HOMEPAGE / Accertamenti e cartelle di pagamento / Estratto conto delle multe e cartelle di Equitalia: il nuovo modulo on lne

Estratto conto delle multe e cartelle di Equitalia: il nuovo modulo on lne

equitaliaVi riepilogo in pochi punti come fare per richiedere l’estratto conto delle multe ad Equitalia o quello dei ruoli emessi presso l’Agenzia delle Entrate e trasmessi al concessionario della riscossione dei tributi, scaricando direttamente il modulo online o trovando i link che vi condurranno alla richiesta del PIN.

In linguaggio più tecnico si parla di estratto delle pendenze tributarie in cui sono riepilogate le sanzioni e le multe che sono aperte nei vostri confronti e che non risultano ancora pagate (ricordo comunque per il pagamento delle multe entro 5 giorni si può risparmiare, pagamento delle multe ridotto in pratica) Spesso poi sono così tante che possono andare a confluire tutte in un unico ruolo (si chiama così).

Se volete consultare la situazione on line sul sito di Equitalia

Il servizio di Equitalia che trovate sul sito si chiama Consulta la tua posizione debitoria ed il link è questo

qui trovate i servizi a disposizione che riepilogo nel seguito

Questo servizio ti consente di:

  1. visualizzare il riepilogo complessivo dei documenti che risultano già saldati o non ancora pagati, per intero o in parte, su tutto il territorio nazionale (esclusa la Sicilia) a partire dall’anno 2000.
  2. controllare il dettaglio di ciascuno dei documenti visualizzati e gli eventuali provvedimenti/ procedure attivate dall’Agente della riscossione.
  3. generare un “codice Rav” attraverso il quale effettuare il pagamento on line, tramite home banking del proprio istituto di credito.
  4. abilitare un intermediario fiscale (es. commercialista) alla consultazione della tua posizione debitoria cliccando sulla voce “Deleghe”.

Le somme da pagare sono riconducibili a 4 principali tipologie di documenti:

  • avvisi di pagamento
  • cartelle
  • avvisi di addebito
  • avvisi di accertamento

Per saperne di più

L’estratto conto riepiloga i documenti per tutte le province dove il contribuente ha o ha avuto la residenza (per i cittadini) o la sede legale (per le società), permettendo di visualizzare la situazione debitoria complessiva.

Nel campo “codice fiscale /partita iva” visualizzerai in automatico il codice fiscale o la partita iva, nel campo “Provincia con presenza di documenti” potrai selezionare le province in cui risultano cartelle o avvisi.

Attenzione: in presenza di atti che prevedano uno o più coobbligati è opportuno che ciascuno di essi verifichi la propria effettiva situazione debitoria presso lo sportello dell’Agente della riscossione competente.

Se il pagamento non è effettuato presso Equitalia, ma ad esempio presso banche o poste, l’aggiornamento della situazione debitoria è disponibile dopo alcuni giorni.

Vedremo quindi come fare ad accedere telematicamente allo sportello di Equitalia per richiedere l’estratto conto multe, anche grazie alla guida scritta proprio da Equitalia, dove seguire passo-dopo-passo le mosse per accedere.

Chiedere l’estratto conto ad Equitalia per ruoli emessi in pratica consiste in:

  1. Dovrete andare sul sito cliccando qui
  2. Richiedere il PIN
  3. Attendere la seconda parte del PIN
  4. Accedere al sito con le proprie credenziali
  5. Visualizzare la propria posizione

Guida Richiesta Estratto Conto_(luglio_2013)

Come richiedere le credenziali per accedere all’estratto conto di Equitalia
Dovrete andare sul sito dell’ agenzia delle entrate nella sezione servizi dove potrete richiedere il PIN qui. A tal proposito se avete tempo potete leggere anche la circolare 54 del 2011 dell’agenzia delle entrate dove sono indicati i passaggi anche per la richiesta in agenzia delle entrate.

Si può accedere anche tramite l’utenza Inps (solo persone fisiche) per cui basta collegarsi al sito dell’ INPS. Nell’area Servizi online alla voce “Richiesta PIN On Line” troverai tutte le indicazioni necessarie per registrarti. Puoi accedere tramite il sito INPS

Se volete recarvi di persona ad Equitalia

Ma oltre a questo vi metto a disposizione anche un Certificato o Estratto Carichi pendenti o pendenze tributarie informazioni da presentare in agenzia delle entrate in forma cartacea che vi servirà per presentare presso gli sportelli la vostra richiesta e che in realtà potrà servire come vedrete anche per richiedere altri certificati.

Per recarvi di persona armatevi di pazienza e ve lo sconsiglio se avete l’insulto facile perché in fila troverete tante persona che si lamentano e le file, almeno nelle grandi città ci sono e si fanno sentire.

Estratto conto presso Equitalia

In Equitalia potrete interrogare telematicamente le banche dati per le multe a partire dall’anno 2000. Per le informazioni ante 2000 è necessario rivolgersi fisicamente presso le agenzia di comptenza presenti sul territorio. E’ possibile richiedere  l’assistenza  del Servizio Contribuenti via internet entrando nel box “Servizi on line Agenzia delle Entrate” del sito.

Estratto dei carichi pendenti

Modulo Richiesta Estratto Conto Agenzia Entrate: cliccate su Certificato o Estratto Carichi pendenti o pendenze tributarie.
In questo modulo avrete come vedrete la possibilità anche di richiedere una serie di certificati e degli allegati da non dimenticare di portare.

Consiglio: quello che consiglio comunque, sempre che non siate della categoria di contribuenti che prende una multa o si vede notificare una cartella di pagamento al mese, è di recarsi una mattina qualsiasi alzandosi presto e vedrete che farete poca file ed in poco tempo ve la caverete….naturalmente non esiste un giorno in cui in fila non ci siano persone un po’ alterate.

Vai al tuo Cassetto Fiscale

IMPORTANTE: per consultare la propria posizione debitoria di Equitalia basta inserire le credenziali che avete per la consultazione del cassetto fiscale dell’agenzia delle entrate se le avete.

Altra cosa importante: rassegnatevi al fatto che da Equitalia non troverete il fascicolo della vostra multa o avviso di accertamento ma dovrete richiederlo all’ente impositore per cui nella maggior parte die casi l’agenzia delle entrate, ma se parliamo di multe al comune o se parliamo di bollo auto alla regione. Lo so che tutto questo non ha senso e avrebbero potuto metterlo a disposizione in formato scansionato già presso Equitalia ma rassegnatevi a sprecare tempo.

Valuta l'articolo
[Totale: 4 Media: 3.8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.