VAT Certification: cos’è, dove trovarlo, definizione

0
142

VAT Certification: definizione, cos’è e come scaricarlo dal sito dell’agenzia delle entrate

Il VAT certification viene richiesto spesso dalle autorità estere a società italiane per certificare il numero di partita IVA con cui si sono identificate in Italia o in altro paese di residenza. é un documento molto importante per dare certezze ad un soggetto estero dell’esattezza delle informazioni da parte di una autorità Italiana. Sul VAT certification figurano inoltre data e ora di estrazione per cui danno sicurezza anche di avere informazioni aggiornate alla controparte.

I soggetti esteri potrebbe richiedere che il VAT certification sia apostillato da un notaio e che sia preventivamente tradotto. Potrebbe essere utile per tutti i contribuenti che l’agenza delle entrate mettesse a disposizione anche la versione in Inglese anche perchè campi da tradurre sarebbero anche pochi e di facile traduzione.

Nel caso infatti di una apertura di una stabile organizzazione all’estero viene assegnato un numero di partita IVA che non è lo stesso con cui la società persona giuridica opera nel proprio paese di costituzione.

Parliamo del VAT certification facendo riferimento al certificato di attribuzione della partita IVA. Per intenderci quello che viene ottenuto al momento di apertura della partita IVA utilizzando il modello Modello AA7/10.

Moduli da scaricare e compilare

Vi indico anche i modelli che dovete utilizzare per l’apertura con le relative istruzioni da cui potrei evincere che non stiamo parlando di nulla di sconvolgente.

Apertura, variazione e chiusura soggetti diversi da persone fisiche (modello AA7/10)

Apertura, variazione e chiusura persone fisiche (modello AA9/12)

Modello aa9_AA9_12 mod

Identificazione Iva per i soggetti non residenti (modello Anr/3)

Software apertura Partita Iva < Link >

Una volta effettuata l’iscrizione il sistema dell’agenzia delle entrate restituisce un certificato di attribuzione della partita IVA in cui viene riportato il numero di partita IVA eed eventualmente anche il codice fiscale.

In poche parola è un documento che testimonia l’attribuzione di quel numero a quel soggetto con quella denominazione sociale ma è diverso dal VAT Certification.

Certificato di attribuzione partita IVA e certificato partita IVA

Il certificato di attribuzione della partita IVA è diverso dal certificato di partita IVA.

Il certificato di attribuzione della partita IVA infatti viene rilasciato dall’agenzia delle entrate ed è firmato dal diretto dell’Agenzia delle entrate ed è bollato.

il certificato della partita IVA invece è un modello che riporta il numero della partita IVA che viene dato al momento della prima richiesta.

Certificato di attribuzione partita IVA: dove richiederlo domanda

Il certificato di attribuzione della partita IVA va richiesta dietro presentazione e compilazione di apposita domanda.

bisogna collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate e scaricare il modulo apposito che deve essere compilato in ogni sua parte, allegando una copia della carta d’identità. Questi documenti vanno poi inviati compilati all’Agenzia delle Entrate, via posta o telematicamente.

Cosa contiene il certificato di attribuzione partita IVA?

Il certificato attribuzione partita IVA contiene le informazioni sul titolare della partita IVA. Nel caso di un lavoratore autonomo si identifica con il firmatario della domanda e l’associrazione è diretta.

Nel caso delle società invece la partita Iva viene aperta dal legale rappresentante che, al momento della costituzione corrisponde al presidente del CDA o al socio di maggioranza o al titolare della maggioranza delle quote se trattasi di una SRL. Solitamente lo fa il Notaio o il dottore commercialista che avvia le pratiche per la costituzione dell’impresa. Nella domanda sono inseriti quindi i dati del o anche dei diversi legali rappresentanti firmatari e anche dove sono depositate le scritture contabili.

In questo troverete quindi il Codice fiscale, il numero di partita IVA, denominazione della società oppure nome e cognome del lavoratore autonomo se trattasi di persona fisica. Trovate anche l’indirizzo della persona o la sede legale della società. Trovate la qualificazione e la natura giuridica della società ossia se è una SRL, SPA, SNC, SAPA o etc.

VAT Certification: cos’è e dove scaricarlo

Per accedere al proprio VAT Certification si dovrà prima di tutto aprire il proprio cassetto fiscale. Una volta acceduto alla propria area riservata basterà seguire i passi che trovate qui descritti nel seguito anche con l’aiuto di appositi screen.

Primo step: Accesso all’area riservata del sito dell’agenzia delle entrate

Secondo step: Accesso al cassetto fiscale

Una volta entrati nel cassetto fiscale sarà necessario andare in alto a destra dello schermo dove trovate l’icona del pdf da scaricare.

Da li vi si aprirà il VAT certification con tutte le informazioni anagrafiche del soggetto; dalla partita IVA al legale rappresentante all’indirizzo per la domiciliazione di atti etc

Archivio VIES

Altra cosa è l’archivio VIES di cui nel seguito vi segnalo l’articolo gratuito di approfondimento. Per operare all’estero infatti e procedere con la fatturazione sarà necessario procedere la verifica dell’iscrizione al VIES.

Archivio VIES: cos’è e come funziona l’iscrizione

Individuazione del codice ATECO per l’apertura della partita Iva 

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.