Esonero dalla dichiarazione dei redditi: chi non deve presentarla?

Potete consultare questa guida pratica alla compilazione del modello Unico o del modello 730 ai fini della dichiarazione dei redditi che indica alcuni passaggi fondamentali per risolvere alcuni problemi relativi alla dichiarazione dei redditi. Primo tra tutti è capire quali sono i soggetti che devono presentare la dichiarazione e come fare per la compilazione e l’indicazione dei costi da portare in detrazione. I seguenti soggetti NON DEVONO presentare la dichiarazione dei redditi per l’anno, questo non vuol dire però che non devono versare le imposte:

Di seguito i casi di esonero dalla dichiarazione dei redditi modello 730 o modello Unico. Se avete solo redditi corrisposti da un unico datore di lavoro obbligato ad effettuare le ritenute di acconto o corrisposti da più sostituti purchè certificati dall’ultimo che ha effettuato il conguaglio e le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale e contemporaneamente avete esclusivamente solo una delle seguenti tipologie di reddito allora sarete esonerati.

Tali tipologie di reddito sono: reddito prodotto dall’abitazione principale e relative pertinenze e altri fabbricati non locati, Lavoro dipendente o pensione. Oppure lavoro dipendente o pensione + Abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati, oppure rapporti di collaborazione coordinata e continuativa compresi i lavori a progetto eccetto le collaborazioni di carattere amministrativo-gestionale di natura non professionale rese in favore di società e associazioni sportive dilettantistiche, oppure solo redditi esenti. Esempi di redditi esenti indicati dal fisco per indicare redditi esenti sono le rendite erogate dall’Inail esclusivamente per invaliditaà permanente o per morte, alcune borse di studio, pensioni di guerra, pensioni privilegiate ordinarie corrisposte ai militari di leva, pensioni, indennità, comprese le indennità di accompagnamento e assegni erogati dal Ministero dell’Interno ai ciechi civili, ai sordi e agli invalidi civili, sussidi a favore degli han- seniani, pensioni sociali.

Oppure Redditi soggetti ad imposta sostitutiva come per esempio interessi sui BOT o sugli altri titoli del debito pubblico oppure redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta come gli interessi sui conti correnti bancari o postali; redditi derivanti da lavori socialmente utili.

Esistono anche degli altri casi di esonero che sono correlati tuttavia all’ammontare del reddito percepito e di alcune altre condizioni.

Il periodo di lavoro o di pensione deve essere superiore a 365 giorni annui

In tal senso avremo che è esonerato chi ha esclusivamente reddito prodotto da terreni e fabbricati nel limite di 500 euro, oppure esclusivamente lavoro dipendente o assimilato + altre tipologie di reddito nel limite di 8 mila euro annui, oppure Pensione + altre tipologie di reddito nel limite di 7.500 euro annui (oppure se il contribuente ha più di 75 anni di età 7.750), oppure reddito da pensione più terreni nel limite rispettivamente di 7.500 e 185,92 euro. A volte credo che si impegnino proprio a strutturare i casi di esonero in modo così complesso quasi che viene naturale pensare che individuano questi limite in base alla composizione del contribuente Italiano.

Leggete comunque la guida alla compilazione del 730 dove troverete molti consigli utili.

Oppure chi percpisce solo reddito derivante dall’assengo di mantenimento del coniuge (escluso quello destinato al mantenimento dei figli) più altre tipologie di reddito ma sempre nei limiti di 7.500 euro annui.

Esistono anche altri casi di esonero come la produzione esclusivamene di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e altri redditi per i quali la detrazione prevista non è rapportata al periodo di lavoro come per esempio l’attività libero professionale intramuraria del personale dipendente dal Servizio sanitario nazionale, redditi da attività commerciali occasionali, redditi da attività di lavoro autonomo occasionale purchè inferiori ai 4.800 euro annui, oppure compensi derivanti dall’attività sportiva e dilettantistica nei limiti di 28.158,28 euro annui.

Si è esonerati infine anche qualora obbligati la vostra imposta è inferiorere ai 10,33 euro.

Nei prossimi articoli affronteremo le principali problematiche che possono interessare il contribuente in sede di calcolo o previsione delle tasse da versare tramite i modelli della dichiarazione dei redditi da utilizzare, quelli più convenienti, (730, 740, modello Unico, CUD, ecc, ecc).

