Scadenze Fiscali Settembre: Ires, Irpef, IRAP, IVA, INPS, Cedolare, Forfettario INPS

0
91

Per quello concerne gli adempimenti fiscali in ermini di pagamento e presentazioni di dichiarazioni o comunicazioni per il mese di settembre partiamo prima di tutto dalle proroghe conoscesse sui versamenti delle imposte dirette e indirette Irpef, IRES, Iva e Irap.

Per effetto dei decreti emanati durante il periodo della pandemia abbiamo assistito infatti ad uno slittamento delle scadenze, originariamente fissate tra giugno e luglio, ai primi di settembre.

La scadenza principale è senza dubbio quella del 15 settembre 2021, giorno in cui scade il versamento delle tasse per i contribuenti che sono soggetti agli Isa. Questi infatti avevano goduto di due precedenti proroghe.

Versamenti cartelle di pagamento, accertamenti, rottamazione e saldo e stralcio. Dal mese di settembre per iniziano anche i termini di riscossione degli accertamenti fiscali che avevano beneficiato della sospensione dei pagamenti nei mesi precedenti. Sappiamo tuttavia che questo è un tema politico molto calcato dalla classe politica per cui viene preso come spunto per screditare l’operato del governo. C’è da attendersi quindi che vi sia una ulteriore proroga nei prossimi giorni, anche se tuttavia, allo stato attuale quadro normativo i termini di sospensione sono scaduti il 31 agosto.

Versamento settembre Irpef, IRES, Iva, Irap soggetti Isa

Per quello che concerne il versamento delle imposte sopracitate i soggetti che applicano gli indicatori di settore Isa che non beneficiano di alcuna causa di esclusione dagli studi di settore dovranno versare le imposte entro il 31 agosto 2021. Ricordiamo che termine di versamento era fissato il 30 giugno 2021.

Alcune precisazioni e chiarimenti riguardo al pagamento delle imposte avanti dalla dichiarazione di redditi che presenteremo nei prossimi mesi. Come detto sopra per questi soggetti la scadenza coincide con il 15 settembre. Sarà possibile versare il saldo in unica soluzione oppure in rate mensili con applicazione del tasso di interesse annuo del 4%. Ricordiamo tuttavia che l’importo rateizzabile è solo relativo al primo conto e, come molti di voi sapranno, questo deve essere effettuato comunque entro la scadenza del versamento dei secondi acconti tristi entro il 30 novembre.

Le rate quindi potranno essere mensili ma non potranno essere sicuramente più 5 come nei precedenti anni. Il versamento quindi della prima rata dovrà avvenire entro il 15 settembre mentre la seconda rata il termine sarà entro il 30 settembre per i soggetti persone fisiche oppure il 16 settembre per i soggetti titolari di partita Iva. Rispettivamente il tasso di interesse e la seconda rata sarà pari allo 0,17% mentre per i soggetti Iva sarà lo 0,01%.

Scadenze Regime forfettario dei minimi e regimi forfettari in generale

Gli aderenti al regime forfettario dei minimi o a quello di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità o comunque le altre tipologie di lavoratori autonomi che determinano il proprio reddito in via forfettaria beneficiano anche questi del pagamento posticipato al 31 agosto 2021.

Anche gli altri soggetti che devono versare imposte sostitutive come la cedolare secca sugli affitti, l’imposta sostitutiva per la rivalutazione dei beni, l’IVIE o l’IVAFE dovranno procedere al versamento entro il 15 settembre 2021.

Versamento IVA

Anche i soggetti che non hanno versamento del saldo Iva, originariamente fissato entro il termine del 16 marzo come ogni anno, potranno versarlo sempre entro la scadenza del 31 agosto. Per tali soggetti è previsto sempre entro il 15 settembre il termine di versamento del saldo IVA risultante dalla dichiarazione annuale IVA per cui non si è proceduto al versamento entro il termine ordinario del 16 marzo. Se optate per il versamento entro il 15 settembre il saldo andrà maggiorato dello 0,4% per ogni mese successivo al 16 marzo. Per cui 1,6% se andate al 15 settembre, termine massimo.

