Pagamento bollo auto nuova: a chi e come pagare la tassa di circolazione, ed esenzioni

auto nuovaIl bollo auto, o tassa di circolazione, è una imposta annuale obbligatoria dovuta da tutti i proprietari di veicoli a motore che circolano su strada in Italia. Si tratta di un’imposta o tassa di tipo regionale, il cui importo può variare a seconda della regione in cui si risiede.

Così come accade per l’assicurazione auto il bollo deve essere pagato annualmente, indipendentemente dal fatto che il veicolo circoli effettivamente in strada, ovvero il pagamento avviene se il mezzo non viene utilizzato e rimane fermo in garage trattandosi di una vera e propria tassa di possesso.

Come si calcola il bollo auto

L’importo del bollo auto viene calcolato sulla base di due fattori principali:

  • potenza del veicolo (in kw)
  • emissione di CO2 o impatto ambientale

Il calcolo è piuttosto semplice e consiste nel moltiplicare i kW del proprio mezzo per un coefficiente di prezzo stabilito in Euro e individuato in base alla classe ambientale del veicolo. Occorre infine aggiungere al totale ottenuto l’addizionale regionale che varia da Regione a Regione.

In generale possiamo dunque affermare che tra i fattori indiretti che influiscono sul costo del bollo incidono anche l’anno di immatricolazione e il tipo di veicolo, che hanno un peso su quella che è la classe ambientale. I veicoli più inquinanti tendono ad avere importi di bollo più alti, mentre quelli meno inquinanti hanno tariffe più basse o addirittura sono esenti dal pagamento del bollo. Inoltre, occorre specificare che alcune regioni applicano sconti o agevolazioni per i veicoli a basso impatto ambientale, come le auto elettriche o ibride.

Di seguito una tabella riepilogativa dei costi per classe ambientale. Come potete vedere il coefficiente di prezzo varia per ogni classe ambientale sulla base della potenza: se la potenza è fino a 100 kW si applica il coefficiente minore; superati i 100 kW si applica il coefficiente maggiore.

Classe Ambientale Potenza fino a 100 kW Potenza oltre 100 kW
Euro 6 2,58 €/kW 3,87 €/kW
Euro 5 2,58 €/kW 3,87 €/kW
Euro 4 2,58 €/kW 3,87 €/kW
Euro 3 2,70 €/kW 4,05 €/kW
Euro 2 2,80 €/kW 4,20 €/kW
Euro 1 2,90 €/kW 4,35 €/kW
Euro 0 3,00 €/kW 4,50 €/kW

Per avere un calcolo del bollo auto 2023 più preciso in modo rapido e in pochi passaggi è possibile utilizzare il servizio apposito dell’ACI, Automobile Club d’Italia.

Quando si paga la tassa di circolazione

Entro quando va pagato il bollo auto? La scadenza del bollo auto dipende da quando è stata immatricolata per la prima volta. Il Bollo di circolazione sull’auto nuovo deve essere effettuato entro il mese solare di immatricolazione dall’acquisto eccetto il caso in cui l’acquisto avvenga negli ultimi dieci giorni del mese, fattispecie questa che consente al contribuente proprietario dell’auto di versare entro la fine del mese successivo.
Per fare degli esempi: se l’auto è stata acquistata il 10 giugno, il pagamento del bollo deve avvenire entro la fine del mese di giugno; se invece è stata acquistata il 23 giugno il pagamento del bollo scadrà il 31 luglio successivo. Ricordiamo che anche in questo caso vale la regola che se la scadenza cade di sabato o domenica il versamento slitta al primo giorno lavorativo successivo.

Scadenze bollo auto 2023

Trattandosi di una tassa regionale, ciascuna Regione può adottare iter di rinnovo del bollo auto diverse, oltre che decidere le modalità di pagamento e le istruzioni da seguire per corrispondere gli importi dovuti. In generale la maggior parte delle regioni ha fissato il termine di pagamento all’ultimo giorno del mese successivo a quello nel quale è scaduto il bollo. Questo significa che la prima scadenza del bollo 2023, quella del 31 gennaio riguarda i soggetti il cui bollo scadeva a dicembre 2022. Esistono tuttavia particolari casistiche come quelle della Lombardia e del Piemonte.

In Lombardia la prima annualità dovrà essere pagata entro il mese successivo a quello dell’immatricolazione; il pagamento delle successive, invece, dovrà avvenire entro l’ultimo giorno del mese in cui il veicolo è stato immatricolato. In Piemonte il termine di pagamento del primo bollo è fissato nell’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione e il mese di immatricolazione deve essere pagato per intero, in ogni caso.

Riportiamo di seguito le scadenze del bollo auto 2023:

Scadenza Bollo Quando si paga
dicembre 2022 1 – 31 gennaio 2023
gennaio 2023 1 – 28 febbraio 2023
febbraio 2023 1 – 31 marzo 2023
marzo 2023 1 – 30 aprile 2023
aprile 2023 1 – 31 maggio 2023
maggio 2023 1 – 30 giugno 2023
giugno 2023 1 – 31 luglio 2023
luglio 2023 1 – 31 agosto 2023
agosto 2023 1 – 30 settembre 2023
settembre 2023 1 – 31 ottobre 2023
ottobre 2023 1 – 30 novembre 2023
novembre 2023 1 – 31 dicembre 2023
dicembre 2023 1 – 31 gennaio 2024

Come controllare la scadenza della tassa di circolazione?

