HOMEPAGE / Energie rinnovabili / Il contratto di “Conto energia”

Il contratto di “Conto energia”

Il “Conto energia” è un contratto stipulato tra l’utente-richiedente e il GSE (Gestore della rete elettrica) in base al quale si permette di ricevere una remunerazione in denaro, in forma di tariffe incentivanti e di eventuali premi aggiuntivi, in relazione all’energia elettrica prodotta dal proprio impianto fotovoltaico, domestico, condominiale o industriale.

Il riconoscimento di tale remunerazione si protrae per un periodo garantito di 20 anni. Il pagamento delle somme maturate avviene con cadenza mensile.
L’incentivo riguarda tutta l’energia prodotta dall’impianto e può portare alla riduzione o all’azzeramento totale o parziale della bolletta elettrica (se in regime di scambio sul posto), fino all’acquisto del surplus di energia immessa nella rete da parte del GSE.

In ogni caso, hanno diritto alle tariffe incentivanti tutti gli impianti che entrano in esercizio entro 14 mesi (24, se si tratta di enti pubblici) dalla data nella quale verrà raggiunto il primo limite di 1.200 Mwp.

Sono previsti inoltre premi aggiuntivi in forma di incremento della tariffa incentivante, e condizionati all’avvenuta esecuzione di interventi migliorativi dell’efficienza energetica dell’edificio, indicati come tali nella certificazione energetica di cui all’allegato C al D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 192 (art. 7 del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 19 febbraio 2007);

L’eventuale cessione dell’energia elettrica prodotta in eccesso rispetto a quella consumata, valorizzata in base alle tariffe fissate dalla delibera AEEG (Autorità per l’energia elettrica ed il gas) 26 gennaio 2007.

A tali incentivi, che consistono in somme percepite dal responsabile dell’impianto, si cumula un ulteriore risparmio, legato al consumo di energia autoprodotta. Tale risparmio si può quantificare applicando la tariffa praticata dal gestore in sede di vendita (circa 0,13 euro/kWh) all’energia di propria produzione che viene consumata direttamente.

Come richiedere la Tariffa Incentivante

Cessione del diritto di superficie a società di produzione di energia fotovoltaica o eolica: guida al trattamento fiscale del reddito generato dai canoni riconosciuti al propritario del terreno.

Avviare un impianto fotovoltaico in Leasing

Insomma installare pannelli fotovoltaici in casa è utile, sano, aiuta l’ambiente e non solo il conto in banca.

Vi invito ad informarvi sempre sui nuovi aggiornamenti o a postare i vostri commenti in modo da alimentare il forum anche con le vostre dirette esperienze, le vostre domande e le vostre risposte.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.