HOMEPAGE / Varie su Fisco, Tasse, ecc. / Net Metering (scambio sul posto) per gli impianti fotovoltaici

Net Metering (scambio sul posto) per gli impianti fotovoltaici

Il fisco ha recentemente chiarito che gli impianti di potenza fino a 20 kw per i quali era stato detto che in caso di servizio di «scambio sul posto» (Net Metering) la tariffa incentivante sarebbe stata dovuta solo per l’energia prodotta e consumata in loco dall’utente e non per quella prodotta in eccesso rispetto ai propri consumi e assorbita dalla rete. La circolare del 6 dicembre 2007, n. 66/E, ha chiarito che l’agevolazione sarebbe stata diversa rispetto a quella prevista nel caso in cui il responsabile dell’impianto avesse scelto di cedere l’energia eccedente i propri consumi.

Nella fattispecie il bonus spetta per tutta la produzione di energia, pertanto anche per quella eccedente i consumi dell’utenza, che viene poi venduta ceduta al mercato libero o al gestore di rete a cui l’impianto è collegato.

Nel caso di net metering però l’Autorità per l’energia elettrica e per il gas ha affermato che solo ed esclusivamente per gli impianti fotovoltaici che percepiscono l’incentivo ai sensi del D.M. del 28 luglio 2005 la tariffa incentivante è limitata all’energia elettrica prodotta e consumata in loco dall’utente.

Il decreto ministeriale 19 febbraio 2007 successivamente ha modificato il decreto 28 luglio 2005 prevedendo che per il net metering la tariffa incentivante è pagata su tutta l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico, indipendentemente dal fatto che sia auto-consumata o immessa in rete.

L’elettricità prodotta dagli impianti fotovoltaici con una potenza nominale non inferiore a 1 kw è incentivata attraverso il cosiddetto conto energia, le cui tariffe sono state aggiornate dal decreto 19 febbraio 2007.

Su tutta la produzione spetta un compenso a decorrere dalla data di entrata in esercizio dell’impianto e per 20 anni. Le tariffe vanno da un minimo di 36 a un massimo di 49 centesimi di euro per kWh prodotto, a seconda dell’integrazione architettonica dei pannelli all’edificio.

L’incentivo non viene pagato dall’Enel, ma dal Gestore del sistema elettrico nazionale (Gse).

Consulta il Nuovo Conto Energia 
Come richiedere la tariffa incentivante
Le nuove tipologie di impianti e le nuove tariffe incentivanti connesse
Avviare un impianto fotovoltaico in Leasing

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.