In questa piccola guida alla compilazine del 770 e alla presentazione trovate i soggetti obbligati, chi è obbligato alla compilazione del 770, la scadenza per l’invio telematico, e come presentarlo con il nuovo software. Pronto infatti il software per la compilazione della dichiarazione dei sostituti di imposta modello 770 semplificato o ordinario dove indicare le ritenute applicate nell’anno precedente ed entro la scadenza naturale  del 30 settembre di ciasun anno.

Chi è obbligato a presentare il 770
I soggetti che sono obbligati a presentare la dichiarazione dei sostituti di imposta modello 770 per l’anno precedente relativo alla ritenute effettuate l’anno precedente e per le quali sono state già inviate le certificazioni dei sostituti di imposta e sono state liquidate le ritenute mensilmente sono:

Chi deve effettuare la presentazione del 770 ordinario o semplificato
Coloro che hanno corrisposto somme soggette a ritenuta alla fonte ai sensi degli artt. 23, 24, 25, 25-bis, 25-ter, 29 del D.P.R. n. 600 del 1973 e 33, comma 4, del D.P.R. n. 42 del 1988 nonché contributi previdenziali e assistenziali dovuti all’INPS, all’INPDAP, all’IPOST e/o premi assicurativi dovuti all’INAIL, sempre che siano qualificabili come società di capitali e quindi titolari di partita iva (società per azioni, in accomandita per azioni, a responsabilità limitata, cooperative e di mutua assicurazione) e che siano considerati residenti nel territorio dello Stato in caso contrario verificate cosa dicono le convenzioni contro le doppie imposizioni con il paese di residenza.

Sono obbligati altresì gli enti commerciali equiparati alle società di capitali (enti pubblici e privati sempre che abbiano per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali) e che siano considerate residenti nel territorio dello Stato. Sono soggetti anche  gli enti non commerciali (enti pubblici, tra i quali sono compresi anche università statali, regioni, province, comuni, ed enti privati non aventi per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali) residenti nel territorio dello Stato, le associazioni non riconosciute, i consorzi, le aziende speciali istituite ai sensi degli artt. 22 e 23 della L. 8 giugno 1990, n. 142, e le altre organizzazioni non appartenenti ad altri soggetti, le società e gli enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato nonché i soggetti denominati i Trust.

Saranno soggetti all’obbligo di presentazione del 770 semplificato anche i condomini, le società di persone (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice) residenti nel territorio dello Stato,  le società di armamento residenti nel territorio dello Stato, le società di fatto o irregolari residenti nel territorio dello Stato, le società o le associazioni senza personalità giuridica costituite fra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni residenti nel territorio dello Stato, le aziende coniugali, se l’attività è esercitata in società fra coniugi residenti nel territorio dello Stato i gruppi europei d’interesse economico (GEIE), le persone fisiche che esercitano imprese commerciali o imprese agricole, le persone fisiche che esercitano arti e professioni, le amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo, le quali operano le ritenute ai sensi dell’art. 29 del D.P.R. n. 600/73.

Son soggetti anche i curatori fallimentari, i commissari liquidatori, gli eredi che non proseguono l’attività del sostituto d’imposta deceduto ed i soggetti tenuti alla presentazione del Mod. 770 2010 semplificato i soggetti che hanno corrisposto somme e valori per i quali non è prevista l’applicazione delle ritenute alla fonte ma che sono assoggettati alla contribuzione dovuta all’INPS

Tra questi ultimi possono essere coinvolte le aziende straniere che occupano lavoratori italiani all’estero assicurati in Italia. A tal fine, i soggetti in questione comunicano, mediante il Mod. 770 2010 semplificato riferito alle ritenute applicate nell’anno precedente, i dati relativi al personale interessato, compilando l’apposito riquadro previsto per l’INPS nella parte C relativa alle “Comunicazioni dati certificazioni lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale”.

Categorie particolari
Sono soggetti all’obbligo della presentazione del Modello 770 semplificato i soggetti che hanno corrisposto compensi ed onorari ad esercenti prestazioni di lavoro autonomo che hanno optato per il regime agevolato, relativo alle nuove iniziative di cui all’articolo 13 della legge 23 dicembre 2000, n. 388 e non hanno, per espressa previsione normativa, effettuato ritenute alla fonte, nonché i titolari di posizione assicurativa INAIL comunicano, mediante la presentazione del Modello 770 semplificato, i dati relativi al personale assicurato, compilando l’apposito riquadro previsto per l’Istituto nella parte C relativa alla citata comunicazione. In particolare, devono presentare il Mod. 770 semplificato tutti i soggetti tenuti ad assicurare contro gli infortuni e le malattie professionali i lavoratori per i quali ricorre la tutela obbligatoria ai sensi del D.P.R. n. 1124 del 1965, nonché l’obbligo della denuncia nominativa ai sensi della L. n. 63 del 1993.

Rientrano nell’obbligo di presentazione del modello 770 semplificato anche le Amministrazioni sostituti d’imposta comunque iscritte alle gestioni confluite nell’INPDAP, nonché gli enti con personale iscritto per opzione all’INPDAP. La dichiarazione va compilata anche da parte dei soggetti sostituti d’imposta con dipendenti iscritti alla sola gestione assicurativa ENPDEP. I dati contenuti nella presente dichiarazione riguardano l’imponibile contributivo INPDAP, ai fini previdenziali ed assicurativi, e gli elementi utili all’aggiornamento della posizione assicurativa degli iscritti.

La dichiarazione, pertanto, ha per oggetto tutti i redditi corrisposti nel 2009 ai dipendenti iscritti alle seguenti gestioni amministrate dall’INPDAP, come la Cassa Pensioni Statali, la Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali, la Cassa Pensioni Insegnanti, la Cassa Pensioni Sanitari, Cassa Pensioni Ufficiali Giudiziari, l’INADEL, l’ENPAS, l’ENPDEP, la Cassa Unica del credito.

La Differenza tra 770 semplificato e 770 ordinarioè che nell’ordinario vanno indicate solo leritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale, operazioni di natura finanziaria e indennità di esproprio versamenti effettuati, compensazioni operate e crediti d’imposta utilizzati.

Il Modello 770 semplificato, contiene le ritenute sui redditi di lavoro dipendente, assimilato ed autonomo, le provvigioni , i dati contributivi ed assicurativi e quelli dell’assistenza fiscale  mentre il Modello 770 ordinario contiene le  ritenute  sui  dividendi, sui proventi ed utili da partecipazione e sui redditi di capitale (tale modello  deve  essere utilizzato, oltre che dai sostituti d’imposta, anche da altri soggetti quali gli intermediari e dagli altri soggetti tenuti alle  comunicazioni.

Come presentare la dichiarazione 770
Il modello 770 semplificato, deve essere presentato esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite un intermediario abilitato direttamente o tramite un intermediario abilitato alla trasmissione. La ricevuta di avvenuta presentazione telematica del modello 770 è la prova dell’avvenuta trasmissione in giudizio o per accertamenti.

Scadenza del modello 770
Il modello 770 semplificato deve essere presentata entro il 31 luglio di ciascun anno anche se spesso viene concessa la solita proroga del 770.

Cosa devo indicare nel modello 770
Nel modello 770 dovranno essere indicate le ritenute effettuate e versate all’erario inserendo anche i dati relativi alle certificazioni delle ritenute d’acconto rilasciate ai contribuenti ai quali sono stati corrisposti su redditi di lavoro dipendente, equiparati (per esempio, le pensioni e i crediti di lavoro riconosciuti in sentenza) e assimilati (per esempio, compensi percepiti da soci di cooperative di produzione e lavoro, remunerazioni dei sacerdoti, assegni periodici corrisposti al coniuge), indennità di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, i dati contributivi, previdenziali, assicurativi e quelli relativi all’assistenza fiscale prestata per il periodo d’imposta cui si riferisce la dichiarazione, i dati dei versamenti effettuati, dei crediti e delle compensazioni operate (solo quando il sostituto d’imposta non è obbligato a presentare anche il modello 770 Ordinario), i dati relativi alle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi nonché le ritenute operate sui bonifici disposti dai contribuenti per usufruire di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta.

Istruzioni e software
Nella sezione moduli e modelli potete trovare le istruzioni ed il software necessario alla compilazione del modello, alla predisposizone e all’invio telematico altrimenti potete andare sul sito dell’agenzia delle entrate e scaricare il software per la compilazione del 770 semplificato o ordinario.

Aggiornamento 2012: il Ministro del MEF Grilli proproga l’invio telematico del modello 770 2012 entro la nuova scadenza del 20 settembre 2012 in luogo di quella originaziramente prevista del 31 luglio 2012 con un Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) del 26 luglio 2012.

PROROGA 2014
Prorogato dal ME al 19 settembre 2014 l’invio del 770 relativo all’anno di imposta 2013.