Indice Istat

apprendistato

Vi spiego come utilizzare l’indice Istat, dove reperirlo e soprattutto quale scegliere… in quanto non sempre si fà riferimento allo stesso ma alcune volte a sue derivazioni, e quindi può non essere agevole o immediato capire esattamente andando sul sito.

Cos’è l’indice ISTAT in sintesi

Per adeguare periodicamente i valori monetari, ad esempio il canone di affitto o l’assegno dovuti al coniuge separato, si utilizza l’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) al netto dei tabacchi. Tale indice si pubblica sulla Gazzetta Ufficiale ai sensi dell’art. 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392. Questo è quello che trovate sul sito dell’Istat.

Consiglio pratico

Fate sempre riferimento al contratto cosa disciplina anche se spesso fanno riferimento al generico indice istat senza dire quale esattamente.

La fattispecie più comuni di utilizzo dell’Indice Istat sono i contratti di locazione allorquando si disciplina che il canone dovrà essere adeguata annualmente ad una percentuale di variazione dei prezzi al consumo rilevati per le famiglie. In questo caso apro un apiccola parentesi in quanto la percentuale di variazione non deve essere necessariamente del 75% come si trova scritto nella quasi totalità dei contratti ma può arrivare anche al 100% della variazione Istat. Inoltre vi ricordo che se aderirete al regime fiscale agevolato della cedolare secca perderete il diritto all’adeguamento Istat.

Come consultarli velocemente

In questo link trovate le tavole di dati Istat dove troverete le diverse tipologie di indici e i loro valori assunti su base mensile. Potete consultare in questo articolo anche il paniere di beni ai fini Istat.

Calcolo delle somme e adeguamento Istat: un esempio

Il calcolo non è molto semplice in quanto si tratta di prendere le somme e adeguarle all’indice, ossia se supponiamo che si prende il 75 per cento della variazione percentuale degli indici al consumo che supponiamo sia del 2,3% e il canone è di 1.000 euro, prenderemo 1.000 x (2,3% x 75%)= 17,25 da sommare a 1.000. Risultato totale 1.017,25.

Nella tabella seguente trovate la tabella degli indici Istat. Come vedete ci sono stati anni in cui l’inflazione è stata galoppante altri come quelli attuale come la fase recessiva ha portato l’indice addirittura a diminuire. Resta il fatto che molte oscillazioni dipendendono anche dalla composizione del paniere di riferimento.

Nella seguente tabella sono riportate le variazioni percentuali del mese indicato rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

AnnogenfebmaraprmaggiulugagosetottnovdicAnno
2015-0,7-0,4-0,2-0,3 – – – – – – – –2015
20140,6 0,5 0,3 0,5 0,4 0,3 0,1-0,1-0,1 0,1 0,2-0,12014
20132,2 1,8 1,6 1,11,2 1,2 1,2 1,1 0,8 0,7 0,6 0,62013
20123,23,33,23,23,03,12,93,13,12,72,42,42012
20112,22,32,52,62,62,72,72,83,03,23,23,22011
20101,31,31,51,61,51,31,71,51,61,71,71,92010
20091,51,51,01,00,70,4-0,10,20,10,20,71,02009
20082,92,93,33,33,53,84,03,93,73,42,62,02008
20071,51,51,51,41,41,61,61,61,62,02,32,62007
20062,22,12,12,02,22,12,12,12,01,71,71,72006
20051,61,61,61,71,71,61,81,81,92,01,81,92005
20042,02,21,92,02,12,22,12,11,81,71,71,72004
20032,72,52,62,52,42,32,52,52,52,42,42,32003
20022,32,32,42,42,32,32,32,52,62,62,72,72002
20013,13,02,83,13,02,92,72,72,62,62,32,32001
20002,12,42,52,52,32,72,72,72,62,62,72,72000
19991,31,21,41,41,61,51,71,61,81,82,02,11999
19981,61,81,71,71,71,81,81,91,81,71,51,51998
19972,62,42,22,21,61,41,61,51,41,61,61,51997
19965,55,04,54,54,33,93,63,43,43,02,62,61996
19953,84,34,94,95,55,85,65,85,85,86,05,81995
19944,24,24,24,24,13,73,63,73,93,83,74,11994
19934,34,54,24,24,04,24,44,44,24,34,24,01993
19926,15,45,65,65,75,55,55,35,25,04,94,81992
19916,56,76,66,76,86,96,76,36,26,16,26,01991
19906,46,26,15,85,75,65,76,36,36,26,56,41990
19895,76,36,46,76,87,07,06,76,66,86,46,51989
19885,04,94,95,04,94,94,95,04,84,75,35,51988
19874,54,24,24,24,24,14,44,55,05,35,25,11987
19868,07,67,26,66,46,35,95,95,85,14,74,31986
19858,68,68,68,88,88,78,78,68,38,58,68,61985
198412,512,212,011,611,211,210,510,49,89,18,68,81984
198316,416,416,416,616,416,015,413,713,613,313,012,81983
198217,316,716,115,515,215,215,917,217,217,216,716,31982
198119,419,520,119,920,520,619,619,218,318,618,217,91981
198021,421,721,321,220,720,721,621,621,220,521,521,11980
197912,913,413,714,314,514,714,915,516,818,218,719,81979
197814,513,112,512,612,312,212,211,912,212,311,611,91978
197721,021,721,018,718,318,819,018,818,015,414,613,81977
197610,911,513,715,516,716,016,116,417,419,921,421,81976
197525,124,421,021,220,319,217,015,312,711,811,011,11975
197412,413,215,515,615,617,119,321,224,625,726,225,31974

Casi di utilizzo degli interessi

Altri importanti indici che sono utilizzati abitualmente sono gli

Calcolo degli interessi legali

Calcolo interessi di mora

Valuta l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.