HOMEPAGE / Varie su Fisco, Tasse, ecc. / Richiesta di Rimborso Agenzia della Riscossione: come funziona l’istanza

Richiesta di Rimborso Agenzia della Riscossione: come funziona l’istanza

Nel caso in cui abbiate pagato un debito che successivamente si è rivelato non dovuto perchè il ruolo che lo aveva generato è stato poi annullato sarà possibile presentare istanza di rimborso delle somme pagate. Questo può capitare sia nel caso in cui abbiate ottenuto uno sgravio totale o uno sgravio parziale delle somme richieste. Il rimborso potrà essere ritirato allo sportello o bonificato su un conto corrente indicato dal contribuente che dovrà essere a lui intestato naturalmente.

Anche nel caso in cui si è pagato più di quanto dovuto sarà possibile presentare istanza di rimborso che sarà erogato dall’ente creditore attraverso l’aiuto dell’Agenzia delle entrate-Riscossione. Nel caso in cui l’importo da richiedere a rimborso sia superiore a 50 euro, l’Agenzia delle entrate-Riscossione notifica una comunicazione di rimborso. A questo punto si avranno a disposizione 3 mesi per recarti allo sportello indicato e scegliere se ritirare le somme oppure chiedere che il rimborso sia fatto con bonifico.

Scaduti i 3 mesi, l’Agenzia è obbligata a restituire il rimborso all’ente che lo ha autorizzato. Avrai sempre diritto a ricevere il rimborso, ma da quel momento in poi dovrai chiederlo direttamente all’ente creditore.

Questo caso si verifica quando hai pagato un tributo e poi è annullato totalmente o parzialmente da parte dell’ente creditore. Generalmente l’Agenzia delle entrate-Riscossione ti invita a ritirare il rimborso allo sportello o a comunicare le tue coordinate bancarie per riceverlo tramite bonifico. Ricorda però che ci sono alcuni enti che prevedono altre modalità per ottenere il rimborso.

Cosa succede se ho pagato un tributo che poi mi è stato annullato?

Al provvedimento di sgravio, cioè di annullamento, del tributo dovrà seguire il rimborso, totale o parziale, delle somme eventualmente già pagate. Nel seguito la documentazione da portare per la presentazione di Istanze di rimborso allo sporte dell’agenzia della Riscossione per crediti verso l’erario, comuni, province per qualsiasi imposta o tassa, dirette o indirette.

Tabella della documentazione necessaria per il riconoscimento Richiesta di rimborso

1) PERSONE FISICHE

SOGGETTO

page1image2657702352

DOCUMENTAZIONE

Beneficiario del rimborso

page1image2658615280

• Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità.

page1image2658651584

Soggetto delegato dal titolare del rimborso

Casistica possibile esclusivamente in caso di erogazione del rimborso in contanti presso lo sportello.

  • Delega all’incasso del rimborso in carta semplice sottoscritta dal titolare del rimborso stesso (delegante), recante una data non antecedente a 10 giorni;
  • Identificazione allo sportello del delegato;
  • Copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del delegante.

Genitore che esercita la potestà genitoriale sul minore

Per potestà genitoriale si intende la potestà che i genitori hanno per legge verso i figli minori nel compimento di tutti gli atti giuridici (art. 320 c.c.).

page1image2658711200

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del genitore;
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione sottoscritta e resa dal genitore esercente la patria potestà, ai sensi dell’art. 46 del DPR n. 445/2000, che attesti la potestà genitoriale.

page1image2656269152

Tutore del minore o dell’interdetto per infermità di mente

Per tutore si intende il legale rappresentante: del minore nel caso di mancanza o di incapacità del genitore (art. 343 c.c.) o delle persone dichiarate interdette per infermità di mente con sentenza costitutiva del giudice (art. 414 c.c.).

page1image2656193456

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del tutore;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal tutore, ai sensidegli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, nella quale attesti la propria qualità di tutore del beneficiario del rimborso ed indichi l’autorità che ha emesso il decreto di nomina e gli estremi dell’atto di nomina.

Amministratore di sostegno di persone non autonome, anziani o disabili

Per amministratore di sostegno si intende il soggetto preposto all’assistenza di persone che, per effetto di una infermità o di una menomazione fisica o psichica, si trovano nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi (art. 404 c.c.).

