HOMEPAGE / Fisco Auto e Veicoli / Tassa e Bollo Auto: cosa cambia, quanto si paga e come si fa il calcolo

Tassa e Bollo Auto: cosa cambia, quanto si paga e come si fa il calcolo

All’acquisto di un autovettura, moto o motorino scatta l’obbligo del pagamento del bollo auto o tassa di circolazione, secondo modalità di calcolo che variano a seconda delle tariffe vigenti nelle diverse Regione della potenza espressa in Kw e delle misure introdotte con il Decreto Salva Italia del Governo Monti che hanno introdotto anche il super bollo auto. Rispondo pertanto alle domande di alcuni lettori sulle modalità di calcolo ma anche solo sul chiarimento di chi deve pagarlo nel caso di acquisto di auto usata, per scongiurare il pericolo d’incorrere nelle sanzioni o multe da parte della Regione.

Chi deve pagare il bollo auto

Premetto che la prima volta che ho acquistato un’auto non sapevo minimamente a carico di chi fosse il pagamento del bollo a cavallo dell’esercizio. Il soggetto obbligato è quello che risulta al PRA ossia Pubblico Registro Automobilistico o se del caso al registro di immatricolazione della motorizzazione civile.

Auto Nuova

Nel caso di acquisto di una nuova auto il pagamento del bollo spetta ovviamente al primo proprietario anche se talvolta sentite in qualche pubblicità che il pagamento lo fanno i venditori. In pratica vi scontano il bollo ma non provvederanno loro materialmente al pagamento per cui state attenti. Leggete comunque l’articolo di approfondimento dedicato al pagamento del bollo della nuova auto.

Auto Usata

Una prima distinzione deve essere effettuata a seconda che si tratti di pagamento di acquisto di un’autovettura nuova o usata. Nel caso di pagamento del bollo di circolazione di un’auto nuova non ci sono problemi mentre nel caso di acquisto di un’auto usata il pagamento deve essere fatto secondo le modalità descritte nell’articolo di approfondimento dedicato proprio al pagamento bollo o tassa circolazione dell’auto Usata o di seconda mano. Comunque se volete una prima risposta secca sappiate che in linea teorica risulta obbligato al pagamento il soggetto che risulta proprietario ossia iscritto al PRA l’ultimo giorno stabilito per il pagamento entro la scadenza ordinaria.

Pagamento Bollo anno successivo

Spesso inoltre accade che paghiamo il bollo il secondo anno e dagli anni successivi ci dimentichiamo, non ci pensiamo più, e finiamo con il pagare in ritardo o addirittura solo al ricevimento della sanzione (approfondisci con l’articolo “Bollo non apagato, cosa fare?“). Sempre meglio ricordarsi che il rinnovo del bollo auto di circolazione scatta dal primo giorno successivo alla scadenza, tuttavia si ha tempo fino all’ultimo giorno del mese successivo. Inoltre si potrà procedere al pagamento in ritardo del bollo con il ravvedimento operso che consente di fruire di minori sanzioni rispetto alla cartella che vi sarebbe recapitata dalla regione lazio con sanzioni ben più severe.

E’ bene sapere tuttavia che le Regioni possono disciplinare diversamente non solo le modalità di calcolo del bollo ma anche i soggetti che sono soggetti all’obbligo del pagamento del bollo auto, pertanto è buona norma collegarsi sempre con il sito della motorizzazione del comune di residenza per verificare.

Un altra cosa utile da sapere è che per sapere l’esatto importo del bollo che può variare da regione a regione funziona un po’ come l’ICI ossia le regioni devono approvare con delibera comunale entro il 10 novembre di ogni anno le aliquote per il calcolo del bollo auto. L’autonomia impositiva tuttavia deve sempre restare all’interno di un range definito dal Legislatore fiscale pertanto ogni anno lo scostamento rispetto all’anno precedente non può essere superiore al 10%.

