Nuova Indennità disoccupazione cocopro 2010: agevolazioni anche per i non confermati

La nuova Finanziaria 2010 modifica le indennità a favore dei collaboratori a progetto (cocopro) che sono stati licenziati nell’anno di imposta 2009 per cause attribuibili alla crisi finanziaria: la nuova indennità per i lavoratori cocopro varia dal 20 al 30% del reddito percepito nell’anno di imposta 2009.




Le nuove indennità 2010 previste non potranno essere superiori ai 4 mila euro annui.

Come si calcola

La nuova indennità 2010 è corrisposta una tantum annualmente e sempreché la cessione del rapporto avvenga nel 2009 o nel 2010 e sempreché sia richiesto da lavoratori che proprio in virtù del contratto a progetto siano iscritti alla gestione separata INPS ed avevano un lavoro con un singolo committente e con una RAL (reddito annuo lordo) inferiore ai 20 mila euro e superiore ai 5 mila euro (soglia al di sotto della quale sarà possibile richiedere altre tipologie di agevolazioni), o, nel caso di cessazione o licenziamento precedente il limite reddituale inferiore per il 2008 a 13.819 euro e per il 2009 a 14.240 euro.


Ulteriori requisiti richiesti dalla finanziaria 2010

Gli ulteriori requisiti richiesti per poter accedere alla nuova indennità di disoccupazione 2010 prevista dalla finanziaria richiede che nell’anno di imposta 2010 sia stata accreditata almeno una mensilità retributiva e quindi almeno uno stipendio e non abbia accreditati almeno tre stipendi nel corso dell’anno di imposta 2009. La disoccupazione deve essere presente da almeno due mesi.

I requisiti precedenti rilevati per i licenziamenti 2010 sono richiesti anche per il 2009 solo i limiti reddituali saranno inferiori perché dovranno essere riferiti ai limiti reddituali degli anni precedenti che abbiamo visto essere per il 2008 a 13.819 euro e per il 2009 a 14.240 euro.

La nuova indennità di disoccupazione 2010 sarà corrisposta solo nel caso di accreditamento di massimo tre stipendi. Ai fini del computo dei periodi di riferimento per determinare la misura dell’indennità si prenderanno come riferimento anche i periodi di collaborazione coordinata e continuativa anche a progetto, nel limite però di 13 settimane.

Per la determinazione del calcolo delle settimane utili ai fini della quantificazione della nuova indennità 2010 si prende il totale dell’imponibile contributivo e lo si dividerà per il minimale di retribuzione giornaliera previsto per la gestione del commercio.

Vi inviatiamo anche a visionare la nuova guida al lavoro e contributi in cui abbiamo pubblicato un nuovo post relativo alle novità che vorrebbero introdursi nel nuovo collegato lavoro con la nuova riforma.


Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

31 Commenti

  1. ho lavorato presso un Ente Pubblico con un contratto di collaborazione a progetto da settembre 2008 ad agosto 2010, percependo uno stipendio netto di circa € 800,00 al mese. Ho diritto all’assegno di una tantum? grazie

  2. Buongiorno, vorrei un’informazione:avendo perso il lavoro nel 2009 e usufruito del periodo di disoccupazione, non avendo nessun altro tipo di sostegno, c’è una qualche legge che tutela chi come me? grazie.

  3. salve sono un collaboratore scolastico di bari io ho lavorato dal 02/02/2009 al 30/06/2009 a scuola da graduatoria 3 fascia al termine mi sono messo in disoccupazione ordinaria ho fatto 5 mesi di disocc. ord. a dicembre ho iniziato con “progetti diritti a scuola” della regione puglia co.co.co. dal 01/12/2009
    al 30/05/2010 ho presentato domanda di disoccupazione. e mi dicono che con la nuova finanziaria forse la potrò prendere la disocc. ord. voi cosa ne pensate in base ai miei contratti di lavoro potrò prenderla?? grazie x la disponibilità cordiali saluti ….cosimo

  4. ciao simone per avere la tantum devi aver maturato almeno 3 mensilita’ nell anno 2010 tu con solo gennaio e’ normale che non rientri…….