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità dell’amministratore di sostegno;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dall’amministratore di sostegno, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, nella quale attesti la propria qualità di amministratore di sostegno del beneficiario del rimborso, ed indichi l’autorità che ha emesso il decreto di nomina e gli estremi dell’atto di nomina.

Documentazione necessaria per il riconoscimento in caso di richiesta di rimborso 01/10/2018

Curatore dell’inabilitato

Per “curatore” si intende il soggetto preposto all’assistenza di persone dichiarate inabilitate con sentenza costitutiva del giudice: art. 415 c.c.

Possono essere inabilitati:
a) maggiore di età infermo di mente, lo stato del quale non è talmente grave da far luogo all’interdizione;
b) coloro che per prodigalità o per abuso abituale di bevande alcoliche o di stupefacenti, espongono sé o la loro famiglia a gravi pregiudizi economici;
c) il sordomuto e il cieco dalla nascita o dalla prima infanzia, se non hanno ricevuto educazione sufficiente;
d) il minore emancipato nel suo ultimo anno di età.

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del curatore;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal curatore, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, nella quale attesti la propria qualità di curatore del beneficiario del rimborso, l’autorità che ha emesso il decreto di nomina, gli estremi dell’atto di nomina e che attesti l’esercizio.

Erede

Se l’erede è persona minore, interdetta, inabilitata o non autonomamente sufficiente, ai fini del rimborso, sarà rappresentato, rispettivamente, dal genitore, dal tutore, dal curatore o dall’amministratore di sostegno.

Si precisa che, in caso di pluralità di eredi, la richiesta può essere presentata disgiuntamente, ciascuno per la propria quota.

page2image2657759136

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità dell’erede;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dall’erede, ai sensidegli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, da cui risulti l’avvenuto decesso del de cuius, la propria qualità di erede, nonché l’indicazione di tutti gli eredi con le rispettive quote di eredità.

page2image2658634016

Caso di pluralità di eredi, che intendano delegare uno di essi all’incasso

Casistica possibile esclusivamente in caso di erogazione del rimborso in contanti presso lo sportello.

  • Delega all’incasso del rimborso in carta semplice cumulativa (sottoscritta da tutti i titolari del rimborso stesso) ovvero deleghe separate, ciascuna sottoscritta dall’interessato. La delega deve recare una data non antecedente a 10 giorni;
  • Identificazione allo sportello del delegato;
  • Copia del documento di identità o di riconoscimento in corsodi validità di tutti i deleganti;
  • Dichiarazione richiesta in base alla tipologia di soggettodeceduto rilasciata dall’erede delegato ;Nell’ipotesi di pluralità di eredi che deleghino un terzo, potrà essere prodotta una delega cumulativa (sottoscritta da tutti i titolari del rimborso stesso) ovvero deleghe separate, ciascuna sottoscritta dall’interessato e la dichiarazione sostitutiva potrà essere rilasciata e sottoscritta anche soltanto da uno degli eredi.

In caso di delega ad un terzo da parte del genitore che esercita la patria potestà sul minore, del tutore, dell’amministratore di sostegno, del curatore o dell’erede, oltre ai documenti previsti in via generale per i casi di delega della persona fisica, devono essere prodotte, di volta in volta, anche le dichiarazioni sostitutive previste per questi casi.

Documentazione necessaria per il riconoscimento in caso di richiesta di rimborso 01/10/2018

2) PERSONE GIURIDICHE
a) PERSONE GIURIDICHE DI DIRITTO PRIVATO

SOGGETTO

page3image2657833040

DOCUMENTAZIONE

page3image2657752896

Società di capitali, società cooperative e di mutua assicurazione

Per società di capitali si intendono:

  • –  Società per azioni (Spa);
  • –  Società a responsabilità limitata(Srl);
  • –  Società in accomandita per azioni(sapa).
  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione sottoscritta e resa dal legale rappresentate, ai sensi dell’art. 46 del DPR n. 445/2000, nella quale attesti la propria qualità di rappresentante legale del beneficiario del rimborso.

page3image2659003776

Società trasformate, fuse o incorporate, scisse, cessionarie di ramo d’azienda

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal legale rappresentate, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, da cui risulti la propria qualità di legale rappresentante del beneficiario del rimborso e nella quale quest’ultimo attesti, in quanto rappresentante legale della società interessata, l’avvenuta operazione di trasformazione/fusione/incorporazione/scissione/cessione di ramo d’azienda che ha coinvolto la società stessa, indicando gli estremi del relativo atto.

page3image2659064784

Documentazione necessaria per il riconoscimento in caso di richiesta di rimborso 01/10/2018

Società estere

Società con rappresentante fiscale in Italia

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del rappresentante fiscale;
  • Copia dell’atto di nomina del rappresentante fiscale in Italia;
  • Documentazione che certifichi l’esistenza del soggetto estero e la sua iscrizione in un pubblico registro, ove esistente, pressolo Stato estero, munita di “apostilla”(1) e traduzione giurata.(2) Società con identificazione diretta
  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Documentazione che certifichi l’esistenza del soggetto estero e la sua iscrizione in un pubblico registro, ove esistente, presso lo Stato estero, munita di “apostilla”(3) e traduzione giurata.(4)Società con stabile organizzazione in italia
  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del soggetto che rappresenta stabilmente la società estera in Italia;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal soggetto che rappresenta stabilmente la società estera in Italia, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, nella quale attesti la propria qualità di legale rappresentante del beneficiario del rimborso e la sua iscrizione presso il registro delle imprese.

Associazioni riconosciute e fondazioni

Per associazioni riconosciute e fondazioni si intendono gli enti non commerciali che hanno chiesto e ottenuto il riconoscimento come persone giuridiche di diritto privato ai sensi del DPR 10 febbraio 2000, n. 361).

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal legale rappresentate, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria qualità di legale rappresentante del beneficiario del rimborso e indichi, in quanto legale rappresentante del soggetto interessato, l’autorità (prefettizia o regionale) presso il cui Registro tale soggetto risulta iscritto, nonché gli estremi di tale iscrizione.

Enti ecclesiastici

page4image2659151296

page4image2659151984

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria qualità di legale rappresentante del beneficiario del rimborso, e indichi, in quanto legale rappresentante dell’ente interessato, l’autorità prefettizia presso il cui Registro l’ente risulta iscritto, nonché gli estremi di tale iscrizione.

page4image2676223280

1 Ai sensi dell’art. 3, della legge n. 1253 del 20.12.1966, gli atti pubblici redatti sul territorio di uno Stato estero, per poter essere validi in Italia devono riportare l’attestazione di autenticità della firma del pubblico ufficiale che ha redatto il documento. Questa attestazione viene rilasciata dalle competenti autorità dello Stato estero dove è redatto il documento mediante apposito timbro (c.d.”apostilla”). In alternativa all’apostilla, il documento può essere legalizzato dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana all’estero, ai sensi dell’art. 33 del D.P.R. n. 445/2000.

2 In alternativa, sono valide anche le traduzioni fatte o asseverate dalle rappresentanze diplomatico-consolari del paese estero in Italia e legalizzate dalla Prefettura e le traduzioni effettuate dalle rappresentanze diplomatico-consolari italiane nel paese estero.

3 Cfr.nota1

4 Cfr.nota2

Documentazione necessaria per il riconoscimento in caso di richiesta di rimborso 01/10/2018

Istituti di patronato e di assistenza sociale

Per istituti di patronato e di assistenza sociale si intendono le persone giuridiche di diritto privato che svolgono un servizio di pubblica utilità, costituite e riconosciute con decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Legge 30 marzo 2001, n 152).

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentate, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria qualità di legale rappresentante del beneficiario del rimborso e indichi, in quanto legale rappresentante dell’istituto interessato, l’autorità prefettizia presso il cui Registro l’ente risulta iscritto, nonché gli estremi di tale iscrizione.

Soggetto delegato dal rappresentante legale della società/associazione riconosciuta/fondazione/ ente ecclesiastico/ istituto di patronato e di assistenza sociale

Casistica possibile esclusivamente in caso di erogazione del rimborso in contanti presso lo sportello.

