HOMEPAGE / Mutui, Prestiti e Finanziamenti / 6 passi per il miglior prestito: simulazione e calcolo online

6 passi per il miglior prestito: simulazione e calcolo online

Più di una volta mi è capitato di dover cercare un prestito online e, nell’immensa quantità di proposte di prestiti che offre il mercato, ammetto che non è stato semplice districarsi per individuare velocemente quel che mi serviva.
Il web è una grandissima miniera, è ricco di risorse, forse anche troppo, e la confusione che si genera è direttamente proporzionale alla quantità di servizi e di informazioni che si possono reperire.

Io ho imparato a mie spese come cercare prestiti personali online e come districarmi nella selva di proposte e offerte: una volta che si è acquisito il meccanismo, la ricerca non è complicata, anzi, diventa piuttosto semplice ma lunga, perché bisogna valutare tutte le proposte, e non sono poche…

Ecco, quindi, come cercare e trovare il proprio prestito personale su internet passo dopo passo:

1) Prima di tutto è importante individuare quale tipo di prestito si vuole chiedere: sembra una cosa scontata, ma in realtà non è così, perché quando ho dovuto individuare quello per me più conveniente mi sono trovata a dover scegliere tra proposte completamente diverse senza avere minimamente idea di quali fossero le differenze sostanziali tra òe tipologie di prestiti.
Quello più comune è il prestito personale non finalizzato: solitamente il suo importo non eccede i 15 mila euro e viene erogato da un’azienda creditrice su richiesta del cliente dopo l’accertamento della solvibilità. Può essere utilizzato per qualsiasi fine, per comprare l’auto nuova o usata, per una vacanza o per garantire gli studi dei propri figli, e viene restituito in rate mensili a tasso fisso concordate nel momento nella stipula del contratto di erogazione. Diverso, invece, è il prestito finalizzato: a differenza di quanto credono in tanti, questa tipologia di credito non dev’essere chiesta necessariamente presso il rivenditore del bene che si desidera acquistare, perché sul web da qualche anno si trovano anche proposte da diverse società che permettono di chiedere e ottenere il denaro online, soprattutto per l’acquisto dell’auto. Questi prestiti vengono concessi per l’acquisto esclusivo di una determinata tipologia di bene: per questo motivo il loro tasso risulta spesso inferiore.

C’è, poi, la cessione del quinto, una tipologia che sta prendendo piede in maniera piuttosto diffusa anche in Italia, e che agisce direttamente sulla busta paga o la pensione del lavoratore dipendente: ogni mese viene prelevata in automatico una fetta di guadagno che non deve superare un quinto del totale.
Io ho impiegato qualche giorno a capire quale fosse il prestito che meglio si adattasse alle mie esigenze, ho letto numerosi articoli e spiegazioni per ciascuno di questi e alla fine ho fatto la mia scelta in maniera consapevole e ponderata.

2) Una volta raccolte informazioni sulle caratteristiche delle singole categorie di prestito e individuato quello che meglio si addice alla propria necessità, è il momento di cercare il prestito vero e proprio. Ammetto che dopo le prime ricerche mi sono sentito scoraggiato, ma solo perché ancora non avevo ben chiaro il processo e l’iter da seguire per la ricerca. Non fate il mio errore e pianificate bene le vostre ricerche: è inutile vagare senza meta nell’universo del web sperando prima o poi di trovare il prestito adeguato. Vi compariranno davanti talmente tanti numeri, percentuali e nomi che, alla fine, sarà come non aver visto nulla.
Fate una prima ricerca informativa e controllate il web alla ricerca di recensioni e informazioni: questo passaggio è importantissimo per non mettersi nelle mani sbagliate e non doversi pentire di aver fatto quella scelta. I feedback sono uno strumento sensazionale nelle mani dei consumatori, che grazie alle opinioni di chi prima di loro ha acquistato un prodotto o un servizio da un determinato fornitore, in questo caso un’agenzia di credito, può riportare la sua esperienza personale di soddisfazione o insoddisfazione. Ovviamente, il consiglio è di diffidare dai siti e dalle agenzie che vengono segnalate da diversi utenti come poco serie o poco affidabili. Anche in questo caso è necessario fare un doveroso distinguo tra commenti reali e commenti fittizi, ma quando le recensioni negative sono numerose e non sono relegate a pochi utenti, il dubbio dovrebbe iniziare a farvi sospettare dell’onestà. Cerchiamo di trovare il prestito migliore, realmente, non il prestito che SEMBRA il migliore ma troppo bello per essere vero!

