HOMEPAGE / Persone Fisiche e IRPEF / CONGUAGLIO FISCALE 2009 – 2010 INPDAP

CONGUAGLIO FISCALE 2009 – 2010 INPDAP

CONGUAGLIO FISCALE 2009 – 2010 INPDAP

Il nuovo conguaglio fiscale 2009 – 2010 si calcola in base al debito d’imposta risultante dal conguaglio fiscale dell’anno reddituale 2009 – completato dall’Inpdap entro il 28 febbraio 2010 – verrà recuperato in un’unica soluzione mediante ritenuta sulla rata di pensione del mese di marzo.

In caso di incapienza, secondo gli importi sotto descritti, il contribuente può richiedere che l’eventuale “parte eccedente” sia trattenuta sulle successive rate di pensione con l’applicazione dell’interesse dello 0,50% mensile.

Come si effettua il nuovo conguaglio fiscale 2009 – 2010 per i redditi di pensione

Per i titolari di reddito di pensione per i quali è scaturito un conguaglio fiscale negativo ed il cui trattamento pensionistico mensile supera € 1.150,00, dalla rata di marzo sarà assicurato il pagamento di un importo mensile netto di € 921,20, corrispondente al doppio del trattamento minimo Inps 2010; tale modalità sarà applicata anche nei mesi successivi fino alla totale eliminazione del debito fiscale, utilizzando  anche l’importo della tredicesima eccedente i 921,20 euro qualora il debito non venga estinto prima.

A partire dalla 2^ rata sarà calcolato l’interesse di legge nella misura dello 0,50% mensile.

Per i titolari di redditi di pensione per i quali scaturisce un conguaglio fiscale negativo ed il cui trattamento pensionistico mensile (al netto di tutte le ritenute comprese le addizionali regionali e comunali) è uguale o inferiore ad € 1.150,00 mensili, il debito fiscale sarà recuperato entro il limite della trattenuta di un quinto della pensione. Tale procedura sarà applicata anche nei mesi successivi fino alla totale eliminazione del debito stesso e, a decorrere dalla 2^ rata, sarà calcolato l’interesse di legge nella misura dello 0,50% mensile.

Agli interessati sarà inviata apposita  lettera esplicativa, unitamente al cedolino di marzo, nella quale sarà specificato che, in mancanza di una espressa domanda di revoca della rateizzazione, la rateizzazione stessa si intende accettata con tutti i conseguenti obblighi fiscali.

La rateizzazione

La rateizzazione del conguaglio fiscale 2009 – 2010 che, inizierà a partire dal mese di marzo, terminerà entro il mese di dicembre 2010. Qualora il debito alla fine di dicembre 2010 non fosse stato recuperato verrà data comunicazione con addebito da effetturarsi entro la scadenza a saldo del 15 gennaio 2011, mediante versamento con Modello F24 prestampato con gli importi ed inviato unitamente alla comunicazione da parte dell’Istituto.

Nel caso in cui la rateizzazione sia in corso e si interrompa la corresponsione della pensione (es. in caso di decesso del titolare), il residuo debito sarà comunicato agli eredi che devono provvedere al saldo entro il medesimo termine del 15 gennaio 2011.

All’atto del decesso del pensionato, sarà immediatamente interrotto il versamento dell’importo relativo alle rateizzazioni residue. In tale caso la struttura informatica segnalerà alla sede di riferimento tale circostanza affinché la stessa comunichi agli interessati la necessità di provvedere al saldo del debito residuo.

Se possedete più pensioni erogate dall’INPDAP, il recupero del debito per conguaglio fiscale 2009 – 2010 sarà effettuato sulla pensione principale e per la restante parte sulla seconda.

Il procedimento sopra descritto troverà esatta corrispondenza nella dichiarazione del sostituto d’imposta Modello 770/2010, nel quale il sostituto indicherà l’importo del debito residuo da conguaglio fiscale rateizzato successivamente al 28 febbraio.

Valuta l'articolo
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.