto il conto da chiudere.

La chiusura del conto può essere richiesta dal titolare, o da un rappresentante legale se il soggetto è incapace di intendere e volere e, ancora, da un soggetto delegato all’uso del conto, se autorizzato da una richiesta scritta del titolare del conto stesso.

In caso di conto a firme congiunte, servirà la firma di entrambi i cointestatari, altrimenti in caso di firme disgiunte sarà sufficiente la firma di uno solo dei cointestatari. Se si utilizza la forma di richiesta di chiusura del conto corrente tramite un’altra banca dovrà arrivare invece la firma di tutti i cointestatari, anche in caso di conto a firma disgiunta.

Cosa riconsegnare alla banca in sede di chiusura del conto

Per chiudere un conto corrente Intesa San Paolo si devono riconsegnare tutte le carte bancomat e tutte le carte di credito. Non è obbligatorio, ma è scelta saggia restituire alla banca anche gli assegni non utilizzati presenti nel proprio libretto. E poi ancora è obbligatorio restituire tutti gli strumenti per operare in home banking, come la chiavetta O-Key, anche se ormai non più utilizzata (per garantire maggiore sicurezza da alcuni mesi i correntisti di Intesa San Paolo, come succede anche per altre banche, utilizzano un’app al posto della chiavetta).

Le istruzioni da fornire alla banca in sede di chiusura

Ad Intesa San Paolo vanno date precise indicazioni sui pagamenti ricorrenti e RID bancari come ad esempio il pagamento delle rate del mutuo o delle utenze, Telepass o Viacard (dove essi sono stati trasferiti oppure se si è concordato altre forme di pagamento con i soggetti stessi). Il tutto deve essere provato tramite un documento che testimoni la cessazione di collegamento tra il conto o la carta di credito ed il pagamento in questione.

I titoli dovranno essere venduti o trasferiti nel deposito del nuovo istituto finanziario scelto. Nel modulo di richiesta di chiusura del conto corrente vanno indicati i recapiti (anche cellulari e di posta elettronica) dove la banca potrà inoltrare comunicazioni al soggetto o ai soggetti inerenti la chiusura, altrimenti la banca utilizzerà quelli forniti in precedenza.

Come ricevere il saldo del conto, i tempi di chiusura e le eventuali spese

Il saldo può essere trasferito secondo tre modalità: bonifico verso altro conto corrente o carta prepagata, assegno o in contanti, quest’ultimo soltanto in caso di piccole cifre.

Se al conto non è collegato nessun servizio basteranno 3 giorni lavorativi per la chiusura, altrimenti si allungheranno a 12, come da direttiva europea sull’argomento recepita in Italia dal 2015. Il tutto si può allungare in caso di servizi e pagamenti collegati a conto e carte di credito non ancora dismessi, o in caso di conto in rosso.

In caso di chiusura del conto tramite la richiesta di un’altra banca, troverete la data effettiva di chiusura direttamente sul modulo stesso che il nuovo istituto finanziario vi farà riempire e firmare.
Dalla data di richiesta di chiusura a quella effettiva si potranno continuare ad utilizzare alcuni servizi della banca stessa, ma tali operazioni potranno allungare i tempi della chiusura del conto.

Il modulo per la richiesta di chiusura del conto corrente Intesa San Paolo lo trovate al seguente indirizzo internet:

https://www.intesasanpaolo.com/content/dam/vetrina/trasparenza/it/Documenti/Doc/Pdf/FI/FI-Other/FI-1430.pdf

Le uniche spese che dovrete versare per chiudere un conto corrente sono quelle di gestione, se previste dal contratto, l’imposta di bollo e gli eventuali interessi passivi se state chiudendo un conto a saldo negativo.

Valuta l'articolo
[Totale: 3 Media: 4.7]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 3 Media: 4.7]
error: Questo contenuto è protetto