Non ti ricordi la scadenza del bollo? Niente paura perché se non ricordi quando ti scade la tassa di circolazione puoi sempre utilizzare il servizio gratuito dell’ACI raggiungibile a questa pagina. Iscrivendoti al servizio di promemoria gratuito riceverai qualche giorno prima della scadenza un sms o una mail che ti informerà sulla data entro la quale effettuare il rinnovo del bollo e sull’importo da versare.

Chi deve pagare il bollo auto

Il pagamento del Bollo deve essere effettuato entro la scadenza dal proprietario del mezzo, indipendentemente dall’utilizzo o meno del veicolo (il pagamento avviene anche se il mezzo rimane fermo in garage).

Cosa si intende per proprietario dell’auto

Per proprietario dell’auto ai fini della tassa di circolazione deve intendersi il contribuente che risulta iscritto al PRA (Pubblico registro automobilistico). In questo caso è semplice in quanto si parla di un’autovettura nuova per cui si farà riferimento o alla carta di circolazione se è pronta oppure al solo foglio di via rilasciato dalla motorizzazione civile.

Agevolazioni e Esenzioni pagamento bollo 2023

Per il bollo auto sono previste agevolazioni e esenzioni stabilite a livello regionale. Questo significa che non tutti i veicoli sono soggetti al pagamento dell’imposta di bollo e i criteri discriminanti riguardano l’età, la motorizzazione o la destinazione di utilizzo del mezzo.

Di seguito le principali esenzioni:

  • auto elettriche: esenzione da 3 a 5 anni a seconda della regione. Lombardia e Piemonte prevedono una esenzione per tutta la vita del mezzo; le altre Regioni tranne Sardegna e Friuli, una esenzione totale per i primi 5 anni e riduzione del 75% del bollo dal sesto anno
  • auto ibride: esenzione o riduzione da 3 a 5 anni dall’acquisto
  • veicoli per trasporto disabili e auto possedute da disabili: esenzione totale come stabilito da legge 104
  • auto con più di 30 anni
  • veicoli appartenenti a associazioni e organizzazioni no profit

Come pagare il bollo auto

Per il versamento dell’importo della tassa dii circolazione sono previste diverse possibilità. La prima modalità di pagamento del bollo è sicuramente PagoPa, il sistema informatizzato della Pubblica Amministrazione che consente di pagare online o presso i luoghi fisici.

Per pagare il bollo auto è possibile:

  • utilizzare l’home banking
  • recarsi presso uno degli uffici Poste Italiane
  • recarsi presso punti vendita Lottomatica e Sisal
  • utilizzare gli ATM abilitati
  • utilizzare il PagoBollo ACI
  • con domiciliazione bancaria (nel caso della Lombardia con uno sconto del 10%)
  • utilizzare Satispay
  • utilizzare l’app IO (solo alcune Regioni)

Sanzioni mancato pagamento del bollo

Se hai dimenticato di pagare il bollo, ti invito a leggere l’articolo dedicato al ravvedimento operoso sul bollo auto che vi consentirà di ridurre le sanzioni applicate in caso di avviso di accertamento da parte della regione o della provincia. Di norma sono previsti interessi e sanzioni da pagare oltre all’importo originario.

Le sanzioni variano a seconda dell’entità del ritardo nel pagamento:

  • entro 14 giorni dalla scadenza del bollo auto è prevista una sanzione dello 0,1%, per ogni giorno di ritardo (ravvedimento veloce)
  • dal 15° al 30° giorno di ritardo è prevista una sanzione dell’1,5% rispetto all’importo originario (ravvedimento breve)
  • dal 31° al 90° giorno di ritardo è prevista una sanzione pari all’1,67% (ravvedimento medio)
  • dal 91° giorno a 1 anno di ritardo la sanzione sale al 3,75% (ravvedimento lungo)
  • dal 1° al 2° anno di ritardo è prevista una sanzione pari al 4,286% (ravvedimento biennale)
  • ritardo superiore a 2 anni la sanzione va al 30%

Se il mancato pagamento del bollo auto si protrae per tre anni consecutivi è prevista la possibilità di procedere alla radiazione dell’auto dal pubblico registro (PRA) impedendo di fatto la circolazione del mezzo.

Con l’ultima Legge di bilancio è stata introdotta per i primi mesi del 2023 la possibilità di usufruire di uno stralcio di tutti i pagamenti del bollo non effettuati durante il periodo che va dal 2000 al 2015 con importi inferiori ai 1000 euro: chi ha pendenze in questo arco temporale le vedrà cancellate automaticamente senza alcuna richiesta. Il limite dei 1000 euro è per ogni singola cartella e non per il totale dell’arretrato.

