Presentazione 730 e scadenze relative al datore di lavoro, CAF, commercialista o fiscalista

La scadenza per la presentazione del 730 al datore di lavoro, al CAF o al commercialista/professionista per la compilazione, o la semplice consegna del modello per la dichiarazione dei redditi irpef, addizionali regionali e comunali, e per il pagamento delle tasse di compentenza dell’anno, è uno dei punti che genera domande. Su Tasse e Fisco cerchiamo quindi di fornire un chiarimento scrivendo direttamente un post che possa essere di aiuto per tutti i contribuenti.




Le scadenze sono importanti anche per capire come avviene la compilazione del modello 730 e la tempistica per questa operazione, la consegna, la liquidazione delle imposte ed eventuali conguagli 730 a credito o a debito in busta paga. Come sapete una volta verificato verificati i casi di esonero dalla compilazione del 730 e sempre dopo aver proceduto alla compilazione del 730 sarà il momento dell’invio o della consegna al datore di lavoro che avverrà nei prossimi mesi e a cui è sempre meglio essere preparati. Per sapere quando procedere alla consegna del 730 dobbiamo prima sapere a chi possiamo consegnarlo:

Presentazione al datore di lavoro sostituto di imposta con il modello già compilato
Sicuramente riguarda la stragrande maggioranza questa modalità di invio e consegna del 730. Possiamo presentare il 730 al datore di lavoro entro la scadenza del 30 aprile di ogni anno debitamente compilato ed inserito nella apposita busta senza i documenti giustificativi che hanno permesso eventuali detrazioni o deduzioni di imposta ed il modello 730-1 (anche se non si esprime alcuna scelta) che sarebbe il modello per indicare dove destinare eventualmente l’8 per mille o il 5 per mille.

Presentazione al datore di lavoro sostituto di imposta con il modello da compilare
Il datore di lavoro non deve compilare la vostra dichiarazione dei redditi: al più può prendere accordo con dei CAF o dei professionisti che vengono in sede a ritirarli ma sono iniziative che esulano da obblighi di legge.


Presentazione al CAF con il modello 730 già compilato
Potrete anche presentare al CAF il modello 730 e 730 – 1 (anche se non si esprime alcuna scelta) già compilato ed in questo caso avrete un mese in più di tempo in quanto la scadenza per la consegna è fissata per il 31 maggio anche se vi consiglio di prendere appuntamento prima perchè sotto scadenza potreste trovare troppa file e rischiare andare in ritardo ed esporvi a sanzioni amministative per ritardo nella presentazione della dichiarazione dei redditi.
Con l’occasione vi segnalo che per questa tipologia di servizio ossia mersa consegna del 730 il CAF non deve richiedere alcun compenso e non può richiedere alcuna documentazione che non siano quelli anagrafici e relativi alla residenza. In realtà nelle istruzioni del modello 730 v’è una discordanza in quanto in una frase c’è scritto che il CAF può richiedere le informazioni anagrafiche e più avanti c’è scritto “il contribuente deve sempre esibire la documentazione necessaria per verificare la conformità dei dati presenti nel modello 730”. Ora premesso che il visto di conformità del CAF ed il controllo sulla corrispondenza dei dati inseriti nelle dichiarazioni rispetto a quanto presente nella documentazione è sempre auspicabile perchè rappresenta un momento di verifica e controllo che può sempre sfuggire al contribuente che si trova gli ultimi giorni sotto scadenza a compilare la tanto odiata dichiarazione dei redditi, non so se tale visto debba essere applicato anche in caso di compilazione effettuata da parte del contribuente e non solo nel caso di assistenza nella compilazione da parte del CAF a pagamento.

So che spesso arrivate di fretta ma per evitare di tornarci sempre meglio sapere la documentazione da portare al CAF per la compilazione della dichiarazione dei redditi che oltre ovviamente al documento di identità deve contenere anche tutti i documenti che hanno dato origine ai numeri presenti nella dichiarazione dei redditi 730 o anche modello unico che sia e che trovate descritti nell’articolo appositamente dedicato alla documentazione da portare al CAF.

Presentazione 730 al CAF ancora da compilare
In questa eventualità vi consiglio di sentire il vostro CAF con un po’ di anticipo per prendere appuntamento e di portare tutta la documentazione richiesta per poter ricostruire l’esatto reddito imponibile.

