HOMEPAGE / Varie su Fisco, Tasse, ecc. / Twitter, Facebook e feed RSS di Tasse e Fisco: cosa sono e come usarli?

Twitter, Facebook e feed RSS di Tasse e Fisco: cosa sono e come usarli?

seguici anche su Twitter!Usciamo fuori dal seminato per aiutare i lettori di Tasse e Fisco, i tantissimi lettori (siete oltre 300 mila ogni mese!), ad usare alcuni fra i “nuovi” strumenti di Internet utili a rimanere in contatto con siti web come il nostro, e tanti altri, senza perdersi i nuovi e più aggiornati contenuti pubblicati.
Vediamo quindi

  1. cosa sono i feed RSS e come usare i reader per leggerli, spiegato in un semplice video in italiano
  2. come seguire la fan page di Tasse e Fisco su Facebook (cos’è Facebook ve lo risparmio…)
  3. cos’è Twitter e come seguire i “cinguettii” del nostro sito

FEED RSS
I feed RSS sono “unità di informazione”.
Un feed è usato per fornire agli utilizzatori/lettori una serie di contenuti aggiornati di frequente. I distributori del contenuto (nel nostro caso il sito Tasse-Fisco.com) rendono disponibile il feed e consentono agli utenti di iscriversi. L’aggregazione consiste in un insieme di feed accessibili simultaneamente, ed è eseguita da un aggregatore/lettore.

Per imparare a leggerli usando gli appositi reader (ad esempio Google Reader) , consiglio di vedere e ascoltare  questo  semplice video in italiano.
Per abbonarsi a quelli di Tasse e Fisco basta andare a questa URL: “http://www.tasse-fisco.com/feed/“, il link lo trovate in basso a destra in tutte le pagine del sito.
Vi piacerebbe potervi abbonare solo ai feed di alcune categorie? Aggiungete un commento, così potremo valutare se aggiungere questa funzione al nostro sito. ;-)

Anche manualmente è comunque un’operazione semplicissima: andata nella categoria che vi interessa e aggiungete feed/ alla fine della URL mostrata dal browser. Ad esempio http://www.tasse-fisco.com/category/case/feed/ per seguire la categoria “Casa, immobili, terreni

FAN PAGE di Facebook
Facebook è il più grande social network del mondo, anche in Italia ha un seguito notevole ormai da 4-5 anni, siamo arrivati oggi a sfiorare i 20 milioni di profili italiani!

In mezzo a tante persone, amici di facebook, conoscenti e compagni di vecchia data, esistono le “fan page“, cioè le pagine dedicate ad aziende, siti internet, eventi, alle quali si può dare la propria preferenza, un “mi piace” (in inglese “Like”), aggiungendole fra i nostri “amici virtuali”, e ricevendo quindi sulla nostra bacheca gli aggiornamenti che pubblicheranno sul loro profilo. Nel caso di Tasse e Fisco, in molti casi basterà poi un semplice clic per venire ad approfondire su questo sito le tematiche proposte.
La Fan page di Tasse e Fisco la potete raggiungere facilmente cliccando sul link all’inizio della frase, oppure su quello presente in fondo a destra su tutte le nostre pagine.

 

TWITTER
Twitter è praticamente una piattaforma di micro-blogging, più che un social network.
Chiunque può registrarsi gratuitamente e iniziare a scrivere brevi messaggi simili a SMS (massimo 140 caratteri) che verranno letti da tutti i suoi followers (seguaci, fan, amici), cioè quanti si sono abbonati al feed.
Quasi tutti i siti ormai mostrano un link “seguici su Twitter”, così da rendere molto semplice l’abbonamento al feed con i messaggi postati su Twitter. Il feed di Twitter può essere seguito chiaramente solo da chi ha un account su Twitter.
Per abbonarsi al nostro feed di Twitter (@tassefisco)
, basta cliccare sul cimpatico uccellino azzurro, oppure sempre in fondo a tutte le pagine del sito trovate in basso a destra il piccolo pulsante “Segui @tassefisco

Terminiamo con un video del Garante per i dati personali sui social network

3 commenti

  1. non solo per le coppie. Il bonus sulle coppie si aggiunge al precedente bonus mobili che era in vigore già da prima e che è stato prorogato ance per il 2016.

  2. Buona sera
    le detrazioni fiscali per l acquisto di mobili ed elettrodomestici nella prima casa sono valide solo per le coppie?
    Se le detrazioni prima casa sono a carico del proprietario, anche se single, per elettrodomestici e qunt altro si può seguire lo stesso ragionamento?
    Fermo restando vincoli di età e massimale.
    grazie mille

  3. Salve,sono LAura e lavoro in una scuola paritaria(privata).Il mio contratto scadrà il 30 giugno,ma mi hanno promesso un nuovo contratto a partire dal 1 luglio. Non essendoci intervallo di tempo tra i due contratti, il nuovo è da considerarsi a tempo indeterminato?(vedi sotto) il contratto in scadenza è superiore ai sei mesi.Grazie mille

    L’intervallo di tempo tra scadenza del contratto e proroga (sempre inferiore ai 3 anni)
    Si tratta di verificare se il datore di lavoro si è sbagliato e non ha rispettato l’intervallo minimo di tempo tra scadenza del contratto e riassunzione con proroga: il minimo infatti sono di 10 giorni che diventano 20 se la durata del precedente contratto era di durata superire a sei mesi. la violazione di tale previsione normativa determina la riqualificazione del contratto a tempo indeterminato.
    Con la nuova riforma del lavoro si punta ad allungare tale termine in modo da scoraggiare il datore di lavoro a restare senza risorsa disponibile in azienda che se necessaria dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere a quel punto assunto. Dovrebbe perchè poi nella realtà le proposte di lavorare in nero dei datori di lavoro in quel periodo con tutti i rischi del caso sono una tentazione forte a cui il dipendente e l’imprenditore possono cadere.

    L

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.