HOMEPAGE / Varie su Fisco, Tasse, ecc. / Modello ISEE e DSU per l’iscrizione a scuola e nucleo familiare allargato: chiarimenti

Modello ISEE e DSU per l’iscrizione a scuola e nucleo familiare allargato: chiarimenti

dichiarazione sostitutiva unicaIl nuovo modello ISEE o anche detto oggi Dichiarazione Sostitutiva Unica DSU sono i due nuovi concetti a cui ruota attorno l’iscrizione alle scuola e l’accesso ai servizi accessori sociali e assistenziali (come per esempio quelli della mensa) di cui potrebbero avere bisogno le famiglie italiane che manifestano una capacità reddituale meritevole di tutela considerata anche in base alla composizione del nucleo familiare.

Nell’articolo per ogni paragrafo troverete l’articolo di approfondimento cliccando sulle parole in celeste. Nel frattempo partiamo con chiarire di cosa parliamo.

Cos’è la DSU o dichiarazione sostitutiva UNICA

L’ISEE è l’indicatore della situazione economica equivalente è l’attestato contenente l’indicatore I.S.E.E. consente ai cittadini di accedere, a condizioni agevolate, alle prestazioni sociali o ai servizi di pubblica utilità ed è dato dal rapporto tra l’indicatore della situazione economica (I.S.E.) e il parametro desunto dalla Scala di Equivalenza.
L’I.S.E.(Indicatore della Situazione Economica) è il valore assoluto dato dalla somma dei redditi e dal 20% dei patrimoni mobiliari e immobiliari dei componenti il nucleo familiare.

La definizione della DSU o dichiarazione sostitutiva unica e dell’indicatore ISEE la trovate all’articolo 10 del DPR 159 del 2013 e recita al primo comma questo: “Il richiedente presenta un’unica dichiarazione sostitutiva in riferimento al nucleo familiare di cui all’articolo 3, ai sensi del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e successive modificazioni, concernente le informazioni necessarie per la determinazione dell’ISEE. La DSU ha validita’ dal momento della presentazione al 15 gennaio dell’anno successivo“.

Differenza tra ISEE Ordinario e ISEE scuola o istruzione

Sono entrambe attestazioni che hanno come finalità quello di rappresentare mediante un indice la capacità reddituale del nucleo familiare e renderla così confrontabile numericamente con quella di altri nuclei familiari sempre al fine di stilare delle graduatorie mdi merito basate sul parametro reddito.

La presentazione della domanda di borsa di studio o di esenzione per la mensa p la quantificazione del costo di alcuni servizi universitari (non solo la retta universitaria) derivano proprio dalla presentazione del modello ISEE per il diritto allo studio universitario dello studente interessato.

DSU

La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è un documento che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare per la richiesta di prestazioni sociali agevolate.
Le prestazioni sociali agevolate sono prestazioni o servizi sociali assistenziali la cui erogazione dipende dalla situazione economica del nucleo del richiedente, compresi i servizi di pubblica utilità a condizioni agevolate (ad esempio bonus elettrico).

Novità: Le informazioni contenute nella DSU sono in parte autodichiarate (ad esempio informazioni anagrafiche, dati sulla presenza di persone con disabilità) ed in parte acquisite direttamente dagli archivi amministrativi dell’Agenzia delle entrate (ad esempio reddito complessivo ai fini IRPEF) e dell’INPS (trattamenti assistenziali, previdenziali ed indennitari erogati dall’INPS).

Per le parti autodichiarate, un solo soggetto compila la DSU, c.d. dichiarante, che si assume la responsabilità, anche penale, di quanto in essa dichiara.
La DSU serve a fornire le informazioni utili al calcolo dell’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente).
L’ISEE è l’indicatore che valuta la situazione economica delle famiglie e tiene conto del reddito di tutti i componenti, del loro patrimonio (valorizzato al 20%) e di una scala di equivalenza in base alla composizione del nucleo familiare e delle sue caratteristiche.

L’ISEE, inoltre, tiene conto di particolari situazioni di bisogno, prevedendo trattamenti di favore ad esempio per i nuclei con tre o più figli o per i nuclei con persone con disabilità e/o non autosufficienti.