  5. Attenzione l’assegno una tantum per i co.co.pro è una bufala
    Oggi sono andato all’INPS e la mia domanda è stata respinta in quanto ho tutti i requisiti ma per gennaio 2010 i versamenti contributivi non sono sufficienti. Ma dove stava scritto che bisognava calcolare ciò? L’assegno è valido solo per coloro che avevano uno stipendio mensile oltre i 1.200 euro. Io ne prendevo solo 700 euro al mese per 11 mesi nel 2009 e per gennaio nel 2010 e questo non è bastato per avere l’una tantum per soli 108 euro di contributi mancanti. E’ uno schifo, la legge non è chiara ma non mi fermo farò ricorso.

  6. Volevo soltanto chiedere una delucidazione.
    Se il contratto scade per termine progetto e non per licenziamento è possibile fare la richiesta dell’ UNA TANTUM. I pressuposti ci sono tutti: gestione separata all’INPS, versati contributi da parte del datore di lavoro, ecc.
    Fatemi sapere in quanto se i termini per la domanda scadono entro 30 giorni, ho meno di una settimana per occuparmene.
    Vi ringrazio

  7. Io ho fatto la domanda al INPS di Padova, per indennità una tantum – cocopro, il 25 gennaio. Fino ad ora nessuna risposta da parte loro. Sono andato qulache giorno fa e mi hanno risposto. “Non abbiamo aperto le domande dei cocopro, ci manca la circolare. Non sapiamo quando.”

  8. Dai giornali no, ma può tempestare di chiamate l’INPS, prima o poi avrà risposte esaurienti.

  9. Salve a tutti, ci sono novita’ per la disoccupazione? Si sa a chi fare domanda? Chi e’ senza stipendio da settembre 2009 ne ha diritto? All’inps sembrano non sapere nulla.

  10. LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI…………….
    TUTTI I CITTADINI HANNO PARI DIGNITA’…….
    I DIRITTI DEI CITTADINI…………………
    CITTADINI DI SERIE A,B e C………………..
    MA COLORO CHE SI LAVANO LA BOCCA CON LA COSTITUZIONE ITALIANA E POI SI DIMOSTRA CHE NON VIENE APPLICATA, NON VIENE ATTUATA…I SINDACATI SINO AD ORA DOVE SONO STATI ???? PERCHE’ CI SONO LAVORATORI PRIVILEGIATI E LAVORATORI CHE NON ESISTONO ????
    CHI MI PUO’ RISPOSNDERE…MAGARI LA CORTE COSTITUZIONALE, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, I SINDACATI ???
    E POI SPENDONO E SPANDONO I NOSTRI SOLDI PER FESTEGGIARE I 150 ANNI DI COSA??? DI INGIUSTIZIE E SOPPRUSI ????
    I VARI GOVERNI CHE SI SONO SUCCEDONO NON CONOSCONO VERGOGNA!!!!
    BASTAAAAAA DICO IO BASTAAAAAAA QUESTO E’ UN PAESE DI PARTIGIANI,MAFIOSI,GIACOBINI,MASSONI E NON AGGIUNGO ALTRO.GRAZIE.

  11. STESSA SITUAZIONE VOSTRA. COMUNQUE DA UN’ ATTENTA ANALSI DELLA LEGGE CHE E’ LA LEGGE 191 DEL 23/12/09 LA FORBICE DEL REDDITO LORDO E’ TRA 5000 E 20000 EURO.E’ VERO CHE L’INPS E IL SUO PERSONALE(NELLA FATTISPECIE INPS DI FIRENZE)E’COMPLETAMENTE INCOMPETENTE E STA AFFRONTANDO IN MODO VERGOGNOSO (FREGANDOSENE) IL PROBLEMA DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I PRECARI.

  12. Non credo di aver capito bene. La domanda a chi va presentata? All’inps hanno ancora i moduli per la vecchia disoccupazione per i co.co.pro e i requisiti sono completamente diversi.

  13. Intendo che l’INPS avrà il compito di verificare ins econda battuta la presenza dei requisiti, ma i moduli non saranno direttamente indirizzati all’INPS. Controllo che sia uscita una circolare INPS al riguardo, ma ad oggi non la vedo.

  14. Per il momento nessun ufficio INPS sembra accettare le domande per usufruire della nuova legge. Quando uscira’ una circolare che ci permetta di richiedere questa disoccupazione?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]
error: Questo contenuto è protetto