• Delega all’incasso del rimborso in carta semplice sottoscritta dal rappresentante legale della persona giuridica beneficiaria del rimborso (delegante), recante una data non antecedente a 10 giorni;

  • Identificazione allo sportello del delegato;
  • Copia del documento di identità o di riconoscimento in corsodi validità del delegante.
  • Documenti richiesti in base alla tipologia di persona giuridica.

page5image2676342672

b) PERSONE GIURIDICHE DI DIRITTO PUBBLICO

SOGGETTO

DOCUMENTAZIONE

page5image2657214608

Pubbliche Amministrazioni

  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal responsabile della competente struttura organizzativa della PA beneficiaria, resa ai sensi dell’art. 47 del DPR n. 445/2000, da cui risulti tale ruolo;
  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del predetto responsabile;
  • Copia del tesserino identificativo del predetto responsabile rilasciato dalla PA.

Soggetto delegato dal responsabile della competente struttura organizzativa della Pubblica Amministrazione beneficiaria del rimborso

Casistica possibile esclusivamente in caso di erogazione del rimborso in contanti presso lo sportello.

  • Delega all’incasso del rimborso, in carta semplice, sottoscritta dal soggetto responsabile della competente struttura organizzativa della Pubblica Amministrazione beneficiaria del rimborso (delegante), recante una data non antecedente a 10 giorni;
  • Identificazione allo sportello del delegato;
  • Copia del tesserino identificativo del delegato rilasciato dallaPA.
  • Copia del documento di identità o di riconoscimento in corsodi validità del delegante;
  • Copia del tesserino identificativo del delegante rilasciato dalla PA.

page5image2678079312

Documentazione necessaria per il riconoscimento in caso di richiesta di rimborso 01/10/2018

3) ENTI PRIVI DI PERSONALITA’ GIURIDICA

SOGGETTO

page6image2657246592

DOCUMENTAZIONE

Società di persone

Per società di persone si intendono:

  • –  Società semplici;
  • –  Società in nome collettivo
  • –  (S.n.c.);
  • –  Società in accomandita semplice (S.a.s.).
  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione sottoscritta e resa dal legale rappresentate, ai sensi dell’art. 46 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria qualità di rappresentante legale del beneficiario del rimborso.

page6image2679186176

Associazioni non riconosciute/comitati

Nelle associazioni non riconosciute rientrano, tra l’altro, le associazioni sportive, i partiti e i movimenti politici, le organizzazioni sindacali, le associazioni di datori di lavoro e le associazioni di categoria.

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Copia del provvedimento di nomina del rappresentante legale dell’associazione o del comitato;
  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio sottoscritta e resa dal legale rappresentate, ai sensi dell’art. 47 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria qualità di rappresentante legale del beneficiario del rimborso;
  • Copia dell’atto costitutivo e dello statuto.

Condominio di edifici

page6image2679256816

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità dell’amministratore;
  • Copia del verbale di nomina dell’assemblea, con l’indicazione della data, che attesti la carica di nomina dell’amministratore;
  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio sottoscritta e resa dall’amministratore, ai sensi dell’art. 47 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria carica di amministratore del condominio beneficiario del rimborso.

Soggetto delegato dal legale rappresentante di società di persone, di associazioni non riconosciute o di comitati e dall’amministratore di condominio

Casistica possibile esclusivamente in caso di erogazione del rimborso in contanti presso lo sportello.

page6image2614554480

page6image2614640944

  • Delega all’incasso del rimborso, in carta semplice, sottoscritta dal rappresentante legale del soggetto beneficiario del rimborso (delegante), recante una data non antecedente a 10 giorni;
  • Identificazione allo sportello del delegato;
  • Copia del documento di identità o di riconoscimento in corsodi validità del delegante;
  • Documenti richiesti in base alla tipologia di soggetto beneficiario del rimborso.

Documentazione necessaria per il riconoscimento in caso di richiesta di rimborso 01/10/2018

4) ALTRI SOGGETTI

SOGGETTO

DOCUMENTAZIONE

Organizzazioni di volontariato (legge. n. 266 del 11.8.1991)

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal legale rappresentate, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, nella quale lo stesso attesti la propria qualità di legale rappresentante del beneficiario del rimborso ed indichi, in quanto legale rappresentante del soggetto interessato, l’autorità regionale presso il cui Registro risulta iscritto tale soggetto, nonché gli estremi dell’iscrizione;
  • Copia del provvedimento di nomina del legale rappresentante.

