Bonus Psicologo: cos’è, come funziona, quanto vale, domanda

Come funziona il Bonus psicologo, quanto vale e come richiederlo? Lo possono richiedere tutti o ci sono dei requisiti imposti dalla normativa per accedere al beneficio economico?

Il Decreto Legge Mille proroghe 2022 introduce un importante strumento di risparmio per venire incontro al potenziamento dell’assistenza a tutela della salute mentale e dell’assistenza psicologica e psicoterapica. In effetti la pandemia abbiamo più volte sentito e scritto in questo blog che ha generato un significativo aumento delle condizioni di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica

Domanda Bonus Psicologo: come richiedere i contributi

A breve sarà pubblicato il decreto interministeriale per la definizione delle modalità per la presentazione della domanda di accesso al contributo, l’entità dello stesso e i requisiti per la sua assegnazione.

Il decreto interministeriale disciplina le modalità di presentazione della domanda per l’accesso al bonus psicologo. Ad oggi non sappiamo ancora come funziona ma sappiamo che il Decreto sta per essere pubblicato.


Prevista l’erogazione, da parte delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano, di un contributo finalizzato al sostenimento di spese relative a sessioni di psicoterapia fruibili presso specialisti privati iscritti nell’apposito elenco degli psicoterapeuti.

Quanto vale il bonus Psicologo

Il contributo per le prestazioni di psicoterapia e sedute dallo psicologo sono riconosciute per un importo massimo di 600 euro per persona per ciascun anno di imposta. Il contributo non è tassato ai fini IRPEF.

La misura del contributo non è fissa ma varia in funzione del valore assunto dall’indicatore ISEE. Se ancora non sapete così e come richiedere l’indicatore ISEE potete consultare il seguente articolo:

Naturalmente tanto più basso è il valore dell’ISEE tanto più alto sarà il valore assunto dal contributo per lo psicologo. C’è da dire che non parliamo di un contributo molto corposo per il semplice fatto che ogni seduta può andare dai 50 ai 100 euro per cui 600 euro potrebbero rappresentare una parte molto piccola del costo dell’intera terapia seguita da un paziente. Meglio questo che niente comunque.

Esclusioni Bonus Psicologo

Non vi sono restrizioni dal punto di vista soggettivo  ma solo da quello economico. Chi ha infatti, un valore ISEE superiore a 50 mila euro non potrà richiedere il bonus psicologo.

Cosa dice la norma sul Bonus Psicologo

La norma recita che “Tenuto conto dell’aumento delle condizioni di depressione, ansia,  stress e fragilità psicologica, a causa dell’emergenza pandemica e della conseguente crisi socio-economica, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano erogano, nei limiti delle risorse di cui al comma 4, un contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia fruibili presso specialisti privati regolarmente iscritti nell’elenco degli psicoterapeuti nell’ambito dell’albo degli psicologi. Il contributo è stabilito nell’importo massimo di 600 euro per persona ed è parametrato alle diverse fasce dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE)
al fine di sostenere le persone con ISEE più basso

1. Al fine di potenziare, nell’anno 2022, i servizi di salute mentale, a beneficio della popolazione di tutte le fasce di età, e di migliorarne la sicurezza e la qualità, anche in considerazione della crisi psico-sociale causata dall’epidemia di SARS-CoV-2, nonché di sviluppare l’assistenza per il benessere psicologico individuale e collettivo, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, entro il 31 maggio 2022, adottano un programma di interventi per l’assistenza sociosanitaria alle persone con disturbi mentali e affette da disturbi correlati allo stress al fine di garantire e rafforzare l’uniforme erogazione, in tutto il territorio nazionale, dei livelli di assistenza di cui agli articoli 25 e 26 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 18 marzo 2017, e, in particolare, per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
a) rafforzare i servizi di neuropsichiatria per l’infanzia e l’adolescenza, ai sensi dell’articolo 25 del citato decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017, potenziando l’assistenza ospedaliera in area pediatrica e l’assistenza territoriale, con particolare riferimento all’ambito semiresidenziale; b) potenziare l’assistenza sociosanitaria alle persone con disturbi mentali, ai sensi dell’articolo 26 del citato decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017; c) potenziare l’assistenza per il benessere psicologico individuale e collettivo, anche mediante l’accesso ai servizi di psicologia e psicoterapia in assenza di una diagnosi di disturbi mentali, e per affrontare situazioni di disagio psicologico, depressione, ansia e trauma da stress.

Fonte normativa legge riferimento Bonus Psicologo

Decreto Legge Mille proroghe (articolo 1-quater, comma 3)

Valuta l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati