HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Modello e software Siria per l’adesione alla cedolare secca sugli affitti: guida alla compilazione

Modello e software Siria per l’adesione alla cedolare secca sugli affitti: guida alla compilazione

Pronto il nuovo Modello Siria per la cedolare secca per la comunicazione internet dell’opzione per aderire alla cedolare secca sugli affitti e le locazioni delle abitazioni ovvero immobili abitativi ad opera solo ed esclusvamente delle persone fisiche (esclusi quindi imprese e lavoratori autonomi) per quei contratti registrati mentre per quelli ancora da registrare si potrà aderire al nuove regime mediante le dichiarazioni dei redditi 730 o Modello Unico.
Si snellisce quindi il processo di adesione mediante una nuova procedura on line per il tramite del nuovo software Siria

Novità 2015: obbligatorio l’utilizzo del nuovo modello RLI per la registrazione dei contratti di locazione

Riferimenti normativi ricordiamo sono quelli contenuti nell’articolo 3 del Decreto sul federalismo fiscale municipale di cui abbiamo parlato nel corso dei precedenti articoli. Il modello Siria si compone così come spiegato nel comunicato stampa dell’agenzia delle entrate da due fogli che si compileranno direttamente on line e saranno inviate telematicamente.

Soggetti esclusi dalla comunicazione della cedolare secca con il modello Siria

Esclusioni dalla comunicazione sono previste per gli affitti che hanno ad oggetto più di tre conduttore o inquilini e che non tutti  i locatori o proprietari di casa aderiscano al regime; saranno anche escluse anche le abitazioni che sono composte da più di tre pertinenze e sempre che gli immobili siano dotati di rendita catastale; ulteriore requisito per accedere prevede inoltre che il contratto di affitto disciplini solo la locazione e non anche rapporti di altra natura o finalità.

Procedura alternativa di adesione alla cedolare secca e SIRIA WEB

Qualora non si rispettino i requisiti imposti dall’agenzia delel entrate per utilizzare la procedura più snella ed immediata telematica i locatori potranno presentare agli uffici dell’Agenzia due copie cartacee del modello 69 (Guida Modello 69 e cdc) per la richiesta di registrazione degli atti e per gli adempimenti successivi, che può sostituire la Comunicazione Dati Catastali (Cdc) ed è anch’esso reperibile sul sito internet delle Entrate. L’agenzia delle entrate rende noto che per aderire alla cedolare secca non sarà necessario più scaricare il software siria ma sarà sufficiente anche solo autenticarsi ai servizi telematici dell’agenzia delle entrate, compilare la dichiarazione con i dati richiesti ed inviare il modulo compilato. Questa procedura si chiama SIRIA WEB e rappresente un’altra modalità di comunicazione.
Il modello 69 può essere usato anche in sostituzione del modello Siria e anche per le vicende contrattuali del contratto di locazione che attengono alle cessioni alle risoluzioni e alle proroghe anche tacite e che potrà essere presentato presso qualuqnue ufficio dell’agenzia delle entrate.

Tardiva registrazione del contratto di locazione con cedolare secca

leggo du una rivista dell’agenzia delle entrate che in caso di omessa o tardiva registrazione tardiva del contratto di affitto o locazione per il quale si sarebbe optato per la cedolare secca il contribuente deve versare sull’imposta di registro anche se non dovuta perchè si  versa la cedolare secca calcolata sull’intero contratto come precisato nel paragrafo 9.1 della circolare 26/E del 2011 versandola con ravvedimento operoso.

Contratti stipulati dal 7 aprile 2011 e già registrati 

Tanto sicuro vi saranno lettori che hanno stiuplato i contratti proprio il 7 aprile pertanto per questi si dovrà fare riferimento al modello Siria o al modello 69 (quest’ultimo nei casi di proroga il cui termine per il pagamnto dell’imposta di registro ancora non sia scaduto, ossia prima dei 30 giorni).

Novità 2015: obbligatorio l’utilizzo del nuovo modello RLI per la registrazione dei contratti di locazione

Contratti con scadenza del termine di registrazione scade tra il 7 aprile ed il 6 giugno non ancora registrati
Per queste tipologie di contratti la registrazione può essere effettuata entro il 6 giugno 2011.

Vi ricordo che titolati ad aderire alla cedolare secca sono colori che hanno il potere di affittare l’immobile ossia i proprietari non soggetti a vincoli di disposizione sull’immobile o titolari dirittti reali godimento.
Prima della scadenza dei 90 giorni esce il nuovo provvedimento dell’agenzia delle entrate sulla nuova cedolare secca sugli affitti e le locazione degli immobili abitativi di cui avete potuto leggere la prima guida fiscale all’applicazione ed approfondimenti sulle modalità di registrazione, comunicazione all’inquilino e pagamento dell’imposta.
L’agenzia delle entrate interviene come annunciato indicano le modalità applicative per questo nuovo e rivoluzionario istituto che dovrebbe incentivare l’emersione del sommerso e del nero che si registra nel settore delle locazioni e degli affitti immobiliari ed effettivamente questo regime, seppur diciamolo in violazione dei principi di progressività dell’imposta, rende conveniente per la quasi totalità dichiarare eventuli affitti di abitaizione condotti in nero, o occultando di parte del canone di affitto concordato con l’inquilino.

Se non avete registrato il contratto di affitto nella sezione Moduli e Modelli troverete anche il modello per la registrazione del contratto di locazione dell’agenzia delle entrate e che potrete esercitarvi a compilare (Richiesta di registrazione contratto e adempimenti).

Come indicato nella circolare 26 del 2011 l’agenzia delle entrate chiarisce che è necessario comunque mantenere copia del contratto registrato in caso di richiesta dall’amministrazione finanziaria da parte degli organi preposti al controllo in una successiva ed ipotetica fase di accertamento.

Aggiornamento: pronta la nuova versione del modulo di controllo dei modelli semplificati per la registrazione dei contratti  di locazione SIRIA e IRIS (versione 2.0.0 del 31/10/2012 dell’applicazione Modulo di controllo Modelli semplificati per la registrazione dei contratti   da utilizzare per la procedura di controllo dei modelli SIRIA e IRIS (Provvedimento del 29 ottobre 2012);

Riferimento normativo: protocollo 2011/55394 del 7 aprile 2011 agenzia entrate oltre al Decreto sul federalismo fiscale

Casi particolari

Visto che come al solito avete una fantasia innata per portare all’attenzione una serie di fattispecie atipiche potete leggere le risposte alle domande sui casi particolati della cedolare secca.

2 commenti

  1. ma quindi si può registrare anche un contratto del 2010??
    perché scaricando il software indica che è valido solo per i contratti stipulati dall’8 marzo 2011…

  2. ok ottimo… ci aiuta a risolvere alcuni dubbi ma non tutti…

Per domande su casi specifici o personali, CLICCA QUI
I commenti qui sotto sono dedicati solo a correzioni e suggerimenti in merito al testo dell'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.