HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Tabella Cessione Credito Irpef da Detrazione Fiscale Irpef: Quali lavori e a CHI vendere

Tabella Cessione Credito Irpef da Detrazione Fiscale Irpef: Quali lavori e a CHI vendere

risparmio energetico in casaNel seguito trovate la descrizione sintetica in forma di tabella dei lavori di ristrutturazione che danno diritto alla cessione del credito qualora non abbiate la capienza di imposta necessaria a sfruttare la detrazione fiscale irpef messa a disposizione dal legislatore e tuttora vigente, seppur modulata più volte in questi anni.

Punti importanti e chiarimenti in premessa

A seconda della tipologia di lavoro e di soggetti il legislatore ha modulato negli ultimi anni dapprima ampliando il perimetro di applicazione oggettivo, ossia la tipologia di lavori ammissibili a vendere il titolo. Dopo è intervenuto sull’ambito soggettivo di applicazione ossia modificando i soggetti che possono cedere. Dapprima infatti era possibile vendere il credito solo da parte dei soggetti che rientravano nella NO TAX AREA. Oggi la possibilità viene estesa anche ai soggetti capienti. La ragione può essere nella volontà di entrare subito nella disponibilità di una somma che sarebbe fruibile in più tempo per via della rateizzazione del beneficio fiscale. Prima inoltre era possibile cedere il credito solo ai fornitori dei beni e servizi di ristrutturazione o che aveva effettuato gli interventi per la riqualificazione ed il risparmio energetico (cd ECOBONUS).

Nel seguito quindi trovate un elenco  in cui trovate la sintesi e le risposte alle vostre più comuni domande:

  • Quali lavori danno diritto alla possibilità di cessione del credito irpef derivante dalla detrazione fiscale
  • Quali e chi sono soggetti che possono vendere la detrazione fiscale a terzi
  • Quali sono i soggetti che possono acquistare il credito
  • Quali sono le forme e come si effettua la vendita

Quali lavori danno diritto alla cessione del credito Irpef e a chi si può venderlo

Nel seguito vi propongo un elenco che, seppur non esaustivo interessi al maggior parte degli interventi comunemente effettuati sugli edifici o nei singoli appartamenti o abitazioni. Ma sono certo che voi porrete domande su fattispecie compless. In questo siete dei campioni.

Interventi con detrazione fiscale Irpef 50%

Interventi di riqualificazione energetica con detrazione Fiscale al 50%: la detrazione fiscale da indicare nella dichiarazione dei redditi del soggetto che ha sostenuto ed effettuato il pagamento dei lavori per sé o per i suoi familiari a carico possono cedere il credito. Parliamo della sostituzione di infissi ed i serramenti.

Consiglio che vi do sempre è di verificare con l’esercente e/o con la ditta che vi sta seguendo i lavori se l’apparecchio che state acquistato o l’intervento di ristrutturazione che avete effettuato da diritto all’agevolazione fiscale o ecobonus. Spesso infatti mi ponete domande a cui non so rispondere perchè riguardano caratteristiche molto tecniche a cui non deve rispondere un dottore commercialista ma l’architetto o il venditore  da cui acquistate i materiali o le apparecchiature.

I soggetti che potranno cedere il credito sono tutte le persone fisiche che rientrano nella NO TAX AREA.

Il credito può essere ceduto a tutti soggetti sia privati sia istituti bancari e finanziari anche se da quello che leggo dai vostri commenti questi ultimi non sono ancora pronti a farlo e quali sono le modalità per procedere allo sconto e all’acquisto.

Interventi con detrazione fiscale al 65%

La stessa previsione normativa è stat estesa anche all’acquisto, installazione o implementazione di condizionatori a pompe di calore o gli scaldacqua a PDC o le caldaie a condensazione di classe energetica superiore ad A o A+ con sistemi di termoregolazione, anche se questi danno diritto alla detrazione fiscale ancora del 65%. Dal punto di vista dei soggetti destinatari della vendita del credito questi potranno essere anche in questo caso anche privati, fornitori, istituti bancari e finanziari a patto che il cedente sia un soggetto rientrante nella NO TAX AREA.

A tal proposito vi invito a leggere l’articolo dedicato alla No TAX AREA in quanto dal 2018 è stata modificata anche questa introducendo un nuovo parametro di valutazione ed è stata ampliata la soglia che eravamo stati tradizionalmente abituati a conoscere.

Ecobonus involucri edifici 70%, 75%, 80%

La possibilità di cedere il credito varrà anche per gli interventi che hanno ad oggetto la coibentazione degli involucri di edifici che danno diritto ad una diversa detrazione fiscale a seconda della superficie interessante rispetto a quella disperdente e che vanno dal 70% al’85% ma per queste tipologie d lavori son stati scritti articoli di approfondimento che esulano dall’oggetto specifica della trattazione di questo.

Tabella di sintesi

INTERVENTI SU PARTI COMUNI DEI CONDOMINI O SU SINGOLE UNITA’ IMMOBILIARI
ALIQUOTA DI DETRAZIONE
 CESSIONE DEL CREDITO
 CESSIONARI
SERRAMENTI E INFISSI 50% SI Fornitori e altri soggetti privati  Per i soggetti no tax area fornitori e altri soggetti privati compresi banche e intermediari finanziari
SCHERMATURE SOLARI
CALDAIE A BIOMASSA
CALDAIE CONDENSAZIONE Classe A
CALDAIE CONDENSAZIONE Classe A + sistema termoregolazione evoluto 65% Si Fornitori e altri soggetti privati  Per i soggetti no tax area fornitori e altri soggetti privati compresi banche e intermediari finanziari
POMPE DI CALORE
SCALDACQUA A PDC
COIBENTAZIONE INVOLUCRO
COLLETTORI SOLARI
GENERATORI IBRIDI
SISTEMI BUILDING AUTOMATION
MICROCOGENERATORI
INTERVENTI SU PARTI COMUNI DEI CONDOMINI
ALIQUOTA DI DETRAZIONE
 CESSIONE DEL CREDITO
 CESSIONARI
COIBENTAZIONE  INVOLUCRO CON SUPERFICIE INTERESSATA >25% DELLA SUPERFICE DISPERDENTE 70% SI Fornitori e altri soggetti privati Per i soggetti no tax area fornitori e altri soggetti privati compresi banche e intermediari finanziari
COIBENTAZIONE INVOLUCRO CON SUPERFICIE INTERESSATA >25% DELLA SUPERFICE DISPERDENTE + QUALITA’ MEDIA DELL’INVOLUCRO 75% SI
COIBENTAZIONE INVOLUCRO CON SUPERFICIE INTERESSATA >25% DELLA SUPERFICE DISPERDENTE + RIDUZIONE 1 CLASSE RISCHIO SISMICO 80%  SI
COIBENTAZIONE INVOLUCRO CON SUPERFICIE INTERESSATA >25% DELLA SUPERFICE DISPERDENTE + RIDUZIONE 1 CLASSE RISCHIO SISMICO 85% SI

Esclusioni: Chi e quali interventi non danno diritto alla vendita del credito Irpef

I grandi esclusi da questa previsione normativa, anche se sono certo che ci arriveremo perchè non trovo la spiegazione logica all’applicazione del perimetro ristretto se non quello di conseguire un indebito gettito non spettante. Se credito è, il credito opera dovrebbe essere ceduto al pari degli altri altrimenti non è un diritto di credito vero e proprio.

Nella sostanza restano fuori il bonus mobili e arredi e gli interventi di ristrutturazione edilizia per interventi di manutenzione straordinaria effettuata su abitazioni private.

 

Cessione Credito da Detrazioni Fiscali IRPEF sul risparmio energetico: come si effettua

A chi non può essere ceduto il credito

Come chiarito nella recente circolare la normativa non individua gli istituti di credito e gli intermediari finanziari esclusi ma si ritiene che il perimetro di esclusione riguardi non solo gli istituti di credito e gli intermediari autorizzati dalla Banca d’Italia all’esercizio dell’attività di concessione di finanziamenti e iscritti nell’albo previsto dall’articolo 106 del TUB (emanato con il decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385), ai quali l’ordinamento nazionale consente di erogare credito in via professionale nei confronti del pubblico nel territorio della Repubblica, ma anche tutte le società classificabili, ai fini dei conti nazionali, nel settore delle società finanziarie, i cui crediti nei confronti dello Stato inciderebbero sull’indebitamento netto e sul debito pubblico per l’importo del credito ceduto.

Risultano, quindi, esclusi dal novero dei cessionari, ad esempio, anche i Confidi con volumi di attività pari o superiori ai 150 milioni di euro, le società fiduciarie, i servicer delle operazioni di cartolarizzazione, le società di cartolarizzazione di cui alla legge 30 aprile 1999, n. 130.

Si ricorda, in ogni caso, che a favore delle società classificabili nel settore delle società finanziarie non potrà essere effettuata né l’originaria cessione del credito né l’eventuale successiva cessione da parte del primo cessionario, a prescindere dalla circostanza che le stesse facciano o meno parte di un gruppo societario.

A titolo esemplificativo, il credito risulta cedibile nei confronti:

– degli organismi associativi, compresi i consorzi e le società consortili di cui agli articoli 2602 e seguenti del codice civile, anche se partecipati dai soggetti classificabili, ai fini dei conti nazionali, nel settore delle società finanziarie qualora questi detengano una quota di partecipazione non maggioritaria o, più in generale, non esercitino un controllo di diritto o di fatto sull’ente partecipato o collegato;

– le Energy Service Companies (ESCO) di cui alla Direttiva 2006/32/CE del 2006 (concernente l’efficienza degli usi finali dell’energia e i servizi energetici e recante abrogazione della direttiva 93/76/CEE del Consiglio), recepita dal Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 115, che all’articolo 2 individua tali organismi nella persona fisica o giuridica che fornisce servizi energetici ovvero altre misure di miglioramento dell’efficienza energetica e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si basa, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell’efficienza energetica conseguito e sul raggiungimento degli altri criteri di rendimento stabiliti;

– società di servizi energetici (SSE), accreditate presso il GSE, comprese le imprese artigiane e le loro forme consortili, che hanno come oggetto sociale, anche non esclusivo, l’offerta di servizi integrati per la realizzazione e l’eventuale successiva gestione di interventi di risparmio energetico.

Resta fermo, come detto, il divieto di cessione nei confronti di società finanziarie, ancorché le stesse facciano parte della compagine dei suddetti Organismi associativi, delle ESCO e delle SSE

Valuta l'articolo
[Totale: 6 Media: 4.7]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.