Novità dal 6 luglio 2011

Con la Manovra Economica 2011 e con il Decreto Salva Italia 2011 del Governo Monti arrivano due stangate per le auto di grossa cilindrata, in quanto il bollo ha subito un notevole incremento e si parla non a caso di super bollo auto che dal 2012 ha iniziato a colpire le auto di potenza maggiore a 185 kw con una addizionale erariale di 20 euro per ogni kw eccedente tale soglia, così come sono previste delle agevolazioni fiscali per i veicoli a risparmio energetico come auto elettriche o a idrogeno, per esempio, che pagheranno un bollo ridotto. Vi segnalo a tal proposito l’articolo dedicato al super bollo sui SUV.

Il principio che chi meno inquina meno paga è una misura per cui sono totalmente in accordo e che spero in futuro inasprisca il prelievo a carico delle auto di grande cilindrata. Totalmente in disaccordo invece con le giornate con targhe alterne o le domeniche ecologiche che non sensibilizzano, e talvolta ledono il diritto altrui ad uscire nel fine settimana dopo 5 o 6 giorni di lavoro continuativo e non ritengo che abbattano in modo significativo le polveri sottili. Ogni tanto mi da l’idea che siano misure volte a sostenere la domanda di auto nuove  euro 5 o in futuro saranno le euro 6 o 7 in un momento in cui il settore automobilistico sta soffrendo di una profonda crisi. Esistono delle tariffe fisse e delle tariffe aggiuntive che variano a seconda della regione e della potenza e della tipologia del veicolo.

Veicoli ecologici: agevolazioni fiscali

Però non dobbiamo essere così polemici come al solito perchè in effetti sono previste anche delle esenzioni e delle agevolazioni fiscali che dipendono dal grado di emissione del mezzo: se avete un veicolo ecologico sappiate che esisotno delle agevolazioni o sconti sul bollo auto per i veicoli ecologici.

Addizionale erariale introdotta con la Manovra Economica 2011: scatta dal primo gennaio 2012 il super bollo sulle auto di grande cilindrata ossia superiori a 225 Kw chilovat (poi modificato a 185 con il decreto salva italia del presidente  Monti ) e di cui trovate un articolo di apporofondimento nelle indicazioni riprotate di sotto. Le novità rispetto all’abbassamento della soglia recepiscono quanto inserito nel decreto Salva Italia all’articolo 16.

Super Bollo per le auto Decreto Salva Italia di potenza superiore a 185 kw nella misura di 20 euro per ogni Kw eccedente tale soglia. Consulta le novità introdotte dal Maxi Emendamento sal Decreto Salva Italia sui super bolli auto che attenuano il prelievo nel corso dei 20 anni introducendo un ridimensonamento dell’addizionale dopo 5, 10 e 15 anni.

Bollo auto MINICAR

Infine vi segnalo anche l’articolo di approfondimento sul pagamento del bollo o tassa di circolazione sulle MINICAR

Bollo su Minicar, ciclomotore, quad, scooter, motorino: quanto costa e come si calcola

Guida al pagamento del nuovo super bollo sulle auto

Come si effettua il pagamento

Leggi la Guida al pagamento del bollo auto in tre mosse

Pagamento in ritardo o omesso versamento del bollo: cosa fare?

In questo caso vi invito leggere l’articolo dedicato al ravvedimento operoso sul bollo auto che vi consentirà di ridurre le sanzioni che vi sarebbero applicate in caso di avviso di accertamento da parte della regione o della provincia.

Vi segnalo anche il nuovo articolo dedicato al pagamento del bollo auto del defunto

Codici Tributo per il Super Bollo Auto Super Bollo Auto 2012

Valuta l'articolo
[Totale: 5 Media: 2.6]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

34 commenti

  1. tassefisco

    A proposoto avevo visto un servizio delle iene che oltre ad essere interessnte faceva vedere come in molte regioni dle nordo le macchine con le targhe tedesce erano copiose esottolineando anche con le testimonianze die vigili di come fosse difficile (e quindi non procedevano) fare multe e sanzioni….pertanto oltre al danno di vedere in giro macchine che pagano o non pagano tasse anche quella di sapere che nemmeno saranno soggetti a multe. E’ il solito discorso, se vuole con un pò di informazioni ci riesce anche a pagare meno tasse, non lo metto in dubbio, ma la faccia di merd…di quei quattro ladruncoli che girano su macchinoni targati DE le posso dire che non la vorrei avere dipinta addosso, preferisco essere onesto e guardarli dal finestrino come se fossero dei poveracci.