Modello 730 Editabile
In basso troverete gli articoli di approfondimento per la compilazione del mod.730 e dei singoli campi come per esempio le detrazioni e le deduzioni, le spese mediche, la detrazione degli interessi sul mutuo, come indicare i terreni o i fabbricati ecc, mentre se volte cimentarvi con la compilazione del 730 direttamente dal vostro PC l’agenzia delle entrate ha pubblicato finalmente il modello 730 editabile (basta avere un programma comunissimo come acrobat che legge i file in formato pdf). Vi ricordo prima di tutto che i file sono stati creati dall’agenzia delle entrate e che sono disponibili sul sito dell’agenzia delle entrate, qualora aveste problemi di ricerca del sito o della sezione o aveste problemi di accesso potete farlo anche da qui gratuitamente ovviamente.

Vi ricordo che la scadenza per presentare la dichiarazione dei redditi al proprio datore di lavoro è il 30 aprile mentre  se siete in ritardo dal primo maggio sarà possibile consegnare la documentazione caf o la dichiarazione dei redditi 730 anche ai caf. Dopo la scadenza del 31 maggio per compilare la dichiarazione dei redditi dovrete rivolgervi ad un intermdiario e compilare il modello unico da inivare telematicamente.
Vi consiglio anche di leggere gli altri articoli pubblicati nella categoria dichiarazione dei redditi 730 e Unico che sono una vera e propria guida fiscale per la compilazione corretta della dichiarazione.

Vi consiglio anche di leggere i nuovi articoli sul 730 per la dichiarazione dei redditi degli anni successivi che nella sostanza ripercorrono le informazioni qui presenti.Vi consiglio comunque di leggere la categoria dichiarazione dei redditi appositamente dedicata al lato dove trovate molti consigli utili e delle guide operative pratiche per la facile compilazione della dichiarazione e consigli utili anche per gli esperti.

Vi ricordo che potete consultare le guide pratiche:
Calcolo Acconto Irpef Ires Irap
Detrazione Interessi passivi mutuo nel 730 o in Unico
Calcolo Acconto INPS
Elenco spese deducibili nel 730 o Modello Unico

-> i commenti a questo articolo sono CHIUSI, per domande e/o suggerimenti potete scrivere a info@tasse-fisco.com

Ti è piaciuto l'articolo? Per continuare a darvi spunti gratuiti, condividi questo articolo tramite i pulsanti qui sopra!

293 Commenti

  1. persona fisica residente all’estero con residenza AIRE in Italia redditi di affitto fabbricato € 2500,00 deve presentare la denuncia?

  2. Per l’imposizione sui redditi derivanti dalla titolarità del diritto di proprietà sull’immobile si devono tenere in considerazione le convezioni internazionali contro le doppie imposizioni stipulate tra l’Italia e lo stato estero.

    Quindi sarebbe necessario conoscere lo stato di residenza del soggetto iscritto all’AIRE che come ricordiamo è l’albo iscrizione residenti esteri (se paese rietrante nelle white list) e successivamente verificarne il corretto trattamento fiscale ai fii Irpe o Ires,

    Per quello che concerne l’Iva possiamo ricordarvi che ai fini dell’identrificazione della territorialità invece rileverà lo stato ove è ubicato l’immobile e pertanto l’uiva sarà pagato nello stato ove questo è situato.

    Saluti,

  3. Salve,

    scusate l’ignoranza ma dopo aver letto che non è soggetto alla dichiarazione chi:

    “chi ha percepito solo redditi da lavoro dipendente o collaborazioni da un unico datore di lavoro obbligato ad effettuare le ritenute di imposta”

    vuol dire che chi riceverà solo un CUD sia esso proveniente da lavoro dipendente, a tempo, indeterminato o in somministrazione non deve presentare la dichiarazione dei redditi?

  4. Buongiono Claudio,

    esattamente: qualora abbia un unico datore di lavoro e non abbia altri redditi da dichiarare al fine delle tasse da pagare nel 2009 (proventi derivanti da canoni di locazioni, redditi di capitali, rediti da lavoro autonomo ecc ecc) non sarà obbligato a presentare alcuna dichiarazione dei redditi per l’anno di imposta 2008.
    La invitiamo pertanto a comunicare al suo datore di lavoro eventuali voci afferenti eventuali maggiori o minori detrazioni di imposta spettanti in modo che le siano contabilizzate nel modello CUD e possano effettuare eventuali conguagli di fine anno direttament ein busta paga.
    La sua obbligazione tributaria è stata infatti già soddisfatto dal suo datore di lavoro che trattenendole le imposte direttamente in busta paga le verso per suo contotramite il meccanismo della sostituzione di imposta.
    Qualora volesse comunque procedere alla presentazione potrà comunque presentarla.

