HOMEPAGE / Liberi Professionisti / Problemi Spesometro con Software Controllo Dati Fatture, errori e scarti poco comprensibili

Problemi Spesometro con Software Controllo Dati Fatture, errori e scarti poco comprensibili

Sto riscontrando problemi con l’elaborazione dei file relativi alla comunicazione dei dati fatture del secondo semestre 2017 da trasmettere entro la scadenze del 6 aprile 2018.

Leggendo il provvedimento di febbraio 2018 che anticipava le novità per l’adempimento, già modificato più volte per le  scadenze e le specifiche tecniche  alla pagine dell’agenzia delle entrate dedicata all’argomento leggo che che il Software di controllo Dati Fatture (c.d. “nuovo spesometro”) è disponibile anche con versione on line nel senso che si può installare direttamente sul proprio desktop e utilizzare per testare il file prima della generazione del file definitivo valido per la trasmissione telematica.

Dove sta Il software di controllo e come si scarica

Tuttavia anche se scarico 

Il software di controllo è disponibile anche all’interno della piattaforma Desktop Telematico; in alternativa, è disponibile l’apposita funzione di controllo del file all’interno dell’interfaccia web Fatture e Corrispettivi – Funzioni di supporto – Controllo Dati fattura.

Controlli DTF abbreviazione di Dati Fatture (Versione Software: 1.0.1 del  01/03/2018) la maschera mi da la possibilità di selezionare un file .xml ma lo stato di avanzamento della percentuale di controllo resta ferma allo 0%. Non è un problema di browser in quanto ho utilizzato diversi tra explorer, chrome, safari, firefox, etc, ed anche con diversi  sistema operativo.Mi sono  attenuto alla Procedura di controllo ma senza risultati. Parlando con i colleghi mi dicono che stanno riscontrando lo stesso problema e che a volte funziona e a volte no.

Qualcuno mi sa dire dove sta il problema? Grazie per gli eventuali commenti

Per ovviare è possibile utilizzare anche l’apposito software di controllo

presente nell’area riservata a cui si accede con le proprie credenziali che invece funziona!!!

In questo secondo caso accedete all’area riservata dove nell’area dati fatture potrete accedere alle informazioni sui servizi per:

  1. Generare un file con i dati delle fatture
  2. Accreditare il canale web service per la trasmissione
  3. Preparare e trasmettere i dati delle fatture
  4. Aggiornare i dati delle fatture

Successivamente fate l’accesso al servizio

 

 

 

 

 

Successivamente nell’area riservata trovate le seguenti opzioni da utilizzare

 

 

 

 

 

Il passo seguente consiste nel selezionare la funzione in alto a destra

 

 

 

 

 

 

Una volta selezionata la funzione desiderata (controlla fornitura) vi si apre un’altra finestra dove selezionare il file prescelto ed effettuare il controllo che questa volta mi funziona.

 

 

 

 

Il sistema vi restituirà un diagnostico contenete una serie di codici di errore con relativa descrizione e le notifiche di esito.

Specifiche tecniche notifiche di esito (v.1.1) – pdf

I descrittivi al momento sono quelli contenuti nelle specifiche tecniche e sono piuttosto parlanti nel senso che aiutano agilmente a risolvere la natura dell’errore per poter effettuare le correzioni dei flussi, al generazione del file ed il nuovo controllo.

Nel caso invece vogliate continuare a provare e forse siete più fortunati o bravi con il primo fate pure e qui nel seguito vi sono le istruzioni

Per avviare l’applicazione successivamente alla prima volta, è sufficiente selezionare il precedente link oppure, esclusivamente sui sistemi operativi Windows, eseguire l’applicazione dal Desktop.

Indipendentemente dal metodo di avvio scelto, l’applicazione si connette al server Web per verificare l’esistenza di una versione più recente del software e, in caso positivo, procede all’eventuale aggiornamento. In tal modo l’utente ha la garanzia di utilizzare sempre l’ultima versione dell’applicazione senza dover eseguire complesse procedure di aggiornamento.

Verifica firma software

La procedura di controllo consente di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel file e le indicazioni fornite dalla documentazione tecnica.

Il software di controllo è destinato agli utenti che vogliano verificare i file prima della trasmissione. Il software utilizza una nuova tecnologia di distribuzione dei software basati su Java che consente all’utente di usufruire delle applicazioni direttamente dal web. In tal modo è possibile attivare le applicazioni in maniera semplice e con un solo clic, avendo la certezza di utilizzare sempre la versione più aggiornata ed evitando complesse procedure di installazione o aggiornamento.

Esempio

Ipotizziamo di sottoporre a controllo un file che, per esempio, si chiami IT12345678901_DF_00001.xml

  1. A seguito del Controllo il file, con i dati corretti, nel caso dell’esempio assumerebbe la seguente nomenclatura: IT12345678901_DF_00001.dcm.xml
  2. Per essere trasmesso il file dovrà essere firmato elettronicamente.

L’Agenzia mette a disposizione le Funzioni di firma:

  • in Desktop Telematico   nel caso il file dell’esempio sarebbe rinominato in:  IT12345678901_DF_00001.p7m   (viene rimossa l’estensione dcm)
  • con Sigillo, funzionalità presente all’interno dell’interfaccia web Fatture e Corrispettivi  in questo caso il file di cui all’esempio sarebbe rinominato in: IT12345678901_DF_00001.xml   (viene rimossa automaticamente l’estensione .dcm)

Qualora il file fosse firmato con propria firma digitale il file di cui all’esempio assumerebbe il nome IT12345678901_DF_00001.dcm.xml.p7mè indispensabile eliminare dal nome l’estensione .dcm altrimenti il file sarebbe scartato per nome non conforme

Aggiornamenti

Versione 1.0.0 del 5/2/2018

Versione 1.0.1 del 1/3/2018

Corretto il controllo per fatture con un numero di righe di riepilogo maggiore di 10

Corretto il controllo relativo all’errore 400

Problemi ed errori poco comprensibili

Anche l’associazione nazionale dei commercialisti segnala che si stanno riscontrando problemi di altra natura come scarti o errori dei diagnostici che sembrerebbero infondati e invita l’amministrazione finanziaria ad attenuare il regime sanzionatori e limitare i controlli ai soli dati essenziali (partita IVA e codice fiscale).

Comunicato Stampa ANC 3 aprile 2018

Errori e Correzioni nello Spesometro: come evitare le sanzioni

Valuta l'articolo
[Totale: 2 Media: 5]

About Tasse-Fisco

Tasse-Fisco
Dottore Commercialista Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Revisore Legale con la passione per il diritto Tributario e Societario e Esperto nella Consulenza Aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.