HOMEPAGE / Casa, immobili, terreni / Tasi e Imu: tra pochi giorni arriva la stangata anche per gli imprenditori

Tasi e Imu: tra pochi giorni arriva la stangata anche per gli imprenditori

tasi - tari - tares La Cgia è durissima in vista dell’imminente seconda rata (scadenza 16 Dicembre) di Tasi e Imu, che colpirà oltre ai cittadini, anche imprenditori ed aziende: Dal 2011, ultimo anno in cui abbiamo pagato l’Ici, al 2015, l’incremento del carico fiscale sugli immobili ad uso produttivo e commerciale è stato spaventoso. Tutto ciò ha dell’incredibile. È utile ricordare, soprattutto ai Sindaci, che il capannone, ad esempio, non viene esibito dall’imprenditore come un elemento di ricchezza, bensì è un bene strumentale che serve per produrre valore aggiunto, dove la superficie e la cubatura sono funzionali all’attività produttiva esercitata. Accanirsi fiscalmente su questi immobili come è avvenuto in questi ultimi anni non ha alcun senso, se non quello di fare cassa, danneggiando l’economia reale del Paese e, conseguentemente, l’occupazione”.

La stessa Cgia rincara la dose con queste parole: “Gli aumenti verificatisi negli ultimi anni per singola tipologia di immobile strumentale sono stati molto pesanti. Dal 2011 al 2015, l’incremento del carico fiscale al lordo del risparmio fiscale sugli uffici ha toccato il 145,3%. Per i negozi l’aumento è stato del 140,5%, per i laboratori artigianali del 109,6%, mentre per gli alberghi, per i grandi magazzini commerciali e per i capannoni industriali il prelievo è quasi raddoppiato. Nel 2015 la situazione è stata particolarmente difficile soprattutto per i proprietari di capannoni”.

Andando ad analizzare le cifre categoria per categoria, il conto sarà particolarmente salato per gli albergatori che pagheranno mediamente 6000 euro, solo di seconda rata tra Tasi e Imu, a seguire i proprietari di magazzini e di capannoni (fino a 4000 euro soltanto di seconda rata), per un totale complessivo di circa 5 miliardi di euro che entreranno nelle casse dello Stato italiano. I dati della Cgia sono frutto di uno studio realizzato partendo dalle aliquote medie deliberate dai vari comuni italiani.

Tasi e Imu: davvero una scure ingiusta che si abbatte sulle finanze degli italiani.

Vi ricordo la due guide al versamento dei tributi (gratuite naturalmente)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.