Deduzioni Irap per Srl, Spa, società di persone e di capitali

Le deduzioni IRAP per le società, imprese, srl, spa o aziende, e le detrazioni, sono diverse e permettono un consistente risparmio di imposte nella determinazione della base imponibile, e qui vediamo di rispondere alle domande dei lettori dando qualche chiarimento.

La base imponibile Irap per le società
Stiamo parlando di voci che, nel caso delle deduzioni Irap, abbattono la base imponibile su cui poi sarà applicata l’aliquota di imposta e le detrazioni che saranno sottratte invece direttamente dall’imposta.Talvolta sono utilizzate impropriamente come nel caso del calcolo delle cosiddette detrazioni per il personale dipendente che in realtà sono deduzioni dalla base imponibile.

La base imponibile Irap si chiama valore della produzione netta e su questa insisteranno la maggior parte delle riduzioni di imposta Irap che di seguito affrontiamo. Nel frattempo vi segnalo una sintetica guida Irap per i professionisti per ricpercorrere le caratteristiche principali del tributo regionale per i lavoratori autonomi.

La base di partenza è data dalla risultanza della differenza tra i ricavi d i costi della produzione che se leggete il bilancio equivale dire la lettera A meno la B, nel caso delle società di persone la base imponibile Irap invece si dovrà fare ricorso ad uno specifico articolo e sarà oggetto di un articolo a parte. Se vi serve subito qualche chiarimento invece scrivete.

Le esclusioni dal valore della produzione netta Irap: quante deduzioni irap prima del calcolo

9) Costi per il personale: a) salari e stipendi; b) oneri sociali; c) trattamento di fine rapporto; d) trattamento di quiescenza e simili; e) altri costi;10) Ammortamenti e svalutazioni: c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni; d) svalutazioni dei crediti compresi nell’attivo circolante e delle disponibilità liquide 12) Accantonamenti per rischi; 13) Altri accantonamenti

Sui crediti si farà riferimento ai crediti di natura commerciale la cui qualificazione per le società commerciale è piuttosto agwvole mentre quella per le banche ed istituti finanziari dovrebbe essere rimandata alla normativa regolamntare specifica di settore.

Costi indeducibili Irap
Vi sono poi oltre a questi indicati qui sopra anche altri costi che, indipendentemente dall’imputazione in bilancio sono da rendere indeducibili, per cui se rientrano nella base imponibile di partenza A-B andranno risommati alla base imponibile, se stanno fuori non si dovrà procedere con alcuna variazione. Questa è la diretta conseguenza della “presa diretta” dell’Irap dai valori di bilancio. Oltre a questo principio tuttavia ve ne è un altro che impone di considerare come ricavi imponibili o costi deducibili, indipendentemente dalla classificazione in bilancio nel valore della produzione netta A-B anche, voci di ricavo o di costi che erano correlati a componenti positivi o negativi rilevanti in esercizi precedenti.

I costi non deducibili dall’Irap sono quelli riferiti all’articolo 5 del D.Lgs 446 del 1997 o quelli dell’articolo 11 del D.Lgs 446 del 1997 ossia oltre a quelli sopracitati tra cui il primo e più importante è il costo del personale dipendente i compensi per prestazioni di lavoro autonomo non eserciatae abitualmente ossia i compensi per prestazioni occasionali anche se riferite ad obblighi di fare non fare o permettere, oppure le variabili finanziarie come gli interessi attivi o passivi o le perdite su crediti.

E’ indeducibile anche l’IMU dall’Irap, ma anche le componenti di costo straordinario con alcune eccezioni viste in base al principio di correlazione sopra qualora collegati a voci di esercizi precedenti. Oppure anche nel caso di contributi erogati per disposizioni di legge divengono imponibili semprechè non siano correlati a componenti di costi indeducibile (esempio il personale dipendente).

Esistono poi una serie di deduzioni Irap previste per il personale dipendente ossia quelle cosiddette per il cuneo fiscale che in estrema sintesi e senza pretesa di esausitvità possono essere assimilate ai contributi previdenziali ed assistenziali pagati nell’esercizio.

La regola aurea per la determinazione dell’Irap
In linea generale nell’Irap vi tornerà utile questo regola pratica: non sono deducibili costi per il personale (con alcune eccezioni), componenti di natura finanziaria e costi della gestione straordinaria con le dovute eccezioni del caso codificate nella norma agevolazioni specifiche come il cuneo fiscale o la detrazione degli oneri per apprendisti, disabili, ricerca.

Vi segnalo anche l’articolo sulla dichiarazione Irap e sul pagamento dell’ acconto e saldo Irap oltre quello dedicato al calcolo dell’irap per i liberi professionisti.

Ti è piaciuto l'articolo? Per continuare a darvi spunti gratuiti, condividi questo articolo tramite i pulsanti qui sopra!

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>