    Cordiali saluti

  5. Ho ricevuto compensi da lavoro saltuario (2 datori di lavoro che mi hanno inviato il CUD) per un totale di circa 3000 euro circa. Non ho altri redditi. Debbo fare la dichiarazione ? Qualora non dovessi, la trattenuta alla fonte e’ rimborsabile o e’ comunque dovuta ?
    Grazie, FRancesco

  6. Buonasera Francesco,

    nel caso abbia 2 CUD dovrebbe presentare la dichiarazione al fine di detemrinar ele imposte dovute a fine anno.

    Potrebbe non presentare la dichiarazione nell’ipotesi in cui al secondo datore di lavoro abbia chiesto di prendere in considerazione i redditi, le ritenute ed i contributi già precedentemente trattenuti dal primo datore di lavoro.

    Cordiali saluti,

  7. Mio padre, pensionato INPS, anni 77, ha ricevuto il modello CUD quest’anno, è percepisce il trattamento minimo pensionisto con relativa maggiorazione sociale, inoltre non possiede nessun reddito.Deve presentare la dichiarazione dei redditi?

  8. Salve
    Quanto è il reddito minimo sotto il quale non si deve presentare la dichiarazione dei redditi e quindi pagare le eventuali tassi?
    I redditi percepiti sono nati da collaborazioni saltuarie di vario genere…
    Non ho ancora fatto il calcolo, ma credo di essere intorno ai 4.000,00 euro…
    Grazie!

  9. Buongiorno Maria,
    Sarebbe necessario conoscere la tipologia delle prestazioni (occasioali) che ha svolto, se è titolare di una partita iva, dove è stata svolta la prestazione (Italia o estero) verso chi ha svolto la prestazione (soggetto titiolare di partita iva in Italia o all’estero).

    Nel caso comuqnue avesse svolto solo ed esclusivamente prestazioni occasionali le consiglierei di compilare la dichirazione in quanto qualora le ritenute operate nelle ricevuta a tiotolo di ritenuta d’acconto, insieme con delle sue eventuali detrazioni o deduzioni di imposta la potebbero far andare anche a credito di imposte, che potrà utilizzarlo in compenszione per l’anno successivo o richiederlo a rimborso (di solito ci impiegano 2-3 anni)
    Cordiali saluti,

  10. Ho ricevuto due cud. Uno relativo a 45 giorni di contratto a progetto, tra febbraio e marzo. L’altro relativo al lavoro che continuo a svolgere, sempre a progetto. Devo presentare la dichiarazione o esiste un limite di euro al di sotto del quale non è necessario?

  11. Buongiorno Franca,

    qualora avesse ricevuto due CUD vale quanto sempre quanto abbiamo scritto nei preccedenti articoli o commenti.

    Dovrà pertanto presentare la dichiarazione sempre che non abbia preventivamente richiesto al suo ultimo datore di lavoro di effettuare il conguaglio nel secondo CUD.

    Se va sul sito troverai tutte le tipologie di casi di esonero dalla dichiarazione dei redditi previsto per il modello unico 2009 persone fisiche. Ne Abbiamo pubblicato uno nuovo in questi giorni.

    Cordiali saluti,

  12. Nel 2008 ho fatto 2 supplenze in 2 scuole statali per un importo che non supera le 500 euro.Devo fare la dichiarazione dei redditi?

  13. Buongiorno Elena,
    in questo caso Le sembrerà una scocciatura ma dovrà presentare la dichirazione dei reidditi, tuttavia nella sua situazione è probabile che vada a credito di imposta ossia non dovrà versare le tasse ma maturerà un credito nei confronti del fisco che potrà richiederlo a rimborso (lo sconsiglio visti i tempi) od utilizzarlo in compensazione negli anni successivi. Il credito potrà maturare laddove le sue detrazioni (figli, lavoro dipendente, prima casa, ecc ecc) azzerino il suo reddito imponibile o per un importo più basso rispetto alle ritenute che le ha applicato il suo datore di lavoro. In questo modo le ritenute trattenute in più rispetto a quello che avrebbe dovuto versare come tasse saranno un credito.