3) Quando avrete una lista di siti e di agenzie che, a vostro giudizio sulla base dei commenti letti sul web, possono essere considerati affidabili, è tempo di iniziare la ricerca vera e propria. Grazie al passaggio preliminare avrete scremato una buona parte dei risultati di ricerca Google e avrete ristretto la cerchia dei possibili siti da visitare: tuttavia, quest’operazione non pregiudica la curiosità verso i siti che avete scartato, perché se nelle vostre ricerche vi capita di individuare qualche istituto di credito online o qualche sito che propone buoni tassi per un prestito, fare un controllo mirato ben approfondito non costa che qualche minuto in più del vostro tempo.

4) Il primo vero passo da fare consiste nell’utilizzare i siti comparativi: se ne trovano tantissimi nel web, io mi fido di due o tre che utilizzo da anni e con cui mi sono sempre trovato benissimo, ma ognuno può scegliere quello che preferisce. Grazie a questi siti è possibile chiedere preventivi gratuiti e non vincolanti, confrontando in modo automatico le proposte del mercato e delle maggiori società finanziarie che operano online. L’interfaccia dell’utente è solitamente semplice e piuttosto immediata: le voci per la ricerca sono chiare e facilmente comprensibili, studiate anche per un’utenza che non è avvezza all’utilizzo delle tecnologie ma si trova nella condizione di dover consultare il web per avere accesso ai prestiti personali per la realizzazione di un sogno.

Il fatto che i preventivi non siano vincolanti è di primaria importanza: tutti possono simulare la richiesta di un prestito, semplicemente indicando i pochi dati che vengono richiesti, e il sito procede in automatico all’elaborazione del preventivo senza consultare consulenti finanziari e operatori specifici delle agenzie di credito. Ovviamente, quando si interpellano diversi siti di comparazione, il più delle volte le agenzie di credito a cui si fa riferimento per i preventivi sono le stesse, anche se spesso accade che ci siano delle discrepanze di prezzo, a volte significative a volte meno, dovute ad accordi e convenzioni e, inoltre, alcuni istituti di credito sono presenti in un portale e non in altri. Per questo motivo il consiglio è comunque quello di fare dei preventivi su almeno due siti di comparazione, per avere un quadro quanto più completo possibile.

Non fermatevi solo ai siti di comparazione prestiti ma visitate anche i siti ufficiali degli istituti di credito e delle banche che propongono i prestiti personali, perché spesso potreste trovare delle gradite sorprese con costi di servizio inferiori ed esclusivi per chi chiede l’accesso al prestito direttamente dal sito ufficiale.

5) Certamente a questo punto sarete sommersi dai numeri e dalle percentuali: il consiglio che vi do è quello di appuntarvi su un foglio Excel le caratteristiche di tutti i prestiti che secondo voi e secondo le vostre esigenze possono essere più convenienti, con l’obiettivo di trovare il miglior prestito: è vero che i siti di comparazione questo lo fanno in automatico, ma la vostra ricerca deve andare oltre e potreste trovare delle proposte migliori in altri siti, che avete la necessità di mettere a confronto. Solo a questo punto potrete fare la vostra scelta e contattare il fornitore del servizio che vi sembra più conveniente.

6) Lo svolgimento delle pratiche per ottenere un prestito online, per esperienza personale, si è rivelata piuttosto rapida: dopo un primo colloquio via mail con il mio consulente mi è stato inviato il prospetto informativo completo e ho successivamente inviato i documenti richiesti per il controllo e l’avvio della pratica.

Alla fine… ho trovato il miglior prestito!

Dal momento in cui mi è stato comunicato che potevo avere il prestito e il momento in cui è stato effettuato un bonifico a mio favore sono passate poche ore, sicuramente meno di 24, e ho potuto immediatamente utilizzare quel denaro per lo scopo per cui l’avevo richiesto. In 3 giorni ho fatto la ricerca, inoltrato la domanda e ottenuto quanto richiesto senza muovermi da casa, tutto online.

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.