Organizzazioni non governative – ONG (legge n. 49/1987)

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del legale rappresentante;
  • Copia del decreto con cui il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha riconosciuto l’idoneità dell’ONG;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal legale rappresentante, ai sensi dell’art. 47 del DPR n. 445/2000, nella quale lo stesso attesti la propria qualità di legale rappresentante del beneficiario del rimborso;
  • Copia del provvedimento di nomina del legale rappresentante.

Soggetto delegato dal legale rappresentante della organizzazione di volontariato/ organizzazione non governativa

Casistica possibile esclusivamente in caso di erogazione del rimborso in contanti presso lo sportello.

page7image2676477728

  • Delega all’incasso del rimborso, in carta semplice, sottoscritta dal rappresentante legale del soggetto beneficiario del rimborso (delegante), recante una data non antecedente a 10 giorni;
  • Identificazione allo sportello del delegato;
  • Documenti richiesti in base alla tipologia di Organizzazione;
  • Copia del documento di identità o di riconoscimento incorso di validità del delegante.

Documentazione necessaria per il riconoscimento in caso di richiesta di rimborso 01/10/2018

5) CASISTICHE PARTICOLARI

SOGGETTO

page8image2679327376

DOCUMENTAZIONE

page8image2679469984

Fallimento

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del curatore fallimentare;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal curatore fallimentare, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria qualità di curatore del beneficiario del rimborso ed indichi, in quanto legale rappresentante del fallimento, gli estremi dell’atto di nomina.

Liquidazione coatta amministrativa

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del commissario liquidatore;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal commissario liquidatore, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria qualità di commissario liquidatore del beneficiario del rimborso ed indichi, in quanto legale rappresentante del soggetto sottoposto a liquidazione coatta amministrativa, gli estremi dell’atto di nomina.

Amministrazione straordinaria

page8image2679567408

  • Identificazione allo sportello o copia del documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del commissario straordinario;
  • Dichiarazione sostitutiva sottoscritta e resa dal commissario giudiziale/straordinario, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, che attesti la propria qualità di commissario straordinario del beneficiario del rimborso ed indichi, in quanto legale rappresentante del soggetto sottoposto ad Amministrazione straordinaria, gli estremi dell’atto di nomina.

Soggetto delegato dal curatore/commissario liquidatore/commissario giudiziale/straordinario

Casistica possibile esclusivamente in caso di erogazione del rimborso in contanti presso lo sportello.

page8image2679626288

page8image2679628576

• Delega all’incasso del rimborso, in carta semplice, sottoscritta dal curatore/ commissario liquidatore/ commissario straordinario del soggetto beneficiario del rimborso (delegante), recante una data non antecedente a 10 giorni;

  • Identificazione allo sportello del delegato.
  • Documenti richiesti in base alla tipologia di soggetto.
  • Copia del documento di identità o di riconoscimento in corsodi validità del delegante.

Documentazione necessaria per il riconoscimento in caso di richiesta di rimborso 01/10/2018

Contatti

Tutti i contatti dell’Agenzia delle entrate-Riscossione per i contribuenti e gli enti creditori

Un numero unico sempre attivo

Il contact center dell’Agenzia delle entrate-Riscossione è stato progettato per offrire la massima assistenza e un contatto aperto 24 ore su 24. Il numero unico 06 01 01 è raggiungibile sia da telefono fisso che da cellulare
(secondo piano tariffario)

Se hai bisogno di informazioni, chiedi al Servizio contribuenti. La migliore assistenza nel più breve tempo possibile per cittadini e imprese

Posta elettronica certificata (PEC)

Con la Posta elettronica certificata, è possibile stabilire un ulteriore canale di comunicazione con l’Agenzia delle entrate-Riscossione avente valenza legale pari alla raccomandata con ricevuta di ritorno

Sportello telematico dedicato ordini e associazioni

Gli associati convenzionati possono richiedere informazioni, ricevere assistenza e fissare un appuntamento per pratiche complesse proprie o dei clienti

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnalaci eventuali miglioramenti da apportare ai servizi disponibili presso gli sportelli dell’Agenzia delle entrate-Riscossione

Help desk Enti

Sei un ente creditore e utilizzi i servizi dell’Agenzia delle entrate-Riscossione?

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.