Riduzione IMU e TARI per gli stranieri che hanno casa in Italia dal 2021

Il testo definitivo della Legge di Bilancio 2021 prevede una nuova agevolazione consistente nella riduzione del 50% dell’IMU e della TARI su alcuni immobili ubicati nel territorio dello Stato da proprietari residenti all’estero. In pratica se la leggiamo in modo malizioso è un incentivo ad investire in Italia da parte dei non residenti.

Vediamo come funziona, quali sono i soggetti che possono ottenere il beneficio fiscale. Cerchiamo di fornire qualche chiarimento utile a questa novità normativa introdotta dalla Manovra 2021.

Riduzione IMU: quanto si risparmia

L’IMU però viene dimezzata solo per una unità immobiliare.

La casa, appartamento, villa o più semplicemente l’unità locale ad uso abitativo non deve essere affittata.

Non deve neanche essere stata concessa a terzi in comodato d’uso.

Deve essere posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall’Italia.

Riduzione TARI: quanto vale

In relazione ai predetti immobili la tassa sui rifiuti avente natura di tributo (TARI) o la tariffa sui rifiuti avente natura di corrispettivo, è dovuta in misura ridotta di due terzi.

Entrata in vigore

L’agevolazione si applica a decorrere dall’entrata in vigore della legge di bilancio per cui parliamo del primo gennaio 2021.

Questo significa che la riduzione del 50% si applica a partire da giugno 2021, scadenza ordinaria prevista per il versamento dell’acconto.

Non viene identificata una vera e propria ratio normativa all’interno del provvedimento se non quella di attrarre capitali esteri, tuttavia accogliamo sempre di buon favore tutti i provvedimenti tesi alla riduzione delle entrate erariali. L’unico dubbio è che il mancato introito nella finanza pubblica derivanti da queste provvedimenti non vada a scapito di altre possibili agevolazioni fiscali che avrebbero potuto far risparmiare i contribuenti italiani.

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]
error: Questo contenuto è protetto