Scadenza Versamento Diritto camerale annuale

Entro il 15 settembre scade il termine per il versamento del diritto camerale annuale


Versamento contributi previdenziali Inps

Come molti di voi sapranno anche i contributi previdenziali seguono lo stesso piano di versamento imposte dirette per cui anche il pagamento con modello F24 dei contributi Inps dovrà essere versato entro il 15 settembre al netto di eventuali pagamenti effettuati precedentemente.

Entro il 15 settembre infatti scade il saldo dei contributi IVS 2020 per gli artigiani e i commercianti sul reddito imponibile eccedente la quota del contributo minimale INPS. Nello stesso termine anche il versamento del I acconto 2021 e anche per il saldo e primo acconto dei contribuenti iscritti alla gestione separata INPS.

Poi entro il 16 settembre scade anche il termine di versamento ordinario relativo a ai contributi INPS dei lavoratori dipendenti o anche quelli iscritti alla gestione separata, imprenditori agricoli professionali tutti relativi al II trimestre 2021.

Presentazione telematica o liquidazione periodica del secondo trimestre 2021

Entro il 16 settembre dovranno essere trasmessi anche le liquidazioni periodiche anche dette comunicazioni relative al secondo trimestre 2021. Parliamo quindi del periodo che va dal 1 aprile al 30 giugno 2021.

Dichiarazioni e pagamento tributi ordinari

Per quello che concerne i pagamenti ordinari e le comunicazioni periodiche scadono come di consueto entro il 16 settembre il versamento delle ritenute di agosto sui redditi da lavoro autonomo, dipendente e assimilati oppure per esempio sulle provvigioni. Anche l’Iva sul mese di agosto o le addizionali regionali o comunale su redditi da lavoro dipendente.

INTRASTAT

Elenchi intra entro il 27 settembre

Termine scadenza modello 730

Entro la fine di settembre 30 settembre dovrà essere presentato il modello 730 sia nel caso in cui vi siate avvalsi del dottore commercialista altro intermediario come i Caf sia che abbiate proceduto autonomamente.

Inoltre dovranno essere consegnati al lavoratore dipendente e ai pensionati i Modelli 730 e 730-3 elaborati dal gestore paghe.

Entro lo stesso termine dovrà avvenire la trasmissione telematica del modello 730, 730-1, 730-3 e 730-4.
Entro lo stesso giorno è anche fissata la scadenza per la consegna del prospetto di liquidazione delle imposte a debito ai propri lavoratori dipendenti e pensionati.

Imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Sempre entro il 30 settembre dovrà essere versata con modello F24 l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche relative al secondo trimestre 2021 ossia relativamente alle fatture emesse dal 1 aprile al 30 giugno. Il versamento dovrà essere effettuato sempre che l’ammontare dell’imposta di bollo sul primo trimestre Sia stato inferiore a 250 €, condizioni che consentano slittamento del pagamento al 30 settembre. Questo anche nel caso in cui la somma dei due trimestri precedenti sia inferiore alla medesima soglia.

Rottamazione Ter e saldo e stralcio

Entro il 30 settembre sarà necessario procedere al versamento anche delle entrate derivanti dall’adesione alla rottamazione Ter all’opzione per il saldo e stralcio delle cartelle la cui scadenza era stata originariamente fissata entro il 31 luglio 2020 e che, per effetto delle proroghe introdotte dai decreti sulla pandemia ha slittato fino al 30 settembre. Nei mesi successivi continuerà quindi il versamento del piano rate per cui 31 ottobre e 30 novembre.

LIBRO UNICO e DENUNCIA UNIEMENS

Scadenza entro il 30 settembre relativamente al mese di agosto.

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.