HOMEPAGE / News ed Eventi / Tasse sulla casa: con gli emendamenti alla Legge di Stabilità cambiano ancora

Tasse sulla casa: con gli emendamenti alla Legge di Stabilità cambiano ancora

Tasse sulla casa per i coniugi Si modificano ancora le novità in tema di tasse sulla casa (Tasi ed Imu), previste dalla Legge di Stabilità, e che i diversi emendamenti presentati stanno variando ulteriormente.

In particolare alcuni emendamenti presentati delle relatrici al Senato prevedono l’esenzione dal pagamento per chi concede in comodato la propria abitazione a figli, genitori e parenti di primo grado, purché si possegga una sola casa.

Entriamo allora nel dettaglio delle tasse sulla casa e della Legge di Stabilità, che si trova appunto alla Commissione Bilancio del Senato, la quale ha appena concesso il via libera all’eliminazione delle tasse sulla casa concessa dai proprietari in comodato ai figli o ai genitori. Conditio sine qua non per poter usufruire di questa agevolazione, è che il proprietario stesso non debba possedere un altro immobile ad uso abitativo sul territorio italiano e che debba aver abitato nel 2015 nella stessa casa che intende concedere in comodato d’uso gratuito ad un proprio parente di primo grado. In questo caso specifico, la casa prestata verrebbe considerata come prima casa, pur non risiedendo lì il proprietario, condizione che nelle altre situazioni fa scattare invece il meccanismo che la rende seconda casa (appunto perchè non vi risiede il proprietario, pur essendo quella l’unica sua casa di proprietà). Anche da questa esenzione vengono ovviamente escluse ville e castelli.

Non finiscono qui comunque le novità sulle tasse per la casa: si mettono a punto anche degli emendamenti per ridurre o eliminare Tasi ed Imu su immobili di proprietà, ma abitati solo dall’ex coniuge, dopo la separazione coniugale.

Infine per le case in affitto a canone concordato, un altro emendamento presentato alla Commissione Bilancio del Senato chiede a gran voce che la somma delle aliquote dell’Imu e della Tasi non possa superare mai il 4 per mille. Si attende quindi il parere della Commissione in proposito.

Giorni caldi per la tasse sulla casa per i cittadini italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.