La DSU modulare e gli ISEE

Nella maggior parte dei casi è sufficiente compilare la DSU MINI (vedi Istruzioni, parte 2) che consente di fornire le principali informazioni sulla situazione anagrafica, reddituale e patrimoniale del nucleo. La compilazione della DSU MINI consente di calcolare l’ISEE standard o ordinario, valevole per la generalità delle prestazioni sociali agevolate.
Solo in situazioni specifiche, in base al tipo di prestazione che il cittadino intende richiedere o delle particolari caratteristiche del nucleo familiare, si rende necessario fornire informazioni aggiuntive.

In particolare, la DSU MINI non può essere presentata quando ricorre una delle seguenti situazioni:

  • presenza nel nucleo di persone con disabilità e/o non autosufficienti (rinvio Istruzioni, parte 3, par.1)
      richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario (rinvio Istruzioni, parte 3, par. 2)
  • presenza nel nucleo di figli i cui genitori non siano coniugati tra loro, né conviventi (rinvio Istruzioni, parte 3, par. 3)   esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi o sospensione degli adempimenti tributari (rinvio Istruzioni, parte 3, par. 5)

In tali ipotesi, per ottenere l’ISEE occorre compilare la DSU nella sua versione estesa. In alcune situazioni (ad esempio prestazioni socio-sanitarie, universitarie) le informazioni raccolte consentono di calcolare ISEE specifici che meglio rappresentano le particolarità di tali prestazioni e le caratteristiche del nucleo.
La DSU assume quindi un carattere modulare, perché non è rigida ed identica per tutte le situazioni, ma è strutturata su più Moduli, ed all’interno di essi su più Quadri, in base alle informazioni che di volta in volta occorre fornire al fine di ottenere ISEE specifici.

Scarica il Modello ISEE Dichiarazione Sostitutiva Unica dove potrai vedere dati da indicare nell’ISEE o nella DSU.

Esenzioni, riduzioni, esclusioni ed abbattimenti delle voci del modello ISEE

Leggete l’articolo dedicato alle riduzioni, esenzioni, esclusioni delle voci del nuovo modello ISEE o dichiarazione sostitutiva unica in cui troverete le voci che non entrano nel modello per il 100% ma per una percentuale ridotta oltre anche all’articolo dedicato proprio ai dati da indicare nell’ISEE o nella DSU.

La nuova composizione del nucleo familiare

Il nuovo nucleo familiare valido ai fini dell’indicatore ISEE e con questo intendo dire i soggetti di cui sarà necessario reperire i dati anagrafici, patrimoniali e reddituali con la riforam sono costituiti dai genitori e dai figli.

Da definizione si deve prendere come nucleo familiare quello della famiglia naagrafica alla data di presentazione e sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica DSU.

Genitori con diversa residenza per diversi motivi

Naturalmente il legislatore ha dovuto plasmare la norma anche in base alle nuove conformazioni della famiglia anagrafica che non viene considerata come unico nucleo familiare nel caso abbiano diversa residenza anagrafica come per esempio i soggetti che sono separati giudizialmente o per i quali è intervenuta l’omologazione della separazione consensuale o disposta dal giudice rispettivamente ai sensi dell’articolo 711 e 126 del codice di procedura civile.

La diversa residenza anagrafica non scomporrà il nucleo familiare nemmeno nel caso di provvedimenti di allontanamento di uno dei genitori o quando intervengono provvedimenti di urgenza oppure quando sono state legate ad uno dei dei le potestà genitoriali.

Altro caso potrebbe essere anche quello di allontanamento dalla famiglia per motivi di urgenza disposti dal giudice ex articolo 708 del cpc che nel seguito riporto “all’udienza di comparizione il presidente deve sentire i coniugi prima separatamente e poi congiuntamente, tentandone la conciliazione.
Se i coniugi si conciliano, il presidente fa redigere il processo verbale della conciliazione.
Se la conciliazione non riesce, il presidente, anche d’ufficio, sentiti i coniugi ed i rispettivi difensori, dà con ordinanza i provvedimenti temporanei e urgenti che reputa opportuni nell’interesse della prole e dei coniugi, nomina il giudice istruttore e fissa udienza di comparizione e trattazione davanti a questi. Nello stesso modo il presidente provvede, se il coniuge convenuto non compare, sentiti il ricorrente ed il suo difensore.
Contro i provvedimenti di cui al terzo comma si può proporre reclamo con ricorso alla corte d’appello che si pronuncia in camera di consiglio. Il reclamo deve essere proposto nel termine perentorio di dieci giorni dalla notificazione del provvedimento

Non saranno parte dello stesso nucleo familiare i soggetti che lo hanno abbandonato a che l’abbandono sia stato accertato in sede giudiziale o dalle pubbliche autorità.

