HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Agente immobiliare occasionale: la provvigione non è dovuta?

Agente immobiliare occasionale: la provvigione non è dovuta?

agente immobiliareVediamo come comportarsi in merito all’obbligo di apertura o meno di riconoscere la provvigione all’agente immobiliare o mediatore con o senza partita Iva della partita in quanto sono domande che alcuni lettori trovano a porre in considerazione del carattere occasionale che alcuni mediatori immobiliari hanno e che necessitano di alcuni chiarimenti.

Dal punto di vista IVA, per l’agente immobiliare, in considerazione della sua particolare attività svolta che lo può portare a non guadagnare paradossalmente niente anche fino al 30 dicembre per poi il 31 concludere un affare importante, dovrà aprirla comunque da momento di esercizio dell’attività. Non valgono pertanto nel suo caso le conclusioni a cui eravamo arrivati nell’articolo dedicato a quando aprire la partita Iva perché valgono per i prestatori d’opera per così dire normali.

Obbligo di apertura della partita Iva per l’agente immobiliare

Il legislatore fiscale ha imposto l’apertura della partita iva per l’agente immobiliare non considerando per questa particolare categoria il carattere dell’abitualità e continuità che abbiamo visto essere la caratteristica principale che obbligherebbe qualsiasi soggetto ad aprire esercente attività di lavoro autonomo arti o professioni ad aprire la propria posizione Iva presso l’agenzia delle entrate.

Per approfondire potete leggere la guida all’apertura della partita Iva 

Diritto alla provvigione

Diverso il caso della provvigione che maturerà per il mediatore indipendentemente dall’apertura o meno della partita Iva ed in dipendentemente dal fatto he svolga abitualmente o continuativamente la propria attività nel corso dell’anno per cui basterà anche concludere un solo affare per vedersela riconoscere tanto dal cliente quanto dall’agenzia per cui potrebbe lavorare anche per brevi periodi dell’anno. Nel caso però di apertura della partita Iva la provvigione spetta in base a quanto definito dall’articolo 6 della Legge “1.Hanno diritto alla provvigione soltanto coloro che sono iscritti nei ruoli 2. La misura delle provvigioni e la proporzione in cui questa deve gravare su ciascuna delle parti, in mancanza di patto, sono determinate dalle giunte comunali, sentito il parere della commissione provinciale di cui all’articolo 7 e tenendo conto degli usi locali.”

Per approfondire come e quando matura il diritto alla provvigione potete leggere questo articolo dedicato proprio alla provvigione dell’agente immobiliare 

La provvigione pertanto è dovuta anche nel caso di mediatori occasionale ma il cui confine con l’esercizio abusivo della professionale è molto sottile. Per questo posso consigliare sempre fin da subito di inquadrarsi aprendo la propria partita Iv e provando a svolgere l’attività stando attenti a non incappare in una delle cause di incompatibilità che vi potrebbero esporre alla restituzione della provvigione eventualmente incassata oltre all’ammenda da 7500 a 15 mila euro. Sotto trovate i requisiti per

Iscrizione camera di commercio al REA

come abbiamo avuto modo di approfondire insieme nell’articolo dedicato all’iscrizione alla camera di commercio anche l’agente immobiliare o il mediatore in generale dovranno identificarsi mediante procedura di registrazione presso il registro della camera di commercio.

Ricordo che non possono esercitare l’attività di mediatori tutti coloro che esercitano altra attività di impresa o di lavoro autonomo, in quanto incompatibile, che sono dipendenti da una delle parti da rapporti di collaborazione o dipendenza o rappresentanza, anche se naturalmente è consentita l’attività di mediatori svolta in forma associata sia sotto forma di società di persone, agenzie immobiliari e società di capitali.

Requisiti iscrizione Agente immobiliare, mediatore: incompatibilità, sanzioni penali abusivi

Novità 2017

Con la Manovra correttiva per il 2017 viene introdotto l’obbligo di prelievo della ritenuta d’acconto per tutti i canoni incassati per conto del proprietario. L’obbligo decorre dal primo giugno 2017. Per questo ho scritto un articolo appositamente dedicato al calcolo e versamento della ritenuta d’acconto sugli affitti brevi per gli agenti immobiliari

Ritenuta d’acconto Affitti Brevi per Agenzie e Intermediari Immobiliari: codice tributo

Valuta l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.