HOMEPAGE / Varie su Fisco, Tasse, ecc. / Cos’è il fascicolo sanitario elettronico

Cos’è il fascicolo sanitario elettronico

Fascicolo Sanitario ElettronicoIl Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) è uno strumento innovativo messo a disposizione dal Governo attraverso il quale ogni cittadino residente in Italia può tenere traccia della sua storia sanitaria. E’ uno strumento molto pratico e comodo perché permette di eliminare tutta (o in parte) la documentazione cartacea, azzerando il rischio di dispersione dei certificati e dei documenti. Grazie al Fascicolo Sanitario Elettronico è possibile condividere facilmente le informazioni con il medico di base o con lo specialista, in modo tale da rendere il servizio sanitario ancora più efficiente e funzionale nonché fornire informazioni sullo stato di salute del paziente che possono non solo aiutare nella diagnosi il medico ma anche a fornire informazioni statistiche a livello nazionale ed internazionali molto importanti per la ricerca.

Il servizio è attivo da diverso tempo in Italia e sono attualmente 16 le regioni che hanno abbracciato questo progetto (Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Umbria e altre), la maggior parte delle quali hanno già raggiunto una copertura del 100% delle cartelle sanitarie registrate. Sono ancora bassi i numeri delle cartelle attivate da parte dei cittadini, che attualmente sono 11.353.987 ma il Governo è fiducioso del fatto che entro breve tempo tutte le regioni si muoveranno in questa stessa direzione e che verrà fatta una massiccia attività di promozione sul territorio e di sensibilizzazione per spingere i cittadini ad attivare il loro profilo per il Fascicolo Sanitario Elettronico. Uno dei motivi per i quali il Fascicolo Sanitario Elettronico non ha ancora la copertura territoriale adeguata e non ha acquisito il giusto appeal tra i cittadini è il basso livello di informazione: la comunicazione, in questo caso, è quasi completamente assente e sono pochi quelli che conoscono questo strumento, per il quale non è necessario avere una conoscenza tecnologica per l’utilizzo o l’attivazione.

Come registrare il Fascicolo sanitario online

La registrazione e l’attivazione del Fascicolo Sanitario Elettronico possono essere fatti in due modi. Chi non ha particolare dimestichezza e praticità con internet e non ha nessuno che possa aiutarlo a effettuare la registrazione può recarsi presso gli sportelli appositi dell’AUSL, dove la registrazione e l’autenticazione per l’attivazione vengono eseguiti in maniera contestuale. Questa modalità è stata messa a disposizione soprattutto per gli anziani e per gli analfabeti digitali, che purtroppo sono ancora numerosi nel nostro Paese, ma proprio per dare un senso al Fascicolo Elettronico Digitale e migliorare la burocrazia e le tempistiche, le Regioni consigliano di utilizzare la registrazione online del proprio profilo e di recarsi presso lo sportello dedicato dell’AUSL esclusivamente per completare il processo di attivazione. La creazione delle proprie credenziali online è molto semplice ed è decisamente intuitivo, perché è sufficiente compilare tutti i campi presenti nel modulo di apertura del profilo con i propri dati corretti e verificabili. Se tutto è stato compilato correttamente, al termine viene ricevuta un’e-mail all’indirizzo indicato in fase di registrazione: questa mail contiene un link che serve per la convalida dell’indirizzo comunicato, perché sarà questo che verrà utilizzato dall’AUSL e dalle strutture sanitarie per tutte le comunicazioni future relative al Fascicolo Sanitario Elettronico. Quando si clicca sul link ricevuto, viene aperta una pagina internet di conferma dell’avvenuta attivazione e a quel punto si riceve una seconda mail in cui vengono inseriti tutti i dati di riepilogo del profilo appena creato, quindi il proprio ID Utente e la password.

Attivazione del Fascicolo elettronico sanitario

La creazione del profilo non basta, però, perché per accedere è necessario effettuare anche l’attivazione. Come detto prima, quest’operazione si svolge presso gli sportelli AUSL abilitati ed è necessaria per verificare il nominativo della richiesta. Per questo motivo è importante avere con sé un documento di identità in corso di validità, possibilmente la Carta di identità, e una fotocopia dello stesso, che viene poi ritirata allo sportello e allegata alla documentazione di attivazione. E’ possibile effettuare l’attivazione con delega, a patto che esista uno specifico documento in cui l’intestatario del profilo autorizza una terza persona a recarsi al suo posto presso lo sportello per l’attivazione. Nel momento in cui lo sportello dell’AUSL completa il processo di attivazione, il Fascicolo Sanitario Elettronico è subito utilizzabile. E’ sufficiente collegarsi nella pagina dedicata della propria regione e inserire i dati di accesso. Questo profilo è strettamente personale e può essere consultato esclusivamente dal titolare del profilo o da un medico autorizzato. Qui sono raccolte tutte le informazioni sanitarie, tra cui certificati, esami, ricoveri e ogni altro documento legato alla vita sanitaria e medica del cittadino sul territorio italiano

Sito di approfondimento: https://www.fascicolosanitario.gov.it

Valuta l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]

About prometeo

prometeo
Prometeo Sunni dal 2010 collabora sporadicamente con Tasse-Fisco.com per scrivere articoli e news su argomenti collaterali a quelli prettamente fiscali. +Prometeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.