    In questo caso pertanto Le consiglio di presentare la dichiarazione dei redditi. Non si parla di importo rilevanti, ma si risparmia.

    Saluti

  14. Gentile andy…
    mio suocero….è titolare di pensione INPS..e proprietario di casa al 50% con la moglie…deve presentare la dichiarazione dei redditi o è esentato?Inoltre se è obbligato..può presentarla congiuntamente alla moglie , la quale è titolare di pensione INPS di 2.925,39 come da Cud consegnato nel mese di febbraio per i redditi del 2008 e dell’altro 50% della casa.
    cordiali saluti

  15. Buongiorno, io ho il Cud 2009 per dei redditi di lavoro dipendente che ammontano a 12000 euro (6 mesi). Vivo con i miei genitori ma attualmente sono disoccupato. devo presentare il modello 730? noto pero’ che i conguagli per le detrazioni non sono stati effettuati dal mio datore di lavoro…

    Infine, se voglio destinare il mio 5 x mille a chi devo inviare l’allegato al CUD se nn devo presentare la dichiarazione dei redditi?

    Grazie in anticipo

  16. Buongiorno Franca,

    purtroppo dovrà presentare la dichirazione dei redditi, sempre che non dica al suo attuale, secondo ed ultimo datore di lavoro di effettuare il conguaglio in busta paga. In tal modo potrà evitare di presentare la dichirazione dei redditi per il 2009.

    Le segnalo il link dove trova i casi per non prensentare la dichirazioni dei redditi 2009.

    http://www.tasse-fisco.com/varietassefisco/esonero-dalla-dichiarazione-dei-redditi-chi-non-deve-presentarla/184/?preview=true&preview_id=184&preview_nonce=6e56aabcb4

    qualora avesse ulteriori dubbi può contattarmi.

    saluti

  17. Buongiorno caro Diego,

    purtroppo se ha più di un CUD deve presentare la dichirazione dei redditi sempre che il suo datore di lavoro non possa riliquidarle le imposte, calcolando i conguaglie rilascoiandole nuovamente il CUD.

    In dichiarazione la scelta del 5 per mille sarà pertanto ordinariamente esercitata applicando la X nell’apposita casella prevista nel frontespizio della dichirazione e apponendo la propria firma. Sarà possibile altresì inserire il codice fiscale dell’associazione a cui si intende destinare il 5 per mille.

    saluti,

  18. Ho un solo Cud 2009 per € 12.000 per sei mesi di lavoro a tempo determinato sino al 31 agosto 2008.Da tale data non ho più lavorato.
    E’ possibile conoscere quanto segue:
    a) devo presentare la dichiarazione dei redditi pur avendo il sostituto d’imposta applicato sia l’ires sia le detrazioni di imposta;
    b)per il 5 per mille a chi devo trasmettere la documentazione giustificativa,dal momento che sono disoccupato;
    c) se volesse allegare anche l’importo delle spese mediche che devo fare.

  19. Buongiorno Remo,

    Può non preentare la dichirazione. Tuttavia se vuole per usufruire delledetrazioni dall’imposta delle spese mediche pari al 19% stante il rispetto di alcuni requisiti (vedi per esempio lo socntrino parlante, le ricevute fiscali dei medici, le assicurazioni mediche), può presentare il 730 o il modello unico in modo così da destinare il 5 per mille a chi vuole.

  20. Salve, io per il 2008 ho un cud di 6.670 euro, ma nel mese di ottobre abbiamo fatto una sospensione del lavoro e ho percepito la disoccupazione, quindi ho anche un cud che mi ha dato l’inps di 77,74 euro, relativo a quel mese.Cosa devo fare? devo presentare la dichiarazione?

Trackbacks/Pingbacks

  1. Prestito da 8000 - Prestiti Personali da 8000 Euro in Mutuo Prestiti - [...] da 8000 aggiornato il 09 agosto 2011 Vai alla home:Mutuo PrestitiIl prestito da 8000 euro, come accade per ogni …
  2. Anonimo - [...] Politicainrete Politicainrete Politicainrete Politicainrete Politicainrete Politicainrete Esonero dalla dichiarazione dei redditi: chi non deve presentarla? senti …

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>