Nucleo familiare studente indipendente

Per essere considerato nucleo familiare autonomo e indipendente da quello dei genitori uno studente dovrebbe prima di tutto non convivere nel loro nucleo familiare per cui avere una residenza anagrafica diversa dalla loro. Inoltre non risiedere in un alloggio di proprietà di uno dei componenti del medesimo nucleo da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda di borsa di studio;

Dal punto di vista reddituale nei due anni antecedenti alla data di presentazione della domanda di borsa di studio, redditi da lavoro dipendente o assimilati, fiscalmente dichiarati, di importo pari ad almeno € 6.500,00.

In assenza anche di uno solo dei requisiti indicati, lo studente sarà obbligato a presentare attestazione I.S.E.E. con il nucleo familiare dei genitori.

Come sono considerati i disabili all’interno del nucleo familiare

Il disabile può facoltativamente anche essere considerato come nucleo familiare autonomo.

Come si considerano i figli minorenni ai fini ISEE

Ai fini del calcolo dell’ISEE non saranno presi in considerazione anche i redditi eventualmente prodotti dal figlio minorenne che farà parte del nucleo familiare nel quale convive e che sarà considerato tale anche nel caso in cui sia maggiorenne e non conviva più con i genitori ma sia a loro carico ai fini Irpef.

In pratica dovrete legare il figlio al nucleo familiare valido ai fini dell’ISEE basandovi sulle soglie di esenzione già viste nell’articolo dedicato alle detrazioni fiscali Irpef per i figli a carico.

Seconde e terze famiglie ai fini ISEE e della DSU

Nel caso in cui vi siete divorziati e risposati una, due o più volte la situazione si complica e il legislatore disciplina che il nucleo familiare sarà costituito dai genitori che hanno riconosciuto il proprio figlio  fa parte del suo nucleo familiare a parte i casi e le eccezioni viste prime e sempre che la diversa residenza non sia definita dal fatto che il genitore ha un’altro nucleo familiare con altri figli, condizione questa che lo farebbe attrarre nel nuovo nucleo familiare. Questo al fine di definire compiutamente il vero bisogno del genitore su cui deve essere verificato se il suo nucleo familiare è monoreddito o beneficia anche di quello di un nuovo coniuge o convivente o ha altri figli.

 Scarica il Modello ISEE Dichiarazione Sostitutiva Unica dove potrai vedere

Dati da indicare nel modello ISEE o nella DSU

Vi segnalo poi l’articolo appositamente dedicato ai dati da indicare nell’ISEE o nella DSU. dove troverete i riferimenti alla composizione e compilazione dei singoli quadri.

Consulta l’articolo di approfondimento dedicato alla Indicazione di Immobili e fabbricati nel Modello Isee o nella DSU.

Calcolo ISEE e DSU

Ho trovato una sezione sul sito dell’INPS che consente di effettuare una simulazione del proprio indice e che trovate nell’articolo dedicato al calcolo del modello ISEE

Cosa rischi e quali sanzioni con ISEE falso o sbagliato?

ISEE UNIVERSITÀ

ISEE Università: Calcolo, compilazione e Simulazione per Iscrizione e pagamento retta

Riferimenti normativi

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 159 del 2013

Valuta l'articolo
[Totale: 7 Media: 3.3]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

1 commento

  1. Avatar

    SALVE… Ho compilato la DSU sul sito INPS ed ho un dubbio.
    Giorno 10 gennaio 2019 ho cambiato residenza e da quel momento convivo con la mia compagna, ma fino al 31/12/2018 vivevo da solo.
    nella DSU, dato che devo dichiarare i redditi dell’anno precedente, devo dichiarare nel nucleo familiare che sono da solo? Dato che si andrebbero a sommare i redditi senza aver vissuto insieme… Cordiali Saluti

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.