Reddito Basso: Quando scatta Esonero dalla Dichiarazione dei redditi

Vi sono casi di esonero dalla dichiarazione dei redditi solo nel caso di redditi bassi e solo al verificarsi di alcune condizioni che trovate riepilogate nel seguito. Ci siamo già occupati dei casi di esonero dalla dichiarazione dei redditi in base alla tipologia di reddito. Qui invece ci occupiamo dei redditi così bassi da determinare un’imposta netta pressoché prossima allo zero. Per tale motivo la legge non impone l’obbligo della presentazione e della compilazione della dichiarazione ma lascia la discrezionalità al contribuente di farlo.

Potrebbe infatti esserci il caso in cui il contribuente voglia far valere le detrazioni fiscali spettanti e maturare un credito di imposta da portare in compensazione nei futuri anni di imposta oppure un credito di imposta da richiedere a rimborso.

Tabella con esonero dalla dichiarazione per redditi bassi

È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, nei limiti di reddito previsti nella seconda colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella terza colonna. L’esonero non si applica se il contribuente deve restituire in tutto o in parte, il bonus Irpef.
TIPOLOGIA DI REDDITO

LIMITE DI IMPORTO

(uguale o inferiore a)

CONDIZIONI DA RISPETTARE
Terreni e/o fabbricati (comprese abitazione principale e sue pertinenze)

500




Lavoro dipendente o assimilato + altre tipologie di reddito (*)

8.000

Periodo di lavoro non inferiore a 365 giorni Periodo di pensione non inferiore a 365 giorni. Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale. Se il sostituto d’imposta ha operato le ritenute il contribuente può recuperare il credito presentando la dichiarazione.
Pensione + altre tipologie di reddito (*)

8.000

Pensione + terreni + abitazione principale e sue pertinenze (box, cantina, ecc.)

7.500 (pensione) 185,92 (terreni)


Pensione + altre tipologie di reddito (*)

8.000

Periodo di pensione non inferiore a 365 giorni.

Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale. Se il sostituto d’imposta ha operato le ritenute il contribuente può recuperare il credito presentando la dichiarazione.

Assegno periodico corrisposto dal coniuge + altre tipologie di reddito (*). È escluso l’assegno periodico destinato al mantenimento dei figli

8.000

Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e altri redditi per i quali la detrazione prevista non è rapportata al periodo di lavoro.

Esempi: compensi percepiti per l’attività libero professionale intramuraria del personale dipendente dal Servizio sanitario nazionale, redditi da attività commerciali occasionali, redditi da attività di lavoro autonomo occasionale

4.800

Compensi derivanti da attività sportive dilettantistiche

30.658,28

 

(*) Il reddito complessivo deve essere calcolato senza tenere conto del reddito derivante dall’abitazione principale e sue pertinenze

Condizione Generale di esonero dalla dichiarazione per Redditi Bassi

Nel seguito la tabella che vi guida nella definizione delle imposte sopra descritte in modo da determinare il valore da confrontare con il limite. Al di sotto di tale limite scatta l’esonero dalla dichiarazione dei redditi. Questo avviene sia nel caso in cui state adottando la compilazione del del 730 si nel caso in cui state trasmettendo telematicamente il modello Redditi PF o il Modello Unico.

In generale è esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente, non obbligato alla tenuta delle scritture contabili, che possiede redditi per i quali è dovuta un’imposta non superiore ad euro 10,33 come illustrato nello schema seguente:

Contribuenti non obbligati alla tenuta delle scritture contabili che si trovano nella seguente condizione:

Imposta lorda IRPEF(*)

– detrazioni fiscali per carichi di famiglia ossia per familiari a carico

– detrazioni per redditi di lavoro dipendente, pensione e/o altri redditi

ritenute d’acconto subite            =

importo non superiore a euro 10,33

(*) L’imposta lorda è calcolata sul reddito complessivo, al netto della deduzione per l’abitazione principale e sue pertinenze.

 


Valuta l'articolo
[Totale: 1 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 1 Media: 3]
error: Questo contenuto è protetto