HOMEPAGE / Dichiarazione 730 e modello UNICO / Esonero dalla dichiarazione dei redditi: chi non deve presentarla?

Esonero dalla dichiarazione dei redditi: chi non deve presentarla?

Potete consultare questa guida pratica alla compilazione del modello Unico o del modello 730 ai fini della dichiarazione dei redditi che indica alcuni passaggi fondamentali per risolvere alcuni problemi relativi alla dichiarazione dei redditi. Primo tra tutti è capire quali sono i soggetti che devono presentare la dichiarazione e come fare per la compilazione e l’indicazione dei costi da portare in detrazione.

Quando non è obbligatorio presentare la dichiarazione dei redditi 730

I seguenti soggetti NON DEVONO presentare la dichiarazione dei redditi per l’anno, questo non vuol dire però che non devono versare le imposte:

Di seguito i casi di esonero dalla dichiarazione dei redditi modello 730 o modello Unico. Se avete solo redditi corrisposti da un unico datore di lavoro obbligato ad effettuare le ritenute di acconto o corrisposti da più sostituti purchè certificati dall’ultimo che ha effettuato il conguaglio e le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale e contemporaneamente avete esclusivamente solo una delle seguenti tipologie di reddito allora sarete esonerati.

Limiti in base alla tipologia di reddito

  1. Redditi corrisposti da un unico sostituto d’imposta obbligato ad effettuare le ritenute di acconto o corrisposti da più sostituti purché certificati dall’ultimo che ha effettuato il conguaglio e redditi derivanti dall’abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati e sempreche il fabbricato non locato non sia situato nello stesso comune dell’abitazione principale e che l’abitazione principale e pertinenze per le quali non è dovuta l’Imu.
  2. Redditi corrisposti da un unico sostituto d’imposta obbligato ad effettuare le ritenute di acconto o corrisposti da più sostituti purché certificati dall’ultimo che ha effettuato il conguaglio e solo lavoro dipendente o di pensione. Inoltre le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale
  3. Redditi corrisposti da un unico sostituto d’imposta obbligato ad effettuare le ritenute di acconto o corrisposti da più sostituti purché certificati dall’ultimo che ha effettuato il conguaglio o lavoro dipendente o pensione + Abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati. Inoltre le detrazioni per coniuge e familiari a carico devono essere spettanti e non devono essere dovute le addizionali regionale e comunale.
  4. Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa compresi i lavori a progetto. Sono escluse le collaborazioni di carattere amministrativo-gestionale di natura non professionale rese in favore di società e associazioni sportive dilettantistiche. Inoltre le detrazioni per coniuge e familiari a carico devono essere spettanti e non devono essere dovute le addizionali regionale e comunale
  5. Redditi esenti: Esempi: rendite erogate dall’Inail esclusivamente per invalidità permanente o per morte, alcune borse di studio, pensioni di guerra, pensioni privilegiate ordinarie corrisposte ai militari di leva, pensioni, indennità, comprese le indennità di accompagnamento e assegni erogati dal Ministero dell’Interno ai ciechi civili, ai sordi e agli invalidi civili, sussidi a favore degli hanseniani, pensioni socialiRedditi soggetti ad imposta sostitutiva.
  6. Redditi soggetti ad imposta sostitutiva: Esempi: interessi sui BOT o sugli altri titoli del debito pubblico
  7. Redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta.
    Esempi: interessi sui conti correnti bancari o postali; redditi derivanti da lavori socialmente utili

Limiti in base a limiti reddituali

  1. Terreni e/o fabbricati (comprese abitazione principale e sue pertinenze nel limite di 500 euro annue e solo se da abitazione principale e pertinenze per le quali non è dovuta l’Imu.
  2. Lavoro dipendente o assimilato + altre tipologie di redditonei limiti complessivi di 8 mila euro purchè il periodo di lavoro non inferiore a 365 giorni Periodo di pensione non inferiore a 365 giorni. Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale. Se il sostituto d’imposta ha operato le ritenute il contribuente può recuperare il credito presentando la dichiarazione. Il reddito complessivo deve essere calcolato senza tener conto del reddito derivante dall’abitazione principale e dalle sue pertinenze.
  3. Pensione + terreni + abitazione principale e sue pertinenze nei limiti di 7500 euro annue (box, cantina, ecc.) purchè il periodo di lavoro non sia inferiore a 365 giorni Periodo di pensione non inferiore a 365 giorni. Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale. Se il sostituto d’imposta ha operato le ritenute il contribuente può recuperare il credito presentando la dichiarazione.
  4. Reddito derivante da pensione + terreni + abitazione principale e sue pertinenze  (box, cantina, ecc.) nei limiti di 7750 euro l’anno purchè il periodo di pensione non inferiore a 365 giorni. Contribuente di età pari o superiore a 75 anni.
  5. Le detrazioni per coniuge e familiari a carico so- no spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale. Se il sostituto d’imposta ha operato le ritenute il contribuente può recuperare il credito presentando la dichiarazione. Il reddito complessivo deve essere calcolato senza tener conto del reddito derivante dall’abitazione principale e dalle sue pertinenze.
  6. Assegno periodico corrisposto dal coniuge + altre tipologie di reddito nei limiti di 7500 euro. Il reddito complessivo deve essere calcolato senza tener conto del reddito derivante dall’abitazione principale e dalle sue pertinenze. È escluso l’assegno periodico destinato al mantenimento dei figli.
  7. Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e altri redditi per i quali la detrazione prevista non è rapportata al periodo di lavoro nei limiti di 4800 euro annui. Esempi: compensi percepiti per l’attività libero professionale intramuraria del personale dipendente dal Servizio sanitario nazionale, redditi da attività commerciali occasionali, redditi da attività di lavoro autonomo occasionale
  8. Compensi derivanti da attività sportive dilettantistiche nei limiti di 28.158,28.

Esenzione 730 in base al limite di importo

Se invece la seguente equazione (che molti di voi immagino avranno a fare in quanto non conoscono la materia anche se dalle istruzioni del 730 sembra scontato conoscerla) da un valore inferiore a 10,33 euro non dovrete presentare il 730.

imposta lorda – detrazioni per carichi di famiglia – detrazioni per redditi di lavoro dipendente, pensione e/o altri redditi –ritenute fiscali subite nell’anno

Si è esonerati pertanto qualora la vostra imposta è inferiorere ai 10,33 euro.

Nei prossimi articoli affronteremo le principali problematiche che possono interessare il contribuente in sede di calcolo o previsione delle tasse da versare tramite i modelli della dichiarazione dei redditi da utilizzare, quelli più convenienti, (730, 740, modello Unico, CUD, ecc, ecc).

Modello 730 Editabile

In basso troverete gli articoli di approfondimento per la compilazione del mod.730 e dei singoli campi come per esempio le detrazioni e le deduzioni, le spese mediche, la detrazione degli interessi sul mutuo, come indicare i terreni o i fabbricati ecc, mentre se volte cimentarvi con la compilazione del 730 direttamente dal vostro PC l’agenzia delle entrate ha pubblicato finalmente il modello 730 editabile (basta avere un programma comunissimo come acrobat che legge i file in formato pdf). Vi ricordo prima di tutto che i file sono stati creati dall’agenzia delle entrate e che sono disponibili sul sito dell’agenzia delle entrate, qualora aveste problemi di ricerca del sito o della sezione o aveste problemi di accesso potete farlo anche da qui gratuitamente ovviamente.

730 Precompilato

Parte dal 2015 la stagione del 730 precompilato a cui non potevo non dedicare un articolo :-)

La documentazione da portare al CAF

Vi ricordo che la scadenza per presentare la dichiarazione dei redditi al proprio datore di lavoro è il 30 aprile mentre  se siete in ritardo dal primo maggio sarà possibile consegnare la documentazione caf o la dichiarazione dei redditi 730 anche ai caf. Dopo la scadenza del 31 maggio per compilare la dichiarazione dei redditi dovrete rivolgervi ad un intermdiario e compilare il modello unico da inivare telematicamente.
Vi consiglio anche di leggere gli altri articoli pubblicati nella categoria dichiarazione dei redditi 730 e Unico che sono una vera e propria guida fiscale per la compilazione corretta della dichiarazione.

Nuovi articoli

Vi consiglio anche di leggere i nuovi articoli sul 730 per la dichiarazione dei redditi degli anni successivi che nella sostanza ripercorrono le informazioni qui presenti. Vi consiglio comunque di leggere la categoria dichiarazione dei redditi appositamente dedicata al lato dove trovate molti consigli utili e delle guide operative pratiche per la facile compilazione della dichiarazione e consigli utili anche per gli esperti.