  2. Siamo già a 2€\l vuole mettere altre tasse?
    Comunque il bollo rimane una tassa inspiegabile, perché devo pagare se possiedo una cosa mobile? Soprattutto la tassa italiana e insostenibile, quante sono già le agenzie che fanno targare le vetture con targhe tedesche?
    Possedendo una jeep srt8 in italia avrei pagato il suo valore in giro di tre anni, fate voi.

  3. Marco Giaiotto

    Rispondo a Tassefisco del 9 luglio: già risposto nel mio post originale: abolire il bollo come imposta a se e trasferirlo come quota nella benzina. Il proprietario della GTO che fa 1000 km paga più del proprietario della Panda che fa gli stessi 1000 km. Non solo, ma per quei 1000 km sia il proprietario della GTO che quello della Panda pagano anche in base allo stile di guida (pesto di più, indipendentemente dall’auto, consumo di più, inquino di più, pago di più). Il fatto che l’amministratore pubblico italiano nel mettere sovraccarichi sulla benzina potrebbe lasciarsi prendere la mano è trasparente, perché si fa comunque prendere la mano dal bollo. Su tutto ciò che riguarda l’auto è facile pescare. Con la differenza che se si riesce a evadere il bollo è un po’ meno probabile non pagare la benzina.

  4. tassefisco

    Ha provato a leggere l’articolo dedicato proprio al bollo in caso di auto usata? http://www.tasse-fisco.com/autoveicoli/bollo-auto-usata-pagare-bollo-online/12056/

  5. Buongiorno. Ho pagato il bollo della mia vecchia auto, alla scadenza (giugno 2012), per l’intero anno come previsto.
    In data 07 agosto ho acquistato una nuova vettura dando indietro al concessionario la vecchia.
    In questo caso, pur avendo pagato per un intero anno il bollo della vecchia auto, devo pagare nuovamente il bollo per l’intero anno per la nuova, o posso trasferire il vecchio alla nuova, visto che ho pagato per un anno e ne ho usufruito soltanto per un mese?
    Non è più previsto pagare il bollo auto trimestralmente o quadrimestralmente mi hanno detto, è corretto?

    Grazie.

  6. tassefisco

    Concordo. Nel modno dell’auto a mio avviso potrebbero essere riviste molte norme che per me penalizzano eccessivamente i proprieatri di auto usate di diversi anni.

  7. il bollo dovrebbe essere pagato in base al valore dell’auto dato che e’ come un imu della casa, e non su i suoi kw,comprendiamo il danno, se si ha un auto da 10 anni di vita che vale 3000 euro xche’ devo pagare piu’ di uno che gli vale 30.000 euro? solo xche’ abbiamo gli stessi cavalli?

  8. tassefisco

    Allora se affinassimo il ragionamento sia mio sia suo potremmo però sostenere che quei 1.000 km con il una F-GTO (bellissima) quanto pesano in termini di inquinamento rispetto ad una nuova pandina? Nonostante questo mi trovo d’accorod con il suo principio solo che di difficile applicazione in quanto come fa lo Stato a sapere quanti km fa lei all’anno con la sua ferrarina anni ’80? Non lo può sapere. Forse potrebbe allora immaginare di parametrarlo al costo per l’assicuraizone in modo tale che se paga un premio assicurativo solo per alcuni periodi ( e questo lo Stato lo sa), allora potrebbe avere anche una detrazione sul super bollo.

    Lei ha altre idee da mettere in pratica oltrechè principi che in questa sede credo tutti spoeserebbero ?