Presentazione al professionista dottore commercialista fiscalista del 730 o del modello unico
Anche in questo caso la consegna del 730 potrà avvenire ad un intermediario abilitato, commercialista o anche comunemente conosciuto come fiscalista, che procederà successivamente alla alla trasmissione telematica della dichiarazione dei redditi precompilata. Il termine di scadenza per la consegna del 730 è lo stesso previsto per la consegna al CAF ossia il 31 maggio dell’anno successivo a quello a cui la dichiarazione dei redditi si riferisce.

Anche i Notai possono inivare le dichiarazioni fiscali
Con il provvedimento dell’11 giugno 2012 dell’agenzia delle entrate anche i Notai possono inviare telematicamente le dichiarazioni dei redditi ma non compilarle.

Conguaglio a credito a debito in busta paga
Fermo restando il processo di liquidazione delle imposte per coloro che non hanno un sostituto di imposta e che avete avuto modo di leggere nella guida al 730, discorso a parte merita il dipendente che si troverà ad avere il conguaglio 730 a credito o a debito in busta paga a apartire dal mese di luglio o, nel caso dei pensionati, dal mese di agosto.

SCADENZE* CONTRIBUENTE
ENTRO IL 16 MARZO Riceve dal sostituto d’imposta la Certificazione Unica dei redditi percepiti e delle ritenute subite.
A PARTIRE DAL 30 APRILE Può, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, accedere alla dichiarazione precompilata.
ENTRO IL 15 GIUGNO

Riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato la ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio.

Riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3, per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio.

ENTRO IL 29 GIUGNO

Riceve ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta contenente le scelte.

Riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3, per le dichiarazioni a loro presentate dal 1° al 20 giugno.

A PARTIRE DA LUGLIO ED ENTRO NOVEMBRE

Riceve la retribuzione con i rimborsi o con le trattenute delle somme dovute. In caso di rateizzazione dei versamenti di saldo e degli eventuali acconti è trattenuta la prima rata.

Le ulteriori rate, maggiorate dell’interesse dello 0,33 per cento mensile, saranno trattenute dalle retribuzioni nei mesi successivi. Se la retribuzione è insufficiente per il pagamento delle imposte (ovvero degli importi rateizzati) la parte residua, maggiorata dell’interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalle retribuzioni dei mesi successivi.

ENTRO IL 23 LUGLIO Riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal 21 giugno al 15 luglio.
ENTRO IL 15 SETTEMBRE Riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal 16 luglio al 31 agosto.
ENTRO IL 30 SETTEMBRE

Presenta telematicamente all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione Mod. 730 e il Mod. 730-1 per la scelta della destinazione dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef. Nei giorni successivi alla presentazione del Mod. 730 riceve ricevuta telematica dell’avvenuta presentazione.

Presenta al proprio sostituto d’imposta, al Caf o professionista abilitato la dichiarazione Mod. 730 e la busta contenente il Mod. 730-1 per la scelta della destinazione dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef.

Riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal 1° al 30 settembre.

ENTRO IL 10 OTTOBRE Comunica al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell’Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore rispetto a quello indicato nel Mod. 730-3.
ENTRO IL 25 OTTOBRE Può presentare al CAF o al professionista abilitato la dichiarazione 730 integrativa.
A NOVEMBRE Riceve la retribuzione con le trattenute delle somme dovute a titolo di acconto per l’Irpef. Se la retribuzione è insufficiente per il pagamento delle imposte, la parte residua, maggiorata dell’interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalla retribuzione del mese di dicembre.
ENTRO IL 10 NOVEMBRE Riceve dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 integrativo e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 integrativo.

Articoli correlati:
Guida alla compilazione del 730
Guida alla compilazione del modello Unico
Conguaglio 730 in busta paga

Software per la compilazione del 730
Potete trovare ed utilizzare il software per la compilazione del 730 sul sito dell’agenzia delle entrate con anche le istruzioni.

Modello 730 e istruzioni
Modello 730 2012
Istruzioni 730 2012


Valuta l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Valuta l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]
error: Questo contenuto è protetto