Vi ricordo che potete consultare le guide pratiche:
Calcolo Acconto Irpef Ires Irap Detrazione Interessi passivi mutuo nel 730 o in Unico Calcolo Acconto INPS Elenco spese deducibili nel 730 o Modello Unico

Il 730 precompilato

Vi segnalo inoltre oltre ai casi di esonero dalla dichiarazione dei redditi 730 o modello Unico anche la Guida alla presentazione del 730 precompilato

Domande e casi di esonero dal 730

Oltre i commenti che trovate qui sotto potete leggere l’articolo dedicato proprio alle domande e risposte su casi di esonero del 730

-> i commenti a questo articolo sono CHIUSI, per domande e/o suggerimenti potete scrivere a info@tasse-fisco.com

334 commenti

  1. salve,
    ho 34 anni e sono studente, sono nellostato di famiglia con mia madre 72 anni, che percepisce la reversibilita’ della pensione di mio padre deceduto 2 anni fa… le ha un un conto in banco con una linea vincolata fino alla sua morte(una sorte di assicurazione appoggiata al conto corrente)… io sono disoccupato e lei percepisce 550 al mese, deve dichiarare ? io devo pagare le tasse universitarie,e richiedono un isee , grazie

  2. Lei se non erro fa parte di uno dei caso indicati anche nell’articolo in quanto percepisce solo redditi di pensione. Anche lei in quanto disoccupato e senza redditi non la deve versare. Per l’isee può leggere l’articolo dedicato proprio alla compilazione del modello ISEE o anche la nuova di hai razione sostitutiva unica. Ci arrivi con il motore di ri reca interna al sito

  3. Salve mia madre percepisce la pensione ex ha una casa di proprietà senza mutuo con nessuna spesa da detrarre deve fare il730 inoltre vorrei sapere se è a posto così o a parte le varie tasse deve fare qualcosa altro grazie

  4. Salve,
    sono un ragazzo di 24 anni e sto facendo il servizio civile.
    Oltre al servizio civile faccio dei lavori occasionali con ritenuta d’acconto. Come devo comportarmi dal punto di vista fiscale.
    Grazie

    Cordiali saluti
    Osvaldo

  5. Intendi al momento in cui ti pagano o al momento in cui devi presentare la dichiarazione dei redditi. Al momento del pagamento ti applicano la ritenuta mentre al momento della dichiarazione dovrai indicari redditi conseguiti e ritenute che hai subito e vedrai che probabilmente non dovrai pagare niente.

  6. Si sono dovute

  7. Buongiorno,
    ho conseguito 2 redditi nel 2015 ed un bel po’ di spese sanitarie, ma ho dimenticato di fare il 730.
    Sono obbligata a farlo oppure anche se ho 2 redditi ma risultassi a credito non dovevo farlo?
    Grazie

    Simona

  8. salve ho intestati in quote degli immobili e percepisco un affitto di un immobile che ad oggi e ancora intestato a mio padre deceduto da un paio di anni ,come me devo comportare per il pagamento delle tasse?
    Grazie.

  9. Salve, sono un lavoratore dipendente con cud unico e proprietario di un immobile dove sono residente. Devo fare la dichiarazione dei redditi?

  10. salve, ho uno stipendio base di 1500 euro al mese e ho 23 anni, quale cifra non dovrei superare per non superare il reddito annuale?

  11. Salve, da quando ho chiuso la partira Iva non avendo piu un commercialista che che ne occupasse non ho badato alla dichiarazione del redito. sono circa 3 anni che non la faccio. nel frattempo ho avuto due contratti a tempo indeterminato per periodi di 6 mesi e ho fatto 5 milla euro di ritenute d’acconto nel anno 2015. come devo procedere, si poò regolarizzare la situazine?

  12. Se lei ne è l’erede ed è subentrato nel contratto si, inserisce quindi i proventi nella sua dichiarazione dei redditi.

  13. Salve,
    ho svolto il Servizio Civile nel progetto Garanzia Giovani per 6 mesi nell’anno 2015 per compensi (tecnicamente rimborso spese) totali di 2819,70 euro, poi l’ho abbandonato.
    Ho la residenza in un’abitazione per comodato d’uso gratuito ma non ne sono proprietario.
    Intestatario di libretto postale di risparmio che non supera i 4800 euro.

    Nel 2015 non ho svolto altri lavori e mi pare che in Italia l’anno fiscale vada dal 1 Gennaio al 31 dicembre giusto?

    Sono sicuro di esser sotto i famosi 8000 euro annui, ma ho il dubbio perchè nei casi di esenzione si parla di “limiti complessivi di 8 mila euro purchè il periodo di lavoro non inferiore a 365 giorni”…io avrò lavorato circa 180 giorni e il servizio civile non è proprio un “lavoro”.
    Sicuro di non dover pagare tasse vorrei evitare la seccatura della compilazione 730. posso evitarla o devo farla comunque?

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × cinque =