Per importi superiori ai 1000 euro non è previsto invece uno stralcio totale, ma sono comunque state previste agevolazioni nel pagamento con rate spalmabili anche in cinque anni, o il pagamento in un’unica soluzione privo di interessi e more accumulate nel tempo.

Come verificare lo stato di pagamento del bollo

Andando nel link qui evidenziato potrete facilmente verificare la correttezza e la regolarità dei pagamenti effettuati sul bollo auto negli anni precedenti l’acquisto per non aver sgradite sorprese un domani. In alternativa alcune Regioni mettono a disposizione indirizzi mail specifici o aree nel proprio sito per verificare lo stato dei pagamenti.

Bollo auto MINICAR

Infine vi segnalo anche l’articolo di approfondimento sul pagamento del bollo o tassa di circolazione sulle MINICAR

Calcolo del super bollo auto

Per le auto con potenza superiore a 185 kW è previsto il cosiddetto SuperBollo: si tratta di una ulteriore tassa di 20€ per ogni kW in eccesso rispetto alla soglia dei 185. Per maggiori informazioni potete verificare qui anche quanto costerà il super bollo auto

Pagamento del bollo auto del defunto

Vi segnalo anche il nuovo articolo dedicato al pagamento del bollo auto del defunto

Incentivi Rottamazione Auto e Acquisto Veicoli Ibridi o Elettrici

Valuta l'articolo
[Totale: 112 Media: 2.7]

18 Commenti

  1. Ho acquistato una macchina nuova Peugeot 208 il 17 ottobre 2021 quanti mesi ho di tempo per pagare il bollo auto e lo posso pagare dal tabaccaio o all’ aci …è il primo bollo grazie e arrivederci

  2. Salve compro auto in esenzione da concessionario la prima settimana di agosto, quando scadrà il bollo che andrò a fare? E per quanti mesi devo pagare il superbollo?
    Grazie

  3. Salve, ho acquistato un auto nuova in data 16/07/2019; entro quando debbo effettuare il versamento per il pagamento del bollo auto? E, soprattutto, con quale modalità?

  4. Buon giorno, vorrei se possibile un informazione, sono in attesa dell’immatricolazione della mia nuova auto, che dovrebbe Avvenire domani 24/05/2019, chiedo: il bollo sono obbligato a pagarlo entro la fine del mese,o entro la fine del mese successivo? Ringrazio anticipatamente

  5. Salve,ho acquistato un’auto nuova ad agosto,immatricolata il 31 agosto 2018.Quanti mesi devo pagare il mio primo bollo?

  6. Buongiorno ho un auto nuova immatricolata il 02/10/2015 sono andato sul sito e mi dice che posso pagare entro 31/11/2015 .
    La mia domanda ? È giusto pagare entro questa data? O devo pagare entro il mese di ottobre e poi posso pagare il bollo online o devo andare all’aci visto che è un’auto nuova? Grazie Roberto

  7. Salve,ho acquistato un’auto nuova ad agosto,immatricolata il 31 agosto 2015.Quando devo pagare il mio primo bollo?
    Grazie,Carlotta.

  8. Buongiorno,la mia auto nuova dovrebbe arrivare il 20 agosto 2015.Mi domando quando sarà la scadenza del mio bollo auto,e se non sia il caso di far immatricolare la macchina il 1ºsettembre per evitare di pagare soldi per niente.Grazie,Stefania

  9. Ho acquistato un’auto nuova a metà maggio 2015 e rottamato la vecchia con il bollo pagato per tutto l’anno. Posso avere delle agevolazioni sul bollo da pagare sulla nuova?

  10. Salve ho acquistato un auto ed immatricolata gennaio 2012 non ho pagato il bollo ad oggi e vorrei mettermi in regola cosa devo fare?
    posso pagare i bolli a gennaio?

  11. la mia nuova auto è stata immatricolata il 29 settembre 2014, quando devo pagare il bollo, grazie

  12. Risiedo in Piemonte, ho acquistato un’auto nuova immatricolata il 15.09.2014 entro quale tempo devo pagare il bollo auto e presso quale ufficio? grazie, saluti.

  13. la mia nuova auto è stata immatricolata il 21 luglio scorso, quando devo pagare il bollo, grazie

  14. Ho venduto la mia auto per comprarne una nuova a luglio’14, il bollo della vecchia auto è scaduto il 31 maggio’14, posso pagare solo parzialmente il bollo della vecchia auto, cioè fino a quando non l’ho consegnata al nuovo proprietario, visto che devo pagare quello della nuova?

  15. Ho acquistato un’auto nuova in data 05/08/2013 qual’è la scadenza del primo bollo? perchè la regione lazio mi ha mandato una nota con data di pagamento entro il 3/6/14?
    Grazie

  16. Salve ho aquistato un’autovettura usata e la regione di appartenenza è la toscana, io vivo a palermo dunque regione sicilia, come devo fare per pagare il bollo auto visto che non risulta come beneficiario la regione sicilia?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati