HOMEPAGE / News ed Eventi / Fallimento Banche: il 30% dal Governo agli obbligazionisti che hanno perso tutto?

Fallimento Banche: il 30% dal Governo agli obbligazionisti che hanno perso tutto?

fallimento banche Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e Cassa Ferrara sono fallite (fallimento Banche), lasciando tanti obbligazionisti con un palmo di naso se non addirittura sul lastrico, tanto che l’Italia deve già piangere un suicidio a causa di tale situazione. Il Governo sta allora studiando un qualcosa che possa ridare ai soli acquirenti delle obbligazioni subordinate azzerate, una percentuale di quanto perso, ma deve stare allo stesso tempo molto attento perchè una norma del genere rischia di essere bocciata in sede Ue (che ha fatto approvare ovunque norme più stringenti in fatto di fallimenti di banche ed istituti di credito, sugli aiuti di Stato) e rischia anche di creare disparità di trattamento ed un precedente pericoloso. La stessa Ue che però accusa l’Italia di aver pemesso alle Banche fallite di vendere ai propri clienti prodotti assolutamente non consoni, ora deve lasciare che lo Stato italiano venga incontro a tanti cittadini disperati.

Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha dichiarato a tal proposito che tale intervento sarà formalmente sganciato da quello che regola il salvataggio delle 4 Banche in fallimento, e che ognuna delle varie ipotesi studiate per venire incontro alla difficile situazione delle persone coinvolte, resta tuttora valida. Tra queste la possibilità di far intervenire un Fondo da circa 100 milioni di euro, che vedrà coinvolte le sole banche, o che magari saranno aiutate tramite una Partecipazione Pubblica (che qualcuno considera d’ostacolo proprio rispetto alla normativa Ue). Se passasse una linea del genere, si potrebbero rimborsare circa il 30% delle esposizioni in denaro dei piccoli obbligazionisti, oppure resta viva la possibilità di concendere agli obbligazionisti disperati una sorta di credito d’imposta, da far valere, in compensazione, negli anni successivi, quando si dovranno pagare le tasse.

Per una decisione definitiva si dovrà comunque attendere qualche giorno e probabilmente Sabato, quando il ministro dell’Economia Padoan parlerà alla Camera e magari ufficializzerà le decisioni del Governo in merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.