Versamento Iva trimestrale o mensile: calcolo, codici tributo e scadenza per il pagamento

comunicazione 2010 annuale dati ivaPremesso che avete avuto modo di leggere quali sono le scadenze per il versamento dell’iva derivante dalle liquidazione Iva trimestrale e mensile, la cui differenza si origina sulla base del fatturato prodotto nei periodi precedenti, qui vediamo le modalità di versamento dell’Iva.

Contribuenti mensili e Contribuenti trimestrali

Per capire se si è un contribuente mensile o trimestrale sarà necessario fare riferimento al volume del fatturato vendite sviluppato sia se vendete beni o prodotti sia se vendete servizi. La differenza risiede nel fatto che qualora eroghiate servizi per passare dal versamento dell’Iva trimestrale  a quello mensile dovrete superare la barriera dei 309.874,10 euro mentre se vendete prodotti dovrete sforare i 516.456,90. Se superate questi limiti sarete soggetti versamento Iva mensile con un aggravio anche di costi di natura amministrativa e contabile in quanto si presuppone che rientrate nel regime di contabilità ordinaria dove per legge sarete sottoposti a maggiori adempimenti per quello che concerne bilancio, libri e registri, dichiarazioni, accertamento ecc.

Nuovi Limiti dal 2012 per i contribuenti trimestrali

Con la Legge numero 183 del 2011 o legge di stbilità si modificano i limiti per i contribuenti trimestrali e come chiarito anche dalla RM numero 15 del 2012 possono restare trimestrali i contribuenti che nell’anno solare precedente hanno realizzato un volume d’affari (differente da dire ricavi delle vendite e delle prestazioni e la cui definizione la trovate nel modello della dichiarazione Iva) non superiore a  400 mila euro se prestate servizi o siete liberi professionisti o svolgete arti o professioni o di 700 mila euro per le impresa che commercializzano prodotti o altre attività. Se svolgete più attività non si guarda più l’attività prevalente ma la somma del volume di affari derivante dalle diverse attività.

Fermo restando le scadenze dei contribuenti mensili che presenteranno il modello F24 cartaceo o telematico e che liquidano l’imposta sul valore aggiunto il 16 del mese successivo a quelo di chiusura sempre che dalla liquidazione emerga un imposta a debito superiore ai 25,82 euro, le scadenze dei contribuenti trimestrali sono le seguenti:

Scadenze per il Versamento Iva dei contribuenti Trimestrali

Per il primo trimestre la scadenza è del 16 maggio, per il secondo trimestre la scadenza è fissata per il 16 agosto, per il terzo trimestre il 16 novembre ed in ultimo per la liquidazione del quarto trimestre o anche come accade per la liquidazione del mese di dicembre dovrà avvenire il entro il 16 marzo o in al momento del conguaglio o saldo Iva nel modello Unico (a Giugno insieme al modello unico, cosa che la maggior parte dei clienti fa).

Se l’importo derivante dalla liquidazione è inferiore ai 25,82 euro (le vecchie 50 mila lire) potrà essere riportato alla liquidazione del mese o trimestre successivo.

Per i contribuenti che scelgono la liquidazione trimestrale  è rilevante che gli importi eventualmente a debito sono maggiorati nella misura dell’1% a titolo di interesse legale per il fatto che in questo modo state privando lo Stato di disponibilità liquida anche se tuttavia lo stesso trattamento non è previsto se siete a credito.

Esiste quindi un versamento minimo dell’Iva in sede di liquidazione periodica iva che deve esser superiore ai 25,82 euro ed un versamento annuale Iva a saldo che deve essere maggiore di 10,33 euro

Codici Tributo Contribuenti Mensili

  • 6001 Versamento IVA mensile di  gennaio
  • 6002 Versamento febbraio
  • 6003 Versamento  marzo
  • 6004 Versamento  aprile
  • 6005 Versamento maggio
  • 6006 Versamento giugno
  • 6007  luglio
  • 6008 agosto
  • 6009 settembre
  • 6010 ottobre
  • 6011  novembre
  • 6012  dicembre
  • 6013 IVA

Codici Tributo Contribuenti Trimestrali

6031 Versamento IVA trimestrale Primo trimestre
6032 Versamento  Secondo trimestre
6033 Versamento Terzo trimestre

Cosa fare se siete in ritardo nel pagamento

Se non avete provveduto per tempo al pagamento entro le scadenze fiscali ricordate che potete presentare il nuovo ravvedimento operoso per versare sanzioni ridotte rispetto a quelle vi notificherebbero in caso di omesso versamento a seguito di controlli fiscali.

 Vi segnalo sempre gli articoli di approfondimento e correlati:

Liquidazione Iva Trimestrale
Comunicazione annuale dati Iva
Versamento Annuale Iva a saldo

Versamento primo acconto Irpef, Irap ed Iva

Ti è piaciuto l'articolo? Per continuare a darvi spunti gratuiti, condividi questo articolo tramite i pulsanti qui sopra!

5 Commenti

  1. salve sono un ex minimo dal 2013 entro in contabilità semplificata, sono obbligata a versare liva trimestrale oppure per gli ex minimi c’è qualche agevolazione? grazie mille per l’aiuto

  2. Salve sono un giovane Avvocato ex regime semplificato, e quidi da quest’anno con regime Iva normale.

    Ho sentito parlare di un regime semplicato Iva da qualche Collega, che mi dice che porta le fatture dal commercialista tutte a fine anno (mi chiedo come fa a pagare l’iva trimestrale in questo modo?)

    Io infati le presento a cadenza mensile versando l’iva trimestrale

    Sa dirmi qualcosa su questo regime semplificato Iva?

    grazie
    S.

  3. Nel caso, con un’attività nata da poco, non si abbia ancora fatturato niente non avendo ancora avuti clienti, si deve ugualmente fare la dichiarazione dei redditi dichiarando guadagno 0?
    grazie

  4. Salve, per 5 anni sono stata contribuente minimo, ora devo rientrare in un regime iva, vorrei sapere se, parere vostro, posso imparare a farmi io la liquidazione iva trimestrale ed inviarla all’uff. delle entrate e se questo è un servizio a pagamento che offrite anche voi. MOlte grazie

  5. Non eroghiamo questo servizio di consulenza al momento. Dipende che affinità e soprattutto voglia hai tu di cimentarti in una materia difficile, noiosa e in continua evoluzione….io te lo sconsiglio vivamente. Senti più commercialisti e fatti fare dei preventivi e poi decidi. Se sei su Roma o su Milano vedo di indirizzarti a seconda del settore di attività in cui operi.

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>