  9. Marco Giaiotto

    Se lei credesse davvero nel principio per cui chi inquina di più paga di più, e io ci credo, non scriverebbe cose come quella che ha scritto sul superbollo. Il superbollo è un balzello e non una tassa sull’inquinamento, perché non tiene conto dell’utilizzo. Se uso tutti i giorni una Panda per lavoro e ci faccio 50.000 km l’anno e ho una Ferrari con cui vado solo a qualche raduno e ci faccio 1.000 km l’anno, la Panda inquina di più, ma paga meno della Ferrari. Quindi il superbollo è un’imposta contro l’odiato “ricco”. Se credesse davvero nel principio del pagamento legato all’inquinamento predicherebbe l’abolizione del bollo annuale e l’inserimento di una quota di questo nel costo del carburante.

  10. tassefisco

    Il bollo va pagato ad una regione. Se quest’anno si è sbagliato provi a presentare un’istanza di rettifica o richiedere che quel versamento venga destinato alla regione di competenza altirmenti plausibile che le arriverà un avviso di liquidazione.

  11. un’ altra cosa…io ho pagato il bollo in base a dove si trovava l’ex proprietario cioè roma,ma io ora risiedo a napoli e ho visto in seguito che c’è differenza di prezzo;vorrei sapere è possibile pagare la restante parte dell’importo dovuto dato che con residenza nel lazio l’importo era di 95 euro,mentre in campania di 105..??!?!??grazie

  12. ciao,io volevo sapere se il bollo va pagato in base a dove è la residenza del proprietario o dove è stata immatricolata la prima volta??grazie

  13. Salve in data 22/03/2012 ho acquistato un’ auto nuova che mi verra’ consegnata alla fine di luglio/inizio di Agosto. Il bollo della mia attuale vettura, che daro’ in permuta all’ arrivo della nuova, è in scadenza al 31/05.
    Dovro’ pagare la tassa di proprieta’ dell’ auto vecchia e poi a luglio/agosto sborsare nuovamente l’ importo per il bollo della nuova o esiste un modo per saldare la differenza?
    grazie per l’ aiuto

  14. tassefisco

    Mi sta dicendo che applicnao l’IVa sul bollo? Se così fosse il loro comportamento non è conforme al testo unico Iva. Se poi vi sono degli accordo tra di voi allora è un altro discorso.

  15. Una società concede una vettura in locazione a lungo termine, soggetta al superbollo sia Tremonti che Monti; nel riaddebitare all’utilizzatore tale balzello applica l’IVA in quanto facente parte delle prestazioni globali e chiavi in mano previste da tale tipologia di contratto. Il fatto è che l’utilizzatore può detrarre solo il 40% di tale IVA per cui l’Erario lucrerebbe un’ulteriore imposta (esattamente il 12,6%) sul superbollo. C’è qualche via d’uscita per non trasformarlo in iperbollo?
    Mille grazie

  16. tassefisco

    Non mi risulta

  17. Vorrei acquistare un suv americano con alimentazione a benzina e poi fargli mettere l’impianto a gas…vorrei sapere con le nuove norme se avrò l’esenzione del bollo e soprattutto del superbollo….grazie Pier

  18. Salve, vorrei sapere se le auto euro 6 sono soggette o esenti al pagamento del bollo auto. Grazie

  19. tassefisco

    Il rivenditore cosa le ha detto? Talvolta non fanno pagare il bollo perchè applicano uno sconto sul prezzo di vendita ma il bollo risulta comunque dovuto dall’acquirente.

  20. Salve, vi scrivo perchè ho bisogno di una risposta che nessuno sa darmi ed anche in rete ci sono pareri discordanti. Il 30 novembre 2009 ho rottamato un auto euro 1 ed ho acquistato una euro 5 e precisamente una Nissan pixo con emissioni di co2pari a 103g/km. Il rivenditore ci aveva detto che avremmo beneficiato dell’esenzione della tassa di circolazione per 4 anni. Ora scopro che la finanziaria del 2009 non prevedeva nessun esenzione dal bollo auto ma altri benefici. In internet si trovano articoli dove viene detto che l’esenzione del bollo è per chi acquista un auto dall’ottobre 2006 al dicembre 2009 per chi rottama un ‘auto e ne compra un’altra con le caratteristiche di quella che ho acquistato io. Insomma, questo bollo dovevo pagarlo oppure no? Preciso che abito a Savona, grazie per